God of War Ragnarok rinviato e cross-gen? Alanah Pearce insultata pesantemente. Cory Barlog: 'queste sono STRO***TE'

Fino a che punto pu˛ spingersi la gente.

In questi giorni, la notizia che ha fatto il giro del mondo è legata al rinvio di God of War Ragnarok. Non solo, ma il gioco sarà cross-gen, cioè arriverà sia su PlayStation 4 che su PlayStation 5.

Purtroppo, alcuni giocatori hanno reagito male a queste due notizie e tra loro qualcuno si è lamentato direttamente con i membri di Santa Monica Studios, in particolare la recente arrivata Alanah Pearce che ha ricevuto messaggi alquanto disgustosi: Pearce ha pubblicato un tweet cercando di sdrammatizzare su quanto le è stato detto, paragonandolo ad una sorta di rito di iniziazione nel mondo dell'industria videoludica, ma i messaggi che ha ricevuto fanno davvero ribrezzo. Ciò è bastato per far andare su tutte le furie Cory Barlog il quale attraverso Twitter ha difeso Pearce e tutto il suo team di sviluppo.

Con un post Barlog ha dichiarato: "Gente, davvero, queste sono STRO***TE! Se volete essere arrabbiati con qualcuno per tutto ciò che è correlato a God of War - il rinvio, PS4/PS5, le dimensioni dei sottotitoli, qualsiasi cosa - prendetevela con me. Non date fastidio alla squadra, sono tutte persone molto brave che fanno un ottimo lavoro".

Come potete vedere dal tweet sopra, in seguito si è unito anche Raf Grassetti, art director del gioco, che è stato ancora più chiaro, affermando che non si tratta di un attacco allo studio stesso, ma alle sviluppatrici donne. "Non suona come un attacco alla squadra, suona come un attacco alle donne. Che si fotta lui e chiunque abbia un qualche tipo di odio verso le donne sviluppatrici".

God of War Ragnarok uscirà nel 2022 sia su PlayStation 4 che su PlayStation 5.

Fonte: Twitter

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo Ŕ... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrÓ essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening Ŕ vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

SarÓ un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (54)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza