Psychonauts 2 - prova

Fantasia, ultima frontiera...

Chi è abbastanza vecchio da ricordare tutte le tappe della carriera di Tim Schafer probabilmente non ha bisogno di un incentivo per mettere questo gioco nella sua wishlist. La sua carriera pre e post-Double Fine parla da sola, questo geniale game designer ha raggiunto picchi di creatività che pochi altri colleghi possono vantare e ora ci sta per proporre il sequel di uno dei suoi titoli più amati, che all'epoca della sua uscita purtroppo non conobbe il successo che avrebbe meritato. Preparatevi perché sarà un viaggio davvero particolare che difficilmente dimenticherete.

Prima di raccontarvi la nostra esperienza nei folli corridoi mentali di Psychonauts 2 ci permettiamo di consigliarvi (se non lo avete già fatto) il recupero del primo capitolo, che ormai da tempo staziona nell'infinita ludoteca digitale del Game Pass. Sarà un'esperienza diversa dal solito, o in alternativa un gustoso e divertente ripasso, che vi preparerà alle nuove e bizzarre avventure di Razputin Aquato, Raz per gli amici.

1
Un tunnel pieno di denti e attrezzi da dentista. Per molti è un incubo ricorrente, in Psychonauts 2 è solo l'inizio.

In questa nuova avventura troverete un Raz più maturo e consapevole dei suoi poteri. Il suo sogno di entrare nella schiera degli Psiconauti è diventato realtà, ma non è esattamente quello che si aspettava. Un barboso lavoro da scrivania? Non sia mai... Raz vuole azione, vuole entrare nella testa della gente e risolvere i loro problemi, per quanto bizzarri siano. Troverà pane per i suoi denti fin da subito, quando sarà costretto ad infilarsi nel cervello di un tizio che sembra uscito dalla fantasia dark di Tim Burton. A dire la verità TUTTO il gioco ha uno stile molto "Burtonesco" e questo non può che essere un bene, giusto?

Torniamo al tizio di prima, si chiama Caligostro Loboto e come tutti i personaggi di Psychonauts è a dir poco particolare ma le vere bizzarrie si nascondono dentro il suo cervello. In questo primo viaggio ci siamo trovati a correre, saltare e combattere in un mondo fatto di... denti. Molari e canini diventano delle piattaforme su cui saltare, dentiere ballerine che minacciano il nostro incedere e sentieri nascosti dietro ritratti inquietanti. Un primo livello che funge da tutorial "fluido", ma che fa capire fin da subito quale sia il mood generale: quello di un viaggio psichedelico che non fareste neanche dopo un cocktail di sostanze psicotrope.

Il tutto è legato anche da una trama apparentemente molto articolata ed interessante, che va a scavare nelle gerarchie degli Psiconauti. C'è qualcosa di losco nell'associazione e ovviamente spetterà a Rasputin scoprire di cosa si tratta, cercando nel frattempo di capire di quali figure può fidarsi o meno. Nel corso delle missioni scopriremo anche maggiori dettagli sulla sua storia, sulle sue origini... che ovviamente non possono essere "normali".

Per riuscire a portare a termine la sua missione, Raz dovrà imparare a gestire al meglio i suoi poteri, che si faranno sempre più numerosi e potenti. Telecinesi, pirocinesi, lettura del pensiero... ogni abilità può essere utilizzata sia nei combattimenti che nelle fasi di esplorazione e ovviamente può essere potenziata aumentandone potenza, portata e anche differenziandone gli effetti. E poi cos'altro... nonostante ci sia permesso di dire poco o nulla di ciò che abbiamo visto finora, Psychonauts 2 è così pieno di cose che gli spunti non mancano di certo.

In ogni livello dovrete tentare di recuperare un certo numero di "fantasticherie", soggetti luminescenti che rappresentano le visioni del soggetto di cui state esplorando il cervello. Ci sono poi bagagli perduti legati ai ricordi, ma per recuperarli dovrete cercare le opportune targhette. Sono davvero decine gli stimoli che riceverete e con l'aumentare dei livelli di Raz, che amplieranno i suoi poteri, le cose si faranno ancora più incredibili. Ogni minuto qualche dettaglio cattura l'attenzione del giocatore, ma spesso alcune vie vi saranno inizialmente precluse e potrete percorrerle solo dopo che avrete acquisito l'abilità necessaria. Il quartier generale degli Psiconauti fungerà da hub per l'intero gioco e anche lui è discretamente zeppo di segreti da scoprire. Insomma... non ci si annoia mai e non vediamo l'ora di tuffarci nel gioco completo per scoprire quali altre follie il buon Tim e la sua ciurma hanno escogitato.

2
Ogni mondo, pardon cervello, che visiterete sarà pieno di

In molti vedono in Psychonauts 2 una sorta di risposta di Microsoft a Ratchet & Clank: Rift Apart, ma ci sentiamo di raffreddare sul nascere questa ennesima fanta-sfida. Per prima cosa il gioco Double Fine ha iniziato il suo cammino ben prima che Sony annunciasse PS5 e di conseguenza R&C, in seconda battuta stiamo parlando di un titolo cross-gen contro un altro specificamente sviluppato per la new-gen. Ovviamente questo non impedirà ad alcuni di mettere i due titoli su altrettanti piatti della bilancia per soppesarne e confrontarne pro e contro.

Non c'è nulla di male, se il tutto viene fatto con i giusti toni, ma possiamo affermare con assoluta convinzione che pur appartenendo alla stessa categoria Psychonauts 2 e Rift Apart hanno due anime distinte, due stili profondamente diversi. La dove il titolo Insomniac ha puntato fin da subito a diventare una sorta di film Pixar giocabile, uno shooter/platform classico, immediato ed esplosivo, il "rivale" Double Fine tenta di inserirsi nelle sinapsi in modo diverso (come a suo tempo fece il suo predecessore), giocando su interazioni del tutto particolari, su un linguaggio MOLTO sui generis, su continue citazioni e ammiccamenti, e più in generale un gameplay forse meno dinamico ma altrettanto coinvolgente.

Non fate l'errore di sottovalutare e/o snobbare questo gioco. Arriverà in contemporanea con un altro prodotto molto atteso, Kena: Bridge of Spirits, ma possiamo assicurarvi che la sfida tra i due è tutt'altro che scontata... per ora di più non possiamo dire. Psychonauts 2 uscirà il 25 Agosto e sarà incluso nell'abbonamento Game Pass Ultimate della famiglia Xbox. Per ingannare l'attesa potete recuperare (o rigiocare) il primo, psichedelico capitolo, disponibile ormai da tempo nella soft-teca di casa Microsoft e anch'esso compreso nel fantastico servizio GPU o disponibile per l'acquisto a meno di €10.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Daniele Cucchiarelli

Daniele Cucchiarelli

Redattore

Lavora nel giornalismo videoludico da oltre 11 anni. Anche se tutti quelli che lo conoscono gli hanno consigliato di "trovarsi un lavoro serio", resta sempre fedele al suo primo amore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza