PS5 ma anche PS4: 'Sony lancerà giochi su old-gen fino al 2023'

Esclusive solo next-gen ma anche cross-gen per Michael Pachter.

PlayStation 5 è in commercio da poco meno di un anno, ma le scorte continuano a non soddisfare l'eccessiva domanda di questa popolarissima console, colpa principalmente della scarsità di chip e semiconduttori che ha messo un freno alla produzione.

Questo significa che, al momento, non sono tanti quelli che possiedono una console PlayStation 5, nonostante Sony abbia dichiarato di averne spedite oltre 10 milioni.

Molto probabilmente, finché i numeri PS5 non saliranno adeguatamente, Sony continuerà ad investire tempo e risorse nei titoli PS4 e nelle esperienze cross-gen, una decisione che potrebbe durare almeno altri due anni. Questa, almeno, è l'opinione del noto analista Michael Pachter.

Secondo Pachter, le intenzioni di Sony sono sempre quelle di vendere un numero elevato di copie dei propri giochi e ciò non sarà possibile solo su PS5, almeno per il momento: per questo, le prossime release più importanti, come ad esempio Horizon e God of War, saranno titoli cross-gen, per sfruttare la base installata di PS4.

"Non possono assolutamente ignorare la PS4 finché non avranno abbastanza PS5 per realizzare i soldi che vogliono da un gioco. Vuoi vendere 3 milioni di unità per finire in pari e se non hai più di 7-8-10 milioni di console la fuori, non ce la farai mai. Ci saranno sempre esclusive all'inizio di un ciclo vitale, perché vogliono che le persone acquistino l'hardware. Quindi è una questione di uova e galline, devi vendere delle uova scontate se volete che le persone comprino delle galline. Questo è quello che accade con le esclusive. Ma i giochi più grandi, se vogliono veramente venderne 20 milioni di copie, devono farlo sia su console vecchie che nuove. In verità, penso che supporteranno PS4 almeno fino al 2023, dieci anni in totale. Quindi penso che inizierete a vedere più esclusive PS5 nel 2022, finché non ci saranno solo esclusive next-gen dal 2023 in avanti.".

Il ragionamento di Pachter ha senso, sebbene i giocatori siano già restii ad accettare le prossime esclusive PlayStation come cross-gen: come reagirebbero se sapessero che dovranno resistere altri due anni?

Purtroppo, finché l'industria non risolverà il problema dei chip, continueremo ad avere meno PS5 in circolazione e questo si tradurrà in una base installata sempre ridotta e, di conseguenza, pochi incentivi nello sviluppare esclusive.

Sarà così? Pachter questa volta ci ha azzeccato?

Fonte: GamingBolt

Vai ai commenti (28)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Marcello Ruina

Marcello Ruina

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (28)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza