Xbox ha sempre venduto console in perdita. Profitto? Nemmeno l'ombra

Lo rivela la vicepresidente di Xbox Lori Wright.

La vicepresidente di Xbox, Lori Wright, è stata chiamata a testimoniare nel caso giudiziario Epic vs. Apple come testimone di terze parti e ha fornito informazioni sul mercato dei giochi.

La sua testimonianza ha fatto luce su alcuni dei meccanismi interni di Xbox, incluso il modo in cui Xbox non ha mai realizzato un profitto con gli hardware attraverso nessuna delle iterazioni Xbox.

L'avvocato di Epic Wes Earnhardt ha iniziato una serie di domande sulla redditività hardware. Earnhardt ha chiesto a Wright: "Quanto margine guadagna Microsoft sulla vendita di console Xbox?" E Wright risponde: "Non guadagnamo. Vendiamo le console in perdita".

"Per essere chiari, Microsoft ha mai guadagnato un profitto dalla vendita di una console Xbox?"

"No", ha risposto Lori Wright.

1574952744_Marchi_Microsoft_Nuovo_logo_Xbox_quotBolderquot

Wright spiega che Microsoft continua a vendere console in perdita perché il suo modello di business è concepito per offrire "un'esperienza di gioco end-to-end" e che l'hardware è "fondamentale per offrire tale esperienza di gioco". Queste esperienze includono servizi come giochi, Xbox Live Gold e Xbox Game Pass

Come notato da Protocol, le domande di Epic sulla redditività hardware dovevano dimostrare che mentre i produttori di console hanno una giustificazione per la quota di entrate del 30%, in quanto è una fonte di entrate primaria per loro, i produttori di smartphone come Apple non hanno una ragione così valida per i loro modelli di quota di entrate.

L'hardware per videogiochi è sempre stato generalmente venduto in perdita, salvo un paio di casi. Nintendo, ad esempio, storicamente non ha cercato di subire perdite hardware e realizza un profitto sui sistemi venduti, incluso Nintendo Switch. Anche PS4 di Sony è stata redditizia, secondo l'analista Daniel Ahmad.

Come parte della testimonianza di Wright, altri documenti di Xbox mostrano alcuni dei meccanismi interni dell'azienda, inclusa l'analisi di Xbox di The Last of Us Part 2, così come alcune delle aspettative dell'azienda riguardo all'uscita nel 2020 di The Legend of Zelda : Breath of the Wild 2.

Fonte: IGN.

Vai ai commenti (14)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (14)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza