World of Warcraft e la rappresentazione del corpo femminile: ex Blizzard si scusa per una pessima risposta di 11 anni fa

Riemerge una clip della BlizzCon 2010.

Una clip del 2010 di una fan che chiedeva a un gruppo di dipendenti Activision Blizzard alla BlizzCon una migliore rappresentazione delle forme del corpo in World of Warcraft è diventata virale negli ultimi giorni. Ora, uno dei relatori nel video si è scusato per i commenti, affermando che il panel non ha preso sul serio la sua domanda.

Nella clip, una donna nota i "personaggi femminili molto forti" in World of Warcraft prima di chiedere quando gli sviluppatori hanno intenzione di introdurre alcune donne che non sembrano essere "uscite da un catalogo di Victoria's Secret". I commenti della donna ricevono immediatamente gli applausi dei fan presenti, seguiti da un'ondata travolgente di fischi. I relatori offrono in seguito risposte sprezzanti alla domanda.

Un relatore chiede: "Cosa intendi?" e un altro dice: "da quale catalogo vorresti che uscissero?" Anche dopo che la donna si è allontanata dal microfono, i relatori continuano a prendere in giro la domanda. Uno di questi è J. Allen Brack, l'attuale presidente di Blizzard. Un altro è Alex Afrasiabi, un ex direttore creativo di World of Warcraft che è stato accusato di molestare dipendenti donne.

Un altro dei relatori, Greg Street, ha recentemente dichiarato su Twitter che vorrebbe aver detto "qualcosa di meglio allora" e che è stata una "risposta pessima". Lo sviluppatore ha affermato che era difficile vedere il volto della donna dal palco. Si è scusato con chi ha posto la domanda, così come con tutti gli altri che sono rimasti delusi dalla risposta. Ha anche detto di trovare il video imbarazzante a livello personale.

Questa clip è circolata in rete in parte dopo la causa di alto profilo intentata contro Activision Blizzard dal California Department of Fair Employment and Housing. L'azienda è stata accusata di molestie seriali, discriminazione e sessismo. Più di mille dipendenti attuali ed ex dell'azienda hanno firmato una lettera aperta che condanna la risposta dell'azienda alla causa, affermando che non saranno messi a tacere.

Fonte: Gamespot.

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Wuchang: Fallen Feathers è un interessante Bloodborne nell'antica Cina in questo lungo video gameplay

Diamo uno sguardo alla splendida ambientazione di Wuchang: Fallen Feathers.

ELEX II ha un nuovo trailer sulla storia tutto da scoprire

Dopo un primo capitolo tra luci e ombre ELEX II potrebbe stupire.

Gamedec, l'RPG investigativo a tinte cyberpunk è ora disponibile

Pubblicato un nuovo trailer di lancio per Gamedec.

Articoli correlati...

Raccomandato | Tales of Arise - recensione

Un gioco di ruolo che riesce a fare contenti tutti.

Articolo | Perché Skyrim ha avuto tanto successo?

Storia di un videogioco immortale lanciato 15 volte su 10 sistemi diversi.

'The Elder Scrolls VI sarà un'esclusiva Xbox, niente PS5'

Jeff Grubb è sicuro che The Elder Scrolls VI approderà solo su Xbox (e PC).

'Dragon's Dogma 2 esiste ed è sviluppato con il RE Engine'

Una nuova generazione di Arisen per il rumor di un noto insider.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza