GTA Vice City su Switch č una chicca

Ma no, Rockstar non c'entra.

GTA Vice City è uno di quei titoli del passato che, ogni tanto, è bello rigiocare. Rockstar lo sa benissimo, ecco perché è possibile ottenerlo su tutte le console moderne, come PC, Playstation, Xbox e perfino dispositivi mobile.

Alla lista, tuttavia, manca un nome: Nintendo Switch.

Per quanto la console ibrida Nintendo sia più che sufficiente per gestire un titolo dell'era PS2, si tratta dell'unica piattaforma in cui GTA Vice City non è reperibile.

Rockstar non ha mai voluto portare i suoi GTA più vecchi sulla console, per questo motivo, nel tempo, diversi hacker e sviluppatori amatoriali hanno cercato di realizzare un port non ufficiale.

Purtroppo, per ottenere dei risultati, bisognava effettuare il reverse-engineering del codice sorgente e questo rappresenta un grande problema a livello legale.

Non a caso, un gruppo di fan era effettivamente riuscito a ricreare gran parte del codice sorgente di GTA III e Vice City, ma quando decisero di caricare i flie ottenuti su GitHub, la compagnia madre di Rockstar, Take-Two Interactive, non ha esitato a colpire i responsabili per infrazione di copyright DMCA.

Da quel momento, solo silenzio...almeno fino a poche settimane fa: sembra infatti che le due versioni di GTA III e Vice City, create tramite reverse-engineering, siano tornate online, in seguito alla contestazione dell'accusa DMCA.

E, qualche giorno fa, i lavori di porting sono stati ultimati e ora i due capitoli GTA sono (non)ufficialmente disponibili per Switch.

GTA_Vice_City_Nintendo_Switch_port

Cosa è accaduto? Secondo le regole del DMCA, i file rimossi possono tornare online se non c'è stata alcuna azione legale entro 10 o 14 giorni. Sembra che Take-Two, nonostante tutto, non abbia fatto scendere in campo gli avvocati e non abbiano mandato alcun cease & desist.

Inoltre, la contestazione firmata dai creatori sostiene che il codice sorgente dei due capitoli di GTA in questione non sarebbe più sotto copyright o comunque sfruttabile tramite fair use. Altro dettaglio importante: la presenza di questi porting Switch non creerebbero danni economici a Take-Two, in quanto per funzionare necessitano comunque dei file originali del gioco su PC.

In altre parole, se volete GTA su Switch, in aggiunta alle versioni create da questi hacker, dovete obbligatoriamente essere in possesso del gioco originale su PC.

A quanto pare, la situazione sembra stabile, anche a livello legale, ma se Rockstar o Take-Two volessero, potrebbero pensare a qualsiasi cavillo legale per cancellare il progetto definitivamente.

Fonte: DualShockers

Contenuti correlati o recenti

Monster Hunter Rise: Sunbreak č una nuova espansione annunciata con trailer e finestra di lancio

Capcom e Nintendo svelano il DLC Sunbreak per Monster Hunter Rise.

Bayonetta 3 supera tutte le aspettative per il suo papā Hideki Kamiya

Bayonetta 3 č stato finalmente mostrato, con soddisfazione del suo creatore.

God of War Ragnarok, il trailer analizzato da uno storico di mitologia norrena

Tutti gli elementi nel trailer di God of War Ragnarok sono fedeli alla storia?

Articoli correlati...

Bioshock 4 e Bioshock Remastered potrebbero uscire nel 2022

Dal recente leak Nvidia spunta anche un possibile Bioshock 4.

Raccomandato | Deathloop - recensione

Deathloop č una meravigliosa e psichedelica chimera videoludica.

Alan Wake Remastered č realtā ed ha anche una finestra di lancio!

Per la prima volta Alan Wake arriverā anche su console PlayStation.

Project Magnum č uno shooter sci-fi per PS5 e PS4 davvero spettacolare nel nuovo trailer

Diamo uno sguardo all'interessante Project Magnum previsto anche per PC.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza