Sumo Digital: il director e veterano dell'industria Ian Richardson morto all'età di 53 anni

"Sumo ha perso una delle stelle più brillanti".

Ian Richardson, sviluppatore di giochi e direttore commerciale di Sumo Digital, è morto all'età di 53 anni. Richardson ha fatto parte del settore per oltre 30 anni, principalmente in ruoli di sviluppo aziendale e vendita in studi come Rage, Europress e Ocean Software. Gli ultimi sei anni della sua carriera sono stati trascorsi presso Sumo Digital come direttore dello sviluppo commerciale dello studio. Nel corso della sua carriera, Richardson è stato accreditato su dozzine di giochi, tra cui recentemente come Forza Horizon 4, Forza Motorsport 7, Team Sonic Racing e Snake Pass.

Attraverso un comunicato, Sumo Digital afferma: "A tutti i nostri amici del settore, la terribile notizia di questo fine settimana della scomparsa di Ian Richardson ci ha colpito duramente. Sumo ha perso una delle sue stelle più brillanti. Se n'è andato improvvisamente e troppo presto, i nostri pensieri sono con la sua famiglia e chi lo amava. Molti di voi lo conoscevano, era una persona meravigliosa, premurosa, gentile e molto amata in tutto il settore. Lo sfogo di emozioni sui social media e nelle e-mail e chiamate che abbiamo ricevuto questo fine settimana dai suoi amici in tutto il mondo, è una testimonianza del suo carattere e della sua posizione in un settore di cui ha fatto parte fin dall'inizio".

"L'energia e la dedizione di Ian erano illimitate, per le chiamate mattutine con l'Oriente o le chiamate a tarda notte con l'Occidente, ha sempre trovato il tempo. Amava pianificare i viaggi ed era sempre il primo ad arrivare e l'ultimo a lasciare ogni conferenza o spettacolo sul calendario. Ian conosceva tutti lì e non ha perso un attimo a raggiungerli tutti. Spesso visto al bar alla fine della giornata, un bicchiere di chardonnay in mano e mai senza una storia del settore per intrattenerci tutti. Ian amava lavorare con Sumo e tutti noi lo amavamo molto. Un membro prezioso dell'industria dei giochi e un vero ambasciatore non solo di Sumo, ma anche di SpecialEffect, l'organizzazione benefica a cui ha dedicato così tanto tempo ed energia".

sumo

"La perdita di Ian lascia un vuoto a Sumo, nell'industria e in tutti noi che abbiamo avuto la fortuna di chiamarlo nostro amico. Ci mancherà molto. Speriamo di rivedervi presto e brindare insieme in suo onore".

Fonte: GamesIndustry

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza