'Final Fantasy XIV sarebbe stato un fallimento enorme senza World of Warcraft'

Secondo Naoki Yoshida il gioco di Blizzard ha 'salvato' l'MMORPG di Square Enix.

Il producer e creative director di Final Fantasy XIV, Naoki Yoshida, ha rivelato in una recente intervista che World of Warcraft di Blizzard è stato fondamentale per riprogettare l'MMORPG di Square Enix.

Lo sviluppatore ha ammesso che se non ci fosse stato l'amato titolo di Blizzard, la rinascita di FFXIV non sarebbe stata possibile.

"L'originale FFXIV è stato un fallimento di proporzioni senza precedenti e mi è stato affidato il compito di salvarlo", ha detto Yoshida.

"Quando prendi l'iniziativa per rilanciare un progetto fallito, non penso che tu possa permetterti di avere in mente il tipo di gioco che vorresti creare come motivazione. Ma stavo giocando a WoW e l'ho usato come forma di studio. Ho distribuito ciò che avevo imparato attraverso i vari team e insieme abbiamo usato quanto appreso nello sviluppo. Non abbiamo davvero avuto il lusso di portare nel gioco i nostri "mi piace" e "non mi piace"".

"La cosa principale era che volevo che il gioco fosse un MMORPG più basato sulla trama. C'era una forte influenza di FFXI dietro a questo, ma essendo questo un gioco di Final Fantasy, una storia forte era praticamente obbligatoria. Questa decisione non è stata dettata dal mio gusto personale, ma a causa della posizione del titolo nella serie Final Fantasy".

Nel frattempo, vi ricordiamo che l'ultima espansione di Final Fantasy XIV, Endwalker, uscirà il prossimo 23 novembre.

Fonte: PCGamesN.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza