Cyberpunk 2077 patch 1.2: balzo in avanti per PS4 Pro, ma come se la cavano tutte le altre?

Xbox One X e le console base continuano a soffrire.

La patch 1.2 di Cyberpunk 2077 è stata pubblicata la settimana scorsa con una quantità di bugfix e aggiornamenti veramente gigante. La buona notizia è che i bug che rompevano il gioco sono stati risolti ma com'è cambiata la situazione su console? Possiamo finalmente raccomandare l'acquisto su last-gen? Detta brevemente, i possessori di PlayStation 4 Pro possono gongolare almeno un po', ma siamo ancora lontani dall'ottimo. Molto lontani.

Le lunghissime note dell'aggiornamento non rivelano dettagli sull'ottimizzazione dell'esperienza su PS4 e Xbox One, anche se ci sono parecchie modifiche al motore di gioco che dovrebbero, in teoria, renderlo più stabile su tutte le piattaforme. Ci sono anche gli agognati aggiornamenti al sistema di temporal anti-aliasing e alle screen-space reflection. Nelle note, Xbox One è citata per quanto riguarda l'ottimizzazione della memoria e dello streaming di dati, cosa che tra l'altro sembra essere responsabile del miglioramento evidente su PlayStation 4 Pro.

Ancora una volta parliamo della tecnologia di streaming in background che prende gli asset dal disco, li decomprime e li mostra a schermo. Ci sono novità su PS4, PS4 Pro e Xbox One ma, curiosamente, la console di Microsoft non sembra godere di particolari migliorie rispetto alla versione 1.1 del codice. Detta facilmente, la sensazione è che lo streaming dei dati abbia una priorità ridotta nel consumo di risorse di sistema, che quindi possono essere dedicate maggiormente alla stabilità del framerate a discapito del livello di dettaglio. Gli asset delle ambientazioni impiegano più tempo a comparire a schermo e il pop-in si fa notare più che in passato, dunque potremmo dire che sì, ci sono ritardi nel rendering, ma che prima o poi il dettaglio arriva. Segnaliamo però che sfrecciando nei punti più densi della città, certi dettagli semplicemente non fanno in tempo ad arrivare.

Cyberpunk 2077 patch 1.2: tutte le versioni last-gen messe alla prova dal Digital Foundry.

Nel video potete vedere come cambia l'aspetto del gioco con queste novità, specialmente su PlayStation 4 Pro, ma l'altra faccia della medaglia è che i vantaggi in termini di prestazioni sono evidenti. La Pro era già la migliore delle last-gen, superando persino la più potente Xbox One X, cosa che ora è ancora più evidente visto che per la maggior parte del tempo si gioca a 30fps. Correre in un mercato affollato faceva scendere la frequenza d'aggiornamento dello schermo verso i 20fps su PS4 Pro, mentre con la patch 1.2 ora il gioco non zoppica quasi più, a discapito chiaramente del livello di dettaglio. Abbiamo registrato miglioramenti di anche 8 fotogrammi al secondo, un risultato davvero notevole considerando che l'obiettivo è di 30. Il pop-in, poi, si rileva quasi esclusivamente durante le fasi più concitate, quindi è difficile che si faccia notare più di tanto.

Come benchmark abbiamo utilizzato una delle prime scene: mentre si sta andando dal Ripperdoc all'inizio del gioco, invece di arrivare a destinazione si fa una deviazione verso i vicoli traboccanti NPC e si comincia a sparacchiare. La combinazione di combattimento, personaggi a schermo e dettaglio della città, causa cali notevoli su tutti i sistemi, PS4 Pro compresa, ma ora su quest'ultima sono meno evidenti che sul codice 1.1. Attenzione, qualche problema c'è ancora: per esempio è capitato che uno scontro a fuoco particolarmente carico d'effetti facesse crollare il framerate verso i 20fps e poi, addirittura, crashare il gioco. Insomma, è un grande passo in avanti, è vero, ma la versione 1.2 non è ancora consigliabile a occhi chiusi, visto che addirittura rischia il crash.

Abbiamo creato un PC con specifiche simili a Xbox One, e giocarci Cyberpunk 2077 dà risultati interessanti.

Volgendo lo sguardo verso Xbox One X, invece, vediamo ancora gravi problemi. Ci sono migliorie delle prestazioni, per esempio il mercato ora gira sui 24fps invece che sotto i 20, e anche il primo ingresso a Night City dopo la prima missione è ora più stabile. Purtroppo però la maggior parte dei problemi è rimasta: Xbox One X continua a soffrire di grossi singhiozzi, con crolli fino a 0fps, per dire. Il gioco non si chiude inaspettatamente su console Microsoft, ma certo non possiamo dire che siano eventi piacevoli. I miglioramenti su Xbox One X, insomma, sono meno evidenti, e capita spesso di vedere il framerate scendere fino ai 20fps anche in scene non particolarmente ricche. Il test di cui parlavamo prima, per dire, gira male così come girava male su 1.1, cosa che lascia piuttosto perplessi visto il netto balzo in avanti di PS4 Pro.

Per quanto riguarda le versioni “base” di PS4 e Xbox One qualche miglioramento si vede, ma è talmente leggero che difficilmente ve ne accorgerete: quando si guadagnano 2 o 3 fotogrammi al secondo, ma i 30 restano lontani, si fatica comunque a giocare. È curioso che PS4 base non goda neanche un po' degli stessi miglioramenti visti su PS4 Pro, fermandosi quasi sempre tra i 20 e i 30fps durante gli scontri a fuoco (o pure sotto), con singhiozzi e sbalzi vari. Persino prendere la mira è difficile, e abbiamo registrato dei crash anche su PS4. Insomma, non ci siamo.

Ecco l'analisi della patch 1.1 di Cyberpunk 2077, così come messa alla prova dal Digital Foundry in gennaio.

Discorso simile per quanto riguarda Xbox One che, ancora, è davvero difficile da consigliare. Le ottimizzazioni allo streaming si intravedono quando si mettono a confronto diretto scene dai codici 1.1 e 1.2, ma sono troppo poco rilevanti per farsi notare. Xbox One continua a non offrire un'esperienza stabile, rimanendo in fondo alla triste classifica.

Avrete dunque capito che la patch 1.2 di Cyberpunk 2077 presenta luci e ombre, dunque. Su PlayStation 4 Pro i miglioramenti ci sono e finalmente sembra che godersi l'opera dello studio polacco non sia più impossibile, anche se è evidente che è stata progettata per sistemi più performanti. Sarà interessante analizzare la versione PS5, visto che si basa sullo stesso codice, e vedere se magari almeno i crash sono assenti. In ogni caso servirà ancora parecchio lavoro per ripulire per bene questo sfortunato gioco.

Il discorso peggiora per quanto riguarda PS4, Xbox One e Xbox One X. A quattro mesi dal lancio sono stati fatti solo minuscoli passi avanti. Guardando le note dell'aggiornamento sembra che la priorità si stata data al bugfixing, cosa che chiaramente ha senso, ma speriamo che ora sia il turno dell'ottimizzazione. La patch 1.2 migliora le cose, dunque, ma sensibilmente solo su PS4 Pro per quanto possa sembrare strano. Speriamo la situazione cambi con il prossimo maxi aggiornamento.

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Thomas Morgan

Thomas Morgan

Senior Staff Writer, Digital Foundry

32-bit era nostalgic and gadget enthusiast Tom has been writing for Eurogamer and Digital Foundry since 2011. His favourite games include Gitaroo Man, F-Zero GX and StarCraft 2.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

'Diablo 4 farą avanzare l'intero genere degli action RPG'

Grandi ambizioni dietro al progetto, parla Activision Blizzard.

Essenziale | NieR Replicant ver.1.22474487139 - recensione

Il ritorno di un classico d'autore, tra piccole sorprese e grandi novitą.

Articolo | Geralt di Rivia: un protagonista disabile

"Non ho smesso di pensare a questa questione".

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza