Samurai Warriors 5 - prova

Un nuovo inizio per un franchise storico.

Abbiamo avuto la possibilità di testare con mano le prime ore di gioco di Samurai Warriors 5, ultima fatica videoludica di Omega Force e Koei Tecmo, ormai in dirittura d'arrivo sul mercato fisico e digitale di tutto il mondo.

Il titolo è stato concepito come un vero e proprio reboot della serie, con una trama originale, character design dei personaggi rivisitato e uno stile grafico diverso da quanto visto nei giochi precedenti, ovvero un cel-shading ispirato allo stile di pittura tradizionale nipponico.

Come da tradizione, Samurai Warriors 5 presenterà una forte componente narrativa. Ambientara nell'era Sengoku, la storia verrà vissuta principalmente da due punti di vista diversi: quello di Nobunaga Oda e quello di Mitsuhide Akechi. Non mancheranno, come sempre, le costanti interazioni fra tutti gli ufficiali presenti sul campo di battaglia, come anche la possibilità di far interagire ognuno dei personaggi fra loro sbloccando eventi speciali, una volta raggiunto il giusto livello di familiarità.

1
Samurai Warriors 5 mantiene alta la tradizione del franchise, con le sue centinaia di nemici a schermo contemporaneamente.

Il titolo, disponibile solo in lingua inglese, presenta due modalità principali: la Musou Mode, che corrisponde a una classica modalità Storia e la Citadel Mode. Quest'ultima è molto importante ai fini del potenzialmente del party, ma ci riserviamo di discuterne in modo approfondito in sede di recensione.

La modalità storia è suddivisa in capitoli, a loro volta composti da stage; dalla nostra prova, le mappe ci sono parse ben realizzate e non troppo dispersive, con un buon livello di dettaglio ambientale, se si considera che solitamente i musou peccano proprio sotto questo aspetto... il tutto accompagnato da un solido framerate di 60fps. Ogni livello va giocato per la prima volta con i personaggi legati agli eventi di trama, ma potrà essere rivisitato in Free Mode con qualunque (o quasi) altro personaggio del roster; inoltre, è possibile affrontare i livelli in cooperativa con un altro giocatore, sia online che in locale a schermo condiviso.

Rispetto al titolo predecessore, Samurai Warriors 5 presenta un minor numero di personaggi giocabili: 27 principali e 10 di "supporto". È quasi certo, tuttavia, che nuovi ufficiali si aggiungeranno in futuro tramite aggiornamenti, DLC e rilascio di nuove versioni del titolo.

Il sistema di combattimento si attiene alle classiche meccaniche da musou game, ma con alcune piacevoli novità: oltre alla classica combinazione di attacchi leggeri e pesanti, Musou Attack e Rage Mode, sarà possibile effettuare gli Hyper Attack, attacchi molto veloci che fanno coprire una grande distanza al personaggio, rivelandosi utilissimi per mantenere attivo il contatore combo. Sono molto utili per dare inizio a un combattimento e si possono concatenare alle classiche combinazioni di attacchi standard.

L'altra, importante novità riguarda le Ultimate Skill, vere e proprie abilità equipaggiabili fino a un massimo di quattro per ciascun personaggio. Buona parte di esse sono comuni ai vari ufficiali, anche se alcuni ne posseggono di uniche; le abilità richiedono un tempo di ricarica prima di poter essere impiegate una seconda volta e possono essere offensive (attacchi con effetti speciali o ad area), di potenziamento temporaneo delle statistiche del personaggio (attacco, difesa, velocità di movimento) o di supporto e recupero, in grado quindi di ripristinare la salute o la Barra Musou dell'ufficiale.

2
Il design dei personaggi è stato rivisitato rispetto ai titoli precedenti e lo stile si rifà alla pittura tradizionale giapponese.

Le Ultimate Skill sembrano un'interessante introduzione, soprattutto vista la possibilità di poter creare combo di effetti utilizzandone due o più consecutivamente. Bisognerà chiaramente aspettare di poter analizzare il titolo in modo più completo per poterne giudicare l'effettivo peso nell'equilibrio di gioco.

Da quanto provato nel corso delle nostre prime ore di gioco, Samurai Warriors 5 ha tutte le carte in regola per ravvivare il gameplay tipico dei musou game, introducendo nuove meccaniche più vicine ai classici titoli action, ma contemporaneamente mantenere ianlterato lo stile e i capisaldi del franchise di cui fa parte. Vi rimandiamo, ovviamente, alla nostra futura recensione per un giudizio più completo e definitivo.

Samurai Warriors 5 sarà disponibile in tutto il mondo a partire 27 luglio 2021 su PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Lara Arlotta

Lara Arlotta

Redattore

Scrive, blatera e videogioca, spesso contemporaneamente e da oltre due decenni. L'unico modo per fermarla è darle da mangiare, ma l'effetto è solo temporaneo. Sono ancora in corso delle indagini confidenziali per comprendere se si tratti di un essere umano o di una credibile riproduzione, inviata nell'era contemporanea da una civiltà eternauta.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza