Blizzard sommersa da accuse di molestie e discriminazioni perde tre sviluppatori chiave tra Diablo IV e WoW

Un pezzo grosso come il game director di Diablo IV e non solo.

Tre dipendenti senior di Blizzard non fanno più parte dell'azienda.

Secondo quanto emerso, il director di Diablo 4, Luis Barriga, il lead level designer, Jesse McCree e il designer di World of Warcraft, Jonathan LeCraft, hanno lasciato la compagnia a causa delle recenti accuse di molestie e abusi all'interno di Blizzard.

Sia McCree che LeCraft erano legati al recente report "Cosby Suite", che ha rivelato che gli sviluppatori Blizzard si sarebbero riuniti all'interno di una suite d'albergo per bere e fare commenti sessuali sulle donne e in generale coltivare comportamenti sessisti e discriminatori parte di una cultura "da confraternita". Le accuse e i report parlano anche di un luogo dove alcuni sviluppatori di spicco molestavano delle dipendenti. Barriga era con Blizzard dal 2006 e ha lavorato su Diablo 3: Reaper of Souls e World of Warcraft: Legion.

Anche il lead content designer Cory Stockton è stato associato alla "Cosby Suite", ma secondo quanto riferito è ancora con la società.

1
Luis Barriga, game director di Diablo IV.

In un successivo aggiornamento, un portavoce di Activision Blizzard ha confermato che Luis Barriga, Jesse McCree e Jonathan LeCraft non fanno più parte della compagnia.

"Abbiamo già un elenco completo e talentuoso di sviluppatori e sono stati assegnati nuovi leader. Siamo fiduciosi nella nostra capacità di continuare a progredire per offrire esperienze straordinarie ai nostri giocatori e vogliamo andare avanti per garantire un ambiente di lavoro sicuro e produttivo per tutti", ha dichiarato a IGN il portavoce di Activision Blizzard.

Fonte: IGN.

Vai ai commenti (2)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza