Dying Light 2 svela tanti dettagli su fazioni, eventi open world e il ritorno di personaggi del primo capitolo

Techland risponde ai fan. 

Lo sviluppatore di Dying Light 2, Techland, ha pubblicato un nuovo video AMA che risponde alle domande più frequenti sul suo prossimo gioco. Il video non tocca tanti argomenti di gioco come l'ultimo AMA, ma si concentra invece sui personaggi, sulla storia e le varie fazioni.

Con Dying Light 2 ambientato diversi anni dopo Dying Light 1 e in un'altra parte del mondo, i fan del franchise erano ansiosi di sapere se qualche personaggio tornerà. Tymon Smektała, lead game designer di Dying Light 2, ha risposto dicendo che non vedremo alcun volto familiare di Dying Light 1 tornare. "Dying Light 2 si svolge in un luogo completamente diverso e parecchi anni dopo gli eventi del primo", ha detto Smektała. "Per questo motivo, non incontrerai personaggi di ritorno dal primo gioco."

Ciò non significa che i personaggi o le fazioni precedenti saranno totalmente assenti però. Kyle Crane, il protagonista del primo gioco, ad esempio, non apparirà ma sarà menzionato in Dying Light 2.

Allo stesso modo, apparirà anche il Global Relief Effort di Dying Light 1, anche se principalmente sotto forma di eventi free-roam. Rispondendo a un'altra domanda sull'abbondanza di eventi in Dying Light 2, Julia Szynkaruk ha detto: "Ci saranno molti più eventi open world in Dying Light 2. Non solo avremo un mondo vivente con incontri ovunque, ma potrete anche esplorare nuovi luoghi come GRE Quarantines o Dark Places".

L'AMA ha anche parlato delle fazioni del gioco, fornendoci alcuni dettagli specifici su ciascuna e su come i giocatori interagiranno con esse. Ci sono due fazioni principali con cui i giocatori possono schierarsi: i Peacekeepers e i Survivors. Il primo è un gruppo che vuole eliminare ogni contagiato possibile, ed è stato descritto da Smektała come un "regime militarista". I Survivors d'altra parte sono più focalizzati sulla comunità e danno la priorità alla sopravvivenza e all'adattamento al mondo post-apocalittico sopra ogni altra cosa. Lavorare con loro farà guadagnare ai giocatori equipaggiamento aggiuntivo nel mondo aperto di Dying Light 2.

C'è anche una terza fazione in Dying Light 2: i Renegades. Questi sono i "villain" del gioco, un gruppo ostile contro cui i giocatori combattono qualunque cosa accada. Detto questo, i giocatori apparentemente avranno opzioni per affrontarli, che potrebbero essere legate alla fazione con cui si schierano.

Fonte: Gamespot.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pių rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Dying Light 2 Stay Human e il suo vasto mondo protagonisti del nuovo episodio Dying 2 Know

Ecco quando verrā trasmesso il nuovo video su Dying Light 2.

The Last of Us ha ispirato il personaggio di Rahul Kohli nella serie Netflix Midnight Mass

Il personaggio di Midnight Mass ispirato da Joel di The Last of Us.

Negative Atmosphere č un indie che si rifā a Dead Space...ma con esoscheletro

Negative Atmosphere ha fatto un bel balzo avanti dal 2019.

Alan Wake Remastered potrebbe uscire anche su Switch

La versione Switch di Alan Wake Remastered spunta in rete.

Articoli correlati...

The Medium (PS5) - recensione

Un'antica minaccia, in una nuova edizione.

Dead Space č tornato! L'annuncio e il primo trailer

Il sogno di tantissimi fan si č avverato.

Silent Hill in arrivo? Konami stringe un accordo con Bloober Team!

Konami e il team di The Medium "collaboreranno alla produzione di nuovi contenuti".

Raccomandato | Resident Evil Village - recensione

'Ethan Winters, vediamo cosa ti rende cosė speciale.'

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza