Diablo II Resurrected più facile? No, 'più accessibile'

Modernizzare l'esperienza senza distorcerla.

Diablo 2 Resurrected ha ricevuto la sua prima technical alpha poche settimane fa e Blizzard sta iniziando ad esaminare attentamente il feedback di chi ha provato questa versione. Durante un'intervista, lo sviluppatore Rob Gallerani ha dichiarato quali sono stati i suoi primi pensieri su questa versione di prova.

Innanzitutto, secondo quanto riferito, ci sono ancora alcune cose da migliorare e che il team farà di tutto per mantenere l'essenza del gioco originale. I miglioramenti riguardano principalmente la sua accessibilità: un giocatore attuale non ha le stesse aspettative e la stessa pazienza di un giocatore del 2000. Le piccole cose quindi saranno riviste, ma l'obiettivo è quello di non cambiare tutto, dato che la più piccola modifica può capovolgere l'intera esperienza.

"Il gioco è ancora in fase di sviluppo, siamo solo alla technical alpha e anche a livello di design, abbiamo molte riflessioni sulle aggiunte riguardanti il ​​comfort di gioco, su come possiamo migliorarlo". La sfida qui è rendere il titolo più accessibile, ma non più facile: "Il limite che ci siamo prefissati non è quello di rendere il gioco più facile. Vogliamo restare fedeli. C'è una differenza tra rendere il gioco più accessibile e renderlo più facile".

Pertanto, alcune cose rimarranno invariate, come la fornitura di frecce o l'inventario limitato, cose che a volte mettono i giocatori in situazioni difficili. Diablo 2 Resurrected è a metà strada tra il remake e la versione rimasterizzata. Remaster, perché il gioco rimarrà quasi lo stesso di allora e remake perché tutta la grafica è stata creata da zero. La sua uscita è ancora prevista per la fine dell'anno, ma attualmente non c'è ancora una data di uscita specifica.

Fonte: Gamespot

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza