New PokÚmon Snap - recensione

Un nuovo safari fotografico.

Il safari fotografico di Pokémon Snap riprende in un capitolo tutto nuovo per Switch, richiesto a gran voce soprattutto dai fan del gioco originale per N64. Dopo più di 20 anni Bandai Namco e Nintendo ci rimettono dunque in mano una macchinetta fotografica virtuale, capace di catturare i momenti di vita quotidiana dei piccoli mostriciattoli.

Nel frattempo siamo passati dalle Polaroid ai dispositivi smart con fotocamere da milioni di megapixel, un cambiamento di cui deve essersi accorto anche il Professor Speculux. Prima di accogliervi nel suo team di esploratori, il vostro nuovo capo vi fornirà tutti i dettagli della missione insieme ai suoi assistenti. C'è Rita, con la sua inesauribile vivacità, e Fil, un tipo un po' scorbutico per il quale diventerete una sorta di rivale.

In New Pokémon Snap inizierete con giri piuttosto brevi, utili a prendere confidenza con la vostra attrezzatura. Farete le prime esperienze e ben presto sarete pronti per ronde notturne o per addentrarvi in territori più complessi che nascondono habitat completamente diversi: profondità marine, deserti e intricate foreste.

Non dovrete preoccuparvi di guidare il vostro veicolo Neo-Uno. Il mezzo multifunzionale ideato da Speculux percorrerà autonomamente le strade che il Professore avrà programmato, voi dovrete solo tenere gli occhi vigili e la mano ferma. Sarà un po' come fare un giro nel Jurassic Park, solo che qui non correrete il rischio di essere assaggiati da un Tirannosauro. Al massimo potreste attirare l'attenzione di qualche Tyranitar che si è svegliato con la luna storta. In nessun momento tuttavia la vostra vita sarà messa in pericolo quindi rilassatevi, godetevi il viaggio e tenete sempre pronto il tasto di scatto.

Sono poche le direttive a cui dovrete attenervi per diventare provetti documentaristi. L'obiettivo primario è scattare foto nitide, centrate e soprattutto creative, che forniscano a Speculux indizi su habitat e abitudini delle varie specie che abitano la rigogliosa regione di Lentil. Prima regola: centrare il Pokémon che volete fotografare e possibilmente ritrarlo mentre ha gli occhi puntati sull'obiettivo. Già riuscendo in questo otterrete un punteggio niente male, ma se riusciste ad includere altri Pokémon nello scatto o a ritrarli in momenti particolari allora avrete fatto bingo.

Per controllare tutto al meglio avete due opzioni: utilizzare gli stick analogici per muovere l'inquadratura a 360° o il giroscopio di Switch. Questa seconda opzione è sicuramente suggestiva ma senza ombra di dubbio meno pratica e alla lunga anche un po' stancante. Lo zoom, attivabile con la pressione di un tasto dorsale, risulta invece fondamentale per aumentare le dimensioni del soggetto ma penalizza un po' l'eventuale inclusione di "bersagli" multipli. La scelta ovviamente spetta a voi, ma avrete ben altri trucchetti a disposizione per ottenere i risultati migliori.

New_Pok__mon_Snap_1
Scatti migliori significano punteggi migliori e l'innalzamento del livello esplorazione, che aprirà le porte a nuovi percorsi.

Ben presto però vi verranno forniti strumenti più o meno tecnologici utili per creare nuove occasioni per qualche foto fuori dal comune. Il primo di questi è il radar, che segnalerà sullo schermo della vostra macchina fotografica la presenza di soggetti ed elementi potenzialmente interessanti e persino alcuni bivi nel percorso che state seguendo. A volte sarà anche utile per interagire direttamente con i Pokémon, alcuni dei quali reagiranno in modi diversi agli impulsi ricevuti.

All'inizio utilizzarlo potrà sembrarvi un po' macchinoso ma proprio in queste occasioni tornerà utile il giroscopio della vostra console, che usato in combo con gli stick aggiusterà più velocemente l'inquadratura. A differenza dei normali zoo a cielo aperto, nei quali è proibito dare da mangiare agli animali, potrete anche utilizzare del cibo per attirare l'attenzione dei Pokémon. Quasi tutti sono particolarmente ghiotti di mele e ritrarli mentre ne mangiano una vi farà guadagnare un bel po' di punti.

Le Sfere Lumina produrranno effetti ancora più particolari sui Pokémon (diciamo paragonabili a quelli di una lattina di Energy Drink) ma anche su i fiori o le piante che troverete in giro, mentre più avanti nel gioco potrete anche aggiungere qualche nota musicale per vedere quali effetti produrrà. In entrambi i casi la regola è una sola: non abbiate paura di sperimentare. La funzione Scan inoltre permette di scoprire informazioni aggiuntive e in alcuni casi di scovare aree segrete che quasi sempre nascondono prede particolarmente ambite.

New_Pok__mon_Snap_2
Le foto possono essere modificate in vari modi e successivamente caricate online nella speranza di ottenere consensi dagli altri giocatori.

Non affrettate i tempi e non imprecate nel caso doveste fallire scatti potenzialmente ottimi, potrete ripetere i tour tutte le volte che volete per migliorare i risultati e far aumentare di livello i percorsi già visitati. Questo amplierà la quantità e varietà di Pokémon presenti, aumentando così la possibilità di scatti ancora più fenomenali.

Al vostro ritorno al Campo Base dovrete scegliere quali scatti proporre a Speculux per ogni specie che siete riusciti a fotografare. Lui assegnerà ad ognuno di essi un punteggio basato su vari fattori: posa del soggetto, vicinanza, direzione rispetto all'obiettivo e altro ancora. Il tutto darà vita ad una valutazione variabile da una a quattro stelle, ulteriormente differenziata nelle categorie bronzo, argento, oro e diamante. Non preoccupatevi se all'inizio non riuscirete ad avere voti particolarmente alti, avrete tempo per scalare le classifiche mondiali. Specialmente all'inizio le situazioni in cui vi imbatterete saranno piuttosto semplici e avrete davvero poche occasioni per fotografare un determinato Pokémon in situazioni particolari.

Non possiamo rivelarvi il numero di "prede fotografiche" disponibili nel gioco ma possiamo dirvi che la selezione è piuttosto ampia. Ne incontrerete di tutti i tipi nel corso delle missioni, che si divideranno in diurne e notturne. A seconda del luogo e del momento in cui inizierete il giro, il panorama che vi troverete davanti potrebbe cambiare radicalmente in quanto i Pokémon andranno avanti nella loro vita seguendo una routine quotidiana abbastanza precisa. Dimenticatevi ad esempio di vedere un Hoothoot sveglio in pieno giorno, al massimo riuscirete a fotografargli la coda mentre sonnecchia nel suo nido.

New_Pok__mon_Snap_3
Percorsi meno battuti e più nascosti portano a possibilità più alte di “catturare” Pokémon più rari in atteggiamenti particolari.

Vi state chiedendo se New Pokémon Snap ha una vera e propria fine? La risposta è affermativa ma ovviamente non possiamo rivelarvi alcun dettaglio al riguardo. Possiamo però dirvi che nel corso del gioco potrete (e dovrete) documentare anche la vita di Pokémon leggendari ma soprattutto verificare l'esistenza del famigerato fenomeno Lumina. A quanto pare nella regione di Lentil si verificano strani eventi che lasciano scie luminose e Speculux è convinto che questi possano portare alla scoperta di specie di Pokémon mai documentate. Ovviamente non vi aspettate di beccarli subito. Ne avvertirete la presenza, ne vedrete alcune tracce durante i vostri giri, soprattutto notturni, ma solo gli esploratori più precisi e attenti riusciranno a scoprire la verità.

New Pokémon Snap ha anche una componente online che purtroppo non abbiamo potuto testare perché questa parte del gioco sarà disponibile a partire dal lancio. Non ci saranno competizioni "sul campo" tra i giocatori, che potranno unicamente confrontarsi con i loro scatti migliori, il punteggio Fotodex totale e in altre classifiche tematiche. Gli iscritti al servizio Nintendo Switch Online potranno inoltre caricare le foto che ritengono più degne di nota e votare quelle degli altri giocatori a suon di Mele d'Oro.

Esteticamente il gioco si presenta piuttosto bene. La natura stessa di New Pokémon Snap, che in sostanza altro non è che una sorta di "shooter" su binari, ha permesso a Bandai Namco di spingere un po' di più l'acceleratore sulla modellazione dei personaggi e sulla creazione di scenari abbastanza suggestivi, specie nelle versioni notturne. La localizzazione italiana è, come sempre nei giochi di questa serie, di ottimo livello.

New_Pok__mon_Snap_4
Oltre ai Pokémon dovrete documentare fotograficamente anche la vegetazione più particolare ed altri elementi degli scenari.

New Pokémon Snap è uno di quei giochi che non richiedono particolari skill e che possono essere gustati a piccoli morsi ma anche in sessioni più prolungate. Alla lunga però le uniche varianti alla formula di base sono rappresentate dalla ricerca dei Pokémon più rari o dai tentativi di realizzare foto con valutazioni più alte per arricchire l'album e scalare le classifiche... il rischio monotonia sul medio termine quindi non è assolutamente da escludere.

Ai tempi dell'uscita per Nintendo 64 l'idea alla base del gameplay di Pokémon Snap fu sicuramente intrigante e innovativa e attirò l'attenzione anche di chi, fino a quel momento, non aveva avuto a che fare con la serie. A distanza di così tanto tempo, però, il mondo dei videogiochi è cambiato totalmente e le novità introdotte in questa nuova versione non ci sembrano sufficienti ad attirare un nuovo pubblico particolarmente vasto.

Stiamo parlando di un prodotto tarato con precisione su una determinata audience: in prima linea troviamo i fan sfegatati dei Pokémon, quelli che tengono un santino di Ash Ketchum nel portafogli e allevano pesci rossi nella speranza di veder evolvere un Magikarp. Il gioco tuttavia potrebbe piacere anche a quei giocatori alla ricerca di un'esperienza leggera, divertente e senza troppe complicazioni, alla Animal Crossing diciamo.

A tutto il resto del pubblico New Pokémon Snap sembrerà forse un titolo fuori luogo in tempi in cui i videogiochi propongono gameplay fruibili a velocità folli, nei quali spesso la componente competitiva è un elemento fondamentale e imprescindibile. Non ce la sentiamo quindi di consigliarlo a chi viva di Pane e Fortnite/Warzone/Etc. o a chi trova i giochi "regolari" dei Pokémon già fin troppo tranquilli, per non dire monotoni.

7 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Daniele Cucchiarelli

Daniele Cucchiarelli

Redattore

Lavora nel giornalismo videoludico da oltre 11 anni. Anche se tutti quelli che lo conoscono gli hanno consigliato di "trovarsi un lavoro serio", resta sempre fedele al suo primo amore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza