Activision Blizzard e le accuse di molestie: 2000 impiegati firmano una lettera che condanna la risposta dell'azienda

"Ripugnante e offensiva".

Aggiornamento: A quanto pare i firmatari sono più di 2000.

News originale: Moltissimi dipendenti di tutta Activision Blizzard hanno firmato e inviato una lettera alla direzione dell'azienda, definendo la sua risposta a una recente causa relativa a molestie sessuali e discriminazioni diffuse in alcuni dei suoi uffici "aberrante e offensiva".

"A seguito dell'annuncio di Activision Blizzard e alla luce della nota interna diffusa da Frances Townsend, un gruppo di oltre 800 dipendenti provenienti da tutta Activision-Blizzard-King e dalle sue sussidiarie si è riunito per agire", ha detto a Kotaku un rappresentante del gruppo. "Durante il fine settimana abbiamo redatto una lettera aperta alla nostra leadership che ora sta raccogliendo firme da tutte le nostre organizzazioni e stiamo lavorando ai prossimi passi".

Quella lettera è stata inviata ai manager, hanno confermato due fonti, una copia completa della quale è stata condivisa con Kotaku:

"Ai leader di Activision Blizzard,"

"Noi sottoscritti concordiamo che le dichiarazioni di Activision Blizzard, Inc. e il loro consulente legale in merito alla causa DFEH, nonché la successiva dichiarazione interna di Frances Townsend, sono ripugnanti e offensive per tutto ciò che riteniamo la nostra azienda dovrebbe rappresentare. Per dirla in modo chiaro e inequivocabile, i nostri valori come dipendenti non si riflettono accuratamente nelle parole e nelle azioni della nostra leadership".

"Riteniamo che queste affermazioni abbiano danneggiato la nostra continua ricerca di uguaglianza all'interno e all'esterno del nostro settore. Classificare le affermazioni che sono state fatte come "distorte e in molti casi false" crea un'atmosfera aziendale che non crede alle vittime. Mette inoltre in dubbio la capacità delle nostre organizzazioni di ritenere gli autori di abusi responsabili delle loro azioni e di promuovere un ambiente sicuro in cui le vittime possano farsi avanti in futuro. Queste dichiarazioni chiariscono che la nostra leadership non sta mettendo i nostri valori al primo posto. Sono necessarie correzioni immediate dal più alto livello della nostra organizzazione".

"I dirigenti della nostra azienda hanno affermato che verranno intraprese azioni per proteggerci, ma di fronte a un'azione legale - e alle preoccupanti risposte ufficiali che ne sono seguite - non confidiamo più che i nostri leader metteranno la sicurezza dei dipendenti al di sopra dei propri interessi. Affermare che questa è una "causa veramente senza merito e irresponsabile", mentre si vedono così tanti dipendenti attuali ed ex parlare delle proprie esperienze in merito a molestie e abusi, è semplicemente inaccettabile".

Activision_Blizzard_editoriale

"Chiediamo dichiarazioni ufficiali che riconoscano la gravità di queste accuse e dimostrino compassione per le vittime di molestie e aggressioni. Chiediamo a Frances Townsend di mantenere la sua parola di dimettersi da Executive Sponsor of the ABK Employee Women's Network a causa della natura dannosa della sua dichiarazione. Chiediamo al team di leadership esecutiva di collaborare con noi su nuovi e significativi sforzi che garantiscano ai dipendenti, così come alla nostra comunità, di avere un posto sicuro dove parlare e farsi avanti".

"Siamo con tutti i nostri amici, compagni di team e colleghi, così come i membri della nostra community dedicata, che hanno subito maltrattamenti o molestie di qualsiasi tipo. Non saremo messi a tacere, non staremo da parte e non ci arrenderemo finché l'azienda che amiamo non sarà un luogo di lavoro di cui tutti possiamo sentirci orgogliosi di far parte di nuovo. Noi saremo il cambiamento".

Il 20 luglio, il California Department of Fair Employment and Housing ha presentato una denuncia contro Activision Blizzard accusando il publisher di Call of Duty e Overwatch di una cultura del posto di lavoro "frat boy" basata su un'indagine di due anni. In risposta. "DFEH include descrizioni distorte e in molti casi false del passato di Blizzard", ha affermato Activision Blizzard in una dichiarazione in risposta, definendolo il lavoro di "burocrati statali irresponsabili".

Nei giorni seguenti, i leader all'interno dell'azienda hanno offerto le proprie risposte. Alcuni hanno definito le accuse nella denuncia "preoccupanti", altri, come Frances Townsend, chief compliance officer di Activision Blizzard, hanno definito la causa "infondata" in un rimprovero inviato allo staff di Activision. Alcuni degli attuali sviluppatori Blizzard hanno iniziato a parlare online per prendere le distanze dalla risposta ufficiale dell'azienda e criticare il modo in cui i leader stavano gestendo la situazione.

UppercutCrit ha riferito che il direttore operativo di Activision Joshua Taub ha tenuto un controverso incontro con 500 dipendenti per discutere della gestione da parte dell'azienda. In esso, apparentemente incoraggiava i dipendenti a lasciare che la gestione di questi problemi rimanesse interna. "Il modo migliore per proteggersi è contattare i supervisori", ha risposto Taub, secondo UppercutCrit.

Vi riporteremo tutti i dettagli sulla vicenda appena sarà possibile.

Fonte: Kotaku.

Vai ai commenti (15)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

PS5: un devkit venduto per €6.000...a Torino e con una fetta di pizza!

Qualcuno ha deciso di vendere su eBay il devkit di PS5 in un modo decisamente particolare...

PlayStation Studios rafforzarsi è la parola d'ordine: nuove acquisizioni praticamente confermate

Il CEO di Sony Pictures Entertainment parla anche di PlayStation.

PS5 ha un video che vi spiega come montare l'SSD M2 aggiuntivo

Sony ha pubblicato un video su una delle caratteristiche più importanti di PlayStation 5.

Articoli correlati...

Commenti (15)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza