Oculus e la VR con la pubblicità all'interno dei giochi? I giocatori sono infuriati e c'è già il primo dietrofront

Facebook l'ha fatta fuori dal vaso.

Facebook aveva annunciato in precedenza di voler testare annunci pubblicitari all'interno dei giochi VR che girano sui visori Oculus. Ebbene, avevamo già riportato che Blaston di Resolution Games era tra i primi ad avere questo tipo di pubblicità, ma il test è durato poco perché lo studio di sviluppo ha deciso di ritirare il gioco.

Il motivo è semplice: i giocatori in seguito a questa scelta hanno chiesto rimborsi e hanno criticato il meccanismo. Attraverso Twitter, lo sviluppatore di Blaston ha dichiarato: "Dopo aver ascoltato il feedback dei giocatori, ci rendiamo conto che Blaston non è la soluzione migliore per questo tipo di test pubblicitario. Pertanto, non abbiamo più intenzione di implementare il test. Per chiarire, ci rendiamo conto che Blaston non è la soluzione migliore per questo tipo di test pubblicitario. In alternativa, stiamo cercando di vedere se è fattibile spostare questo piccolo test temporaneo nel nostro gioco gratuito, Bait! prossimamente".

Anche se Facebook aveva precedentemente affermato che non avrebbe utilizzato i dati personali come lo scambio di messaggi su Messenger per indirizzare la pubblicità presente nei visori, il sistema di annunci ha accesso ai dettagli sul profilo Facebook dei possessori del visore (che è necessario per accedere a Oculus), oltre alla cronologia degli acquisti fatti nel negozio Oculus.

Facebook deve ancora dichiarare quali saranno i giochi che avranno al loro interno la pubblicità: almeno con Blaston, le cose non sono andate bene. Sarà per il prossimo gioco.

Fonte: Eurogamer.net

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza