Assassin's Creed Infinity non Ŕ Destiny o Anthem e non Ŕ la fine dei capitoli single-player

"C'Ŕ troppo pessimismo intorno al progetto" per Jason Schreier.

Sin dalla pubblicazione del report di Jason Schreier e dalle successive, prime conferme di Ubisoft, Assassin's Creed Infinity ha suscitato più di una perplessità in parecchi fan della saga. Nonostante la mancanza di dettagli l'accostamento ai live service e soprattutto a titoli come Fortnite e GTA Online ha seminato un certo malcontento.

Oggi Jason Schreier ha condiviso alcuni interessanti dettagli sul progetto rivelando anche una finestra di lancio piuttosto lontana ma proprio nelle ultime ore il giornalista di Bloomberg ha deciso di tornare sull'argomento per cercare di mettere i puntini sulle i.

"Sto vedendo parecchio pessimismo in giro e quindi vorrei ancora sottolineare: il fatto che Assassin's Creed Infinity sia live service non significa che si tratti di Destiny o Anthem. Molto probabilmente ci saranno ancora progetti di Assassin's Creed narrativi e single-player, semplicemente faranno parte di Infinity.

"A conti fatti se tutto procederà per il meglio (mancano ancora diversi anni) Ubisoft potrebbe sperimentare con contenuti più piccoli e gli sviluppatori non sentiranno più la necessità di creare solo giochi lunghi 500 ore dato che questi progetti faranno parte di una piattaforma in evoluzione piuttosto che di un'uscita separata e mastodontica nel periodo autunnale di ogni anno".

Assassin's Creed Infinity sembra quindi assumere i contorni di un cambiamento importante per la serie ma si tratterebbe di un cambiamento che ha il potenziale per essere decisamente positivo proprio per quei fan che ora come ora temono di perdere le esperienze single-player e narrative che tanto amano.

Se Assassin's Creed Infinity non verrà lanciato prima del 2024 la strada è ancora decisamente lunga ma sarà indubbiamente interessante capire in dettaglio vantaggi e svantaggi di questo modello potenzialmente rivoluzionario per l'IP più importante della compagnia francese. Quali sono le vostre prime impressioni?

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.

Contenuti correlati o recenti

God of War Ragnarok: Thor grasso? '╚ il meglio della potenza maschile' per un campione di powerlifting

Il Thor di God of War Ragnarok Ŕ meglio di quello Marvel a quanto pare.

Kena: Bridge of Spirits Ŕ imminente e gli sviluppatori ci raccontano come Ŕ nata la protagonista

Kena: Bridge of Spirits sbarcherÓ su PC e PlayStation la prossima settimana.

Skull and Bones in un leak che svela una marea di dettagli su navi, mondo di gioco e gameplay

Lo sviluppo di Skull and Bones sembra procedere bene ma l'uscita...

Articoli correlati...

Horizon VR insieme a Horizon Forbidden West? Firesprite sarebbe al lavoro su un titolo per PlayStation VR 2

La serie Horizon potrebbe arrivare anche nella realtÓ virtuale per un rumor.

Lost in Random - recensione

Un mondo a sei facce con molto stile.

Psychonauts 2 - recensione

Psychonauts 2 Ŕ un altro folle viaggio firmato Tim Schafer.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza