Returnal, l'esclusiva PS5 regala 'risultati spettacolari' nell'analisi di Digital Foundry

Un'esperienza intensa.

Returnal è ora disponibile su PlayStation 5 e il gioco ha raccolto molti elogi nelle prime recensioni (qui potete dare uno sguardo alla nostra). Ora però anche Digital Foundry dice la sua e analizza per filo e per segno la nuova fatica di Housemarque.

Secondo quanto riportato, il titolo sulla console next-gen di Sony gira principalmente a 60 fps anche in zone dove ci sono molti effetti particellari, con lievissimi cali tra i 50 ed i 60 fps in alcune sessioni di gioco che però non vanno ad inficiare il gameplay generale. Returnal opera ad una risoluzione di base relativamente bassa, tuttavia gli sviluppatori utilizzano alcune tecniche per aumentare la qualità dell'immagine: il gioco gira prima a 1440p, poi infine a 2160p in modalità checkerboard.

Come annunciato da Sony, Returnal utilizza il ray tracing, ma l'effetto non si verifica nell'ambiente. A quanto pare, il ray tracing nel gioco viene utilizzato per accelerare l'illuminazione globale, ma non vedremo gli "effetti visivi diretti" previsti. In definitiva, il risultato finale con Returnal è uno sparatutto in terza persona visivamente ricco e assolutamente sbalorditivo, una vera interpretazione della next-gen. Di seguito potete dare uno sguardo al video.

Returnal è disponibile da oggi in esclusiva su PlayStation 5.

Fonte: Digital Foundry

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Scarlet Nexus - prova

Alla scoperta dell'action brainpunk che sprizza shonen da tutti i pori.

Articolo | Di che cosa parla veramente Returnal?

Alla scoperta della lore di Atropo fra sogno, realtà e un tempo spiroidale.

Returnal - recensione

"PlayStation? Grandi esclusive ma tutte troppo simili" cit.

Commenti (23)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza