Summer Game Fest 2021: il primo assaggio dell'E3

'Se sai quant'è bello ciò che aspetti, è bella anche la sua attesa'.

Geoff Keighley lo ha fatto di nuovo. Dopo aver lanciato, lo scorso anno, il suo 'Summer Game Fest' come una sorta di evento sostitutivo dell'E3 tristemente cancellato, nel 2021 ha riproposto la stessa formula in veste di antipasto alla kermesse losangelina, un preludio alla tempesta che sta per arrivare. E se queste sono le premesse, non vediamo davvero l'ora di conoscere la portata principale.

Questo articolo nasce dalla precisa volontà di riassumere le circa due ore di show condotte da una delle personalità più influenti dell'intera industria mettendo in luce gli annunci più importanti, le sorprese più succulente e la tanto agognata bomba finale che, almeno per questa volta, non ha disatteso le aspettative.

La carne al fuoco, come dicevamo, è stata davvero tanta e per forza di cose non sarà possibile includere nella nostra disamina tutti i singoli annunci che si sono susseguiti sul palco. Ecco dunque i punti salienti di questo Summer Game Fest 2021 appena concluso, quelli che più ci hanno colpito e il singolo titolo che ci ha fatto saltare dalla sedia.

Tiny Tina's Wonderlands

L'evento si è aperto con un reveal già ampiamente anticipato negli scorsi giorni dal teaser #BeChaoticGreat apparso sulle pagine social di Gearbox. Tiny Tina's Wonderlands è il nome del nuovo spin-off incentrato su uno dei personaggi più amati del ben più famoso Borderlands.

Il trailer mostra un'ambientazione fantasy/medievale che attinge a piene mani dall'immaginario tipico dei tabletop come Dungeons & Dragons, reinterpretata secondo i canoni scanzonati e sopra le righe del celebre loot-shooter di Gearbox.

A quanto emerge, Tiny Tina's Wonderlands fonderà questo tipo di setting con personaggi in grado di impugnare armi da fuoco e lanciare incantesimi di varia natura per creare un prodotto potenzialmente ancora più esplosivo e fuori di testa rispetto alla serie principale.

Il titolo è atteso per i primi mesi del 2022 su PS4/PS5, Xbox Series X|S, Xbox One e PC.

Metal Slug Tactics

La seconda sorpresa della serata è stata Metal Slug Tactics, una rilettura in chiave strategica di uno dei più famosi shooter arcade degli anni '90. Si tratta di un prodotto dall'impostazione assimilabile a quella vista in XCOM o nel più recente Gears Tactics che mira ad espandere il popolare brand di SNK offrendo un punto di vista differente sui combattimenti tra la Ribellione e l'Esercito Regolare.

La visuale abbandona la tradizionale impostazione laterale per diventare isometrica, il gameplay sacrifica l'azione più pura e rumorosa sull'altare dell'approccio più tattico e ragionato.

Riuscirà questa nuova fatica di Dotemu e Leikir Studio a convincere anche lo zoccolo duro dei fan più hardcore? Ai posteri l'ardua sentenza.

Sebbene non ci sia ancora una data d'uscita stabilita, dovrebbe mancare poco al ritorno di Marco, Eri, Fio e Tarma su PC.

Death Stranding: Director's Cut

Che evento di Geoff Keighley sarebbe senza il 'momento Hideo Kojima'? Il leggendario game designer giapponese e il conduttore del Summer Game Fest condividono una lunga storia di amicizia, pertanto era piuttosto facile prevedere un intervento da parte di Kojima anche in questa seconda edizione della kermesse.

Il creatore di Metal Gear Solid ha affermato di essere stato costretto a modificare radicalmente il suo approccio allo sviluppo videoludico a causa della pandemia che ha scosso il globo in tempi recenti e che si trova ancora nelle fasi più embrionali della progettazione dei suoi prossimi lavori.

Prima di congedarsi, tuttavia, ha voluto mostrare una clip breve, ironica e sfacciatamente citazionista sulla versione Director's Cut di Death Stranding, l'esclusiva PS4 recentemente rilasciata anche su PC. Stando alle prime informazioni, dovrebbe trattarsi di un'edizione riveduta e corretta per PS5 dello stesso gioco apparso sulla scorsa generazione di hardware nel 2019, con qualche contenuto aggiuntivo ad arricchire il pacchetto.

Il gioco è una delle esperienze più inusuali e galvanizzanti che abbiamo potuto provare in tempi recenti, perciò non vediamo l'ora di capire come verrà adattata alla potenza della nuova ammiraglia di Sony.

Certo, verrebbe da chiedersi cosa e quanto sia stato costretto a tagliare Kojima da un gioco scritto e diretto da lui in prima persona, ma se si parla del Maestro possiamo sempre dormire sonni tranquilli.

Prime Matter

Sempre sul palco del Summer Game Fest, il noto publisher Koch Media ha sollevato il sipario sull'etichetta Prime Matter, un programma pensato per promuovere i titoli più importanti del suo portfolio provenienti da sviluppatori sparsi in tutto il globo.

Prime Matter, attualmente, comprende ben dodici titoli in via di pubblicazione tra cui l'RTS Crossfire: Legion di Blackbird Interactive; lo sparatutto Gungrave G.O.R.E. di IGGYMOB; l'action-adventure Scars Above di Mad Head Games; il nuovo capitolo della serie Payday e anche, a sorpresa, una nuova incarnazione dello storico FPS Painkiller.

Ne vedremo delle belle.

The Anacrusis

The Anacrusis è il titolo di debutto di Stray Bombay, un neonato studio di sviluppo statunitense composto da veterani dell'industria precedentemente in forze presso Valve e Riot Games.

Il titolo, sviluppato in esclusiva per l'ecosistema Xbox e per PC è uno shooter cooperativo ispirato a Left 4 Dead che mette fino a quattro giocatori alle prese con orde di alieni famelici dalla difficoltà crescente.

La peculiarità di The Anacrusis è la costruzione procedurale dei livelli che, grazie ad un posizionamento sempre differente di nemici, oggetti e boss, dovrebbe garantire svariate ore di divertimento senza mai affrontare due partite uguali tra loro.

Va detto che il trailer mostrava evidentemente il fianco ad una realizzazione tecnica tutt'altro che entusiasmante ma siamo sicuri che, nei mesi che ci separano dal lancio, Stray Bombay potrà porre rimedio a tali criticità e consegnarci un prodotto di tutto rispetto.

Planet of Lana

Rimanendo in tema Xbox, il Summer Game Fest del 2021 ha dato spazio anche al nuovo titolo del piccolo studio indipendente svedese Wishfully, prodotto dal publisher Thunderful in esclusiva per le console Microsoft.

Planet of Lana ha già conquistato il nostro cuore. L'avventura narra le gesta di una giovane ragazza accompagnata dal suo tenero animale che si lanciano in una missione di salvataggio in un pianeta inospitale, invaso da macchine e creature ostili.

Il titolo è un platformer in 2D realizzato con uno stile artistico irresistibile che lo fa assomigliare ad un dipinto ad acquerello in continuo movimento.

Planet of Lana è atteso per il 2022 su Xbox Series X|S, Xbox One e PC.

Evil Dead: The Game

Evil Dead: The Game segna il ritorno dell'ammazza-demoni più famoso del cinema dopo un lungo periodo di assenza intermezzato da una sporadica apparizione nella Hall of Fame dell'horror di Dead by Daylight.

Ash J. Williams è uno dei protagonisti di questo shooter PvP in terza persona sviluppato da Boss Team Games e Saber Interactive che ci metterà nei panni di alcuni dei personaggi più celebri provenienti dai primi due film di Evil Dead (La Casa in Italia), da 'L'Armata delle Tenebre' e dal serial televisivo 'Ash vs. Evil Dead'.

Il gameplay sembra poter offrire la giusta dose di sangue, violenza e umorismo e, a quanto pare, esiste anche una modalità in cui un giocatore potrà assumere il ruolo di demone Kandariano e dare la caccia ai malcapitati.

Evil Dead: The Game è atteso per il 2021 su PS4/PS5, Xbox Series X|S, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

Elden Ring

E per finire, la proverbiale bomba atomica a chiusura dell'evento. Dopo oltre due anni di attesa, dopo un quantitativo imbarazzante di leak, rumor e voci di corridoio, Elden Ring è finalmente apparso sul palco del Summer Game Fest con un trailer mozzafiato che ha iniziato a dissipare la coltre di mistero che aleggiava attorno al nuovo progetto di From Software.

Hidetaka Miyazaki, già artefice della saga di Dark Souls, di Bloodborne e del GOTY 2019 Sekiro: Shadows Die Twice, unisce le forze con George R.R. Martin, l'autore de 'Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco' da cui è stata tratto il kolossal di HBO Game of Thrones.

Elden Ring appare come la summa maxima dell'esperienza di Miyazaki, l'opera definitiva di uno dei più eclettici creativi dell'intera industria nonché, ovviamente, come uno dei videogiochi più evocativi degli ultimi tempi.

Le ambientazioni, i personaggi e le atmosfere di Elden Ring sono esattamente ciò che i fan di From Software hanno a lungo bramato e la buona notizia è che non ci sarà da attendere ancora molto per metterci le mani sopra: il gioco uscirà su PC e console a gennaio del 2022.

Qualcuno potrebbe obiettare che il gameplay sembra fin troppo simile ai titoli passati di Miyazaki e del suo team ma... siamo davvero sicuri che questo sia un male?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Redattore

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ciò che è entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza