PES diventa eFootball e free-to-play: i fan sono infuriati e 'RIP PES' va in tendenza su Twitter

Brutta accoglienza.

Per i giocatori un po' più grandi, Pro Evolution Soccer è un marchio iconico. Tornando ai giorni di PlayStation 2, c'è stato un periodo in cui il franchise calcistico di Konami era più grande persino di FIFA, e mentre è stato in graduale declino dall'era PS3, molti hanno ritenuto che i capitoli più recenti abbiano superato l'alternativa di EA Sports dove contava, ovvero sul campo.

I fan della serie hanno persino apprezzato quello che ha fatto Konami l'anno scorso: eFootball PES 2021 Season Update era effettivamente un aggiornamento del roster ed era un vero e proprio titolo di nuova generazione. Molti di voi ricorderanno il trailer di Lionel Messi, che mostrava i progressi fatti al modello del calciatore.

Anche di recente la rivista PLAY ha incluso un'intervista con gli sviluppatori della serie, che hanno parlato di quanto sarà avanzato il loro primo gioco per PS5. Sebbene ci fossero preoccupazioni per la recente beta pubblicata dal publisher giapponese, molti pensavano che stesse utilizzando il codice smartphone per testare la sua rete, non il gameplay.

Si scopre, in realtà, che è il gioco che Konami ha sempre realizzato, mentre passa a un ecosistema multipiattaforma free-to-play. È una notizia che, francamente, non è piaciuta molto ai fan. La frase "RIP PES" è andata in tendenza su Twitter, mentre la community ufficiale di Reddit è letteralmente infuriata.

Le critiche sono ampie e varie, dal downgrade grafico al fatto che la versione iniziale sembra più una demo che un gioco completo. Il publisher si aspettava qualche contraccolpo, ovviamente, ma sembra davvero che i fan del franchise siano sbalorditi dalla notizia. Alcuni hanno persino preso in giro il nuovo logo di eFootball, trasformando la "E" in un "€" per riflettere il modello di business.

Konami spera, naturalmente, che il free-to-play porti nuovi giocatori alla serie, e quindi probabilmente non sentirà le critiche per ora. Vale anche la pena notare che dobbiamo ancora giocare al gioco finale: potrebbe, dopotutto, essere la più grande simulazione di calcio mai realizzata. Detto questo, la base di fan della serie non è solo molto delusa, ma si sente come se fosse stata ingannata.

Fonte: Pushsquare.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza