Ys IX: Monstrum Nox (Switch) - recensione

L'ultima avventura di Adol diventa portatile.

A distanza di diversi mesi dalla pubblicazione occidentale, Ys IX: Monstrum Nox è finalmente approdato anche su Nintendo Switch. Abbiamo già discusso approfonditamente in passato la versione PlayStation 4 del titolo, per cui oggi ci limiteremo ad analizzare le principali caratteristiche di questa nuova versione.

Per quanto riguarda il contenuto, sull'ibrida Nintendo, Ys IX: Monstrum Nox non presenta alcuna differenza: nessuna missione originale, contenuto tagliato, o DLC esclusivi e, purtroppo, anche in questo caso i videogiocatori italiani dovranno accontentarsi di una localizzazione di testi e sottotitoli in inglese o francese, con la possibilità di scegliere il doppiaggio tra inglese e giapponese.

1
La città di Balduq rimane divertente da esplorare, ma il framerate di gioco su Nintendo Switch tenderà ad arrancare nelle zone più ampie.

Raggiunta la citta di Balduq, Adol Christin viene ingiustamente accusato di essere un soggetto poco di buono e viene quindi imprigionato senza possibilità d'appello; fortuitamente fuggito dalla propria cella, il protagonista incontrerà Aprilis, una strana donna che lo trasformerà in un Mostrum e richiederà il suo aiuto nella sconfitta dei Lemures, creature misteriose provenienti da un'altra dimensione.

Inutile dire che, come in ogni JRPG che si rispetti, la realtà dei fatti è molto più complicata di come possa apparire e toccherà ancora una volta al nostro iconico eroe il difficile compito di risolvere la situazione e poter, finalmente, rimettersi in viaggio senza esser più prigioniero dei confini di Balduq.

Ys IX: Monstrum Nox è un ottimo punto di partenza per approcciarsi alla saga di Ys dato che, a dispetto del numero nove nel titolo, è perfettamente comprensibile e godibile anche per un neofita: i richiami ai giochi precedenti sono numerosi, ma si tratta di citazioni che non limitano in alcun modo l'esperienza.

Chi ha provato e apprezzato il precedente Ys VIII potrebbe rimanere in parte deluso da un netto abbassamento della difficoltà e da quanto Ys IX: Monstrum Nox risulti derivativo in molte meccaniche; per fortuna, non mancano le novità, come l'utilizzo dei Gift dei Monstrum per esplorare Balduq e i suoi dungeon in lungo e largo, oltre a un sistema di combattimento fluido, dinamico ed estremamente appagante. La selezione della difficoltà, inoltre, sopperisce in buona parte alla generale riduzione del livello di sfida.

L'avventura di Ys IX: Monstrum Nox è suddivisa in missioni principali e secondarie, mai di durata eccessiva; per questa ragione, il titolo risulta fruibile tanto in lunghe sessioni di gameplay, quanto in un approccio più mordi e fuggi, perfetto quindi per l'edizione Nintendo Switch.

Il prezzo da pagare, però, sono i numerosi problemi tecnici di framerate instabile, pop-up costante di elementi ambientali e NPC, stuttering e persino brevi freeze del software. Tutto questo era già presente nelle precedenti versioni del gioco, ma in misura nettamente minore, quasi impercettibile nel caso si giocasse su console next-gen.

2
Oltre che nei dungeon, i nemici appariranno spesso anche alla luce del sole, per ostacolare il cammino del protagonista.

Fortunatamente, per qualche ragione i problemi maggiori li abbiamo riscontrati nel corso delle prime ore di gioco e poi limitati giusto a qualche zona particolarmente "affollata" dei dungeon e, in generale, nelle zone sopraelevate di Balduq. In linea di massima, comunque, il gioco difficilmente raggiungerà i 30 fotogrammi al secondo, anche durante la più calma delle passeggiate fra le strade della città.

Su Nintendo Switch, Ys IX: Monstrum Nox non è un titolo al massimo della forma. Era e rimane un prodotto valido, ma ci troviamo comunque davanti a un porting che sarebbe potuto esser fatto meglio. Se siete orgogliosi possessori di una console ibrida Nintendo e il JRPG è uno dei vostri generi prediletti, Ys IX: Monstrum Nox potrebbe assolutamente fare al caso vostro; se invece siete solo curiosi, o avete la possibilità di acquistare il titolo su altre piattaforme, la versione Switch non ricade come la migliore delle opzioni, sempre che in futuro non arrivi qualche aggiornamento a migliorarne la prestazione traballante.

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Lara Arlotta

Lara Arlotta

Redattore

Scrive, blatera e videogioca, spesso contemporaneamente e da oltre due decenni. L'unico modo per fermarla è darle da mangiare, ma l'effetto è solo temporaneo. Sono ancora in corso delle indagini confidenziali per comprendere se si tratti di un essere umano o di una credibile riproduzione, inviata nell'era contemporanea da una civiltà eternauta.

Contenuti correlati o recenti

Raccomandato | Tales of Arise - recensione

Un gioco di ruolo che riesce a fare contenti tutti.

King's Bounty II - recensione

Una bella epopea fantasy nell'RPG King's Bounty II.

Raccomandato | The Ascent - recensione

'Tu appartieni alla corporazione. Potrai sopravvivere senza di essa?'

The Forgotten City - recensione

La Regola d'Oro non perdona.

Articoli correlati...

Raccomandato | Tales of Arise - recensione

Un gioco di ruolo che riesce a fare contenti tutti.

Articolo | Perché Skyrim ha avuto tanto successo?

Storia di un videogioco immortale lanciato 15 volte su 10 sistemi diversi.

'The Elder Scrolls VI sarà un'esclusiva Xbox, niente PS5'

Jeff Grubb è sicuro che The Elder Scrolls VI approderà solo su Xbox (e PC).

'Dragon's Dogma 2 esiste ed è sviluppato con il RE Engine'

Una nuova generazione di Arisen per il rumor di un noto insider.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza