Dragon Age Origins tra multiplayer e dungeon master avrebbe potuto essere un gioco molto diverso

Il lead technical artist di Dragon Age: Origins svela interessanti retroscena.

Daniel Fedor, lead technical artist di Dragon Age: Origins, ha rivelato alcuni dei più grandi momenti "What-If" dello sviluppo del gioco, incluso il fatto che il primo capitolo del franchise avrebbe potuto avere modalità multiplayer e dungeon-master.

In un'intervista con The Gamer, Fedor ha svelato cosa sarebbe stato Dragon Age: Origins se non avessero cambiato i motori di gioco nel bel mezzo del suo sviluppo.

"Una cosa che mi chiedo spesso è come sarebbe potuto essere Dragon Age se non avessimo cambiato motore a metà sviluppo", ha detto Fedor. "Intorno al periodo in cui sono entrato in BioWare nel 2004, Dragon Age era in demo all'E3 e utilizzava un prototipo che avevano costruito in NeverWinter Nights".

"Ero su un progetto separato, Technical Architecture Group (TAG), mentre lavoravo su un motore di nuova generazione per i giochi BioWare. Non molto tempo dopo, i team di Dragon Age e TAG si sono uniti e sono iniziati i lavori per ricostruire DA nel motore del TAG. Non posso fare a meno di pensare che questo ci abbia riportato indietro di molto tempo".

Il motore di NeverWinter Nights ha offerto al team cose come le modalità multiplayer e dungeon-master, ma queste funzionalità sono state rese molto più difficili nel passaggio al nuovo motore. Fedor ha detto che questo lo ha lasciato con molti "what-if", specialmente dopo aver visto The Witcher usare il motore di NeverWinter Nights con grande effetto.

dragon_age_origins_pc_img_5_min

"C'erano un certo numero di cose testate con il motore di NWN che abbiamo perso, come le modalità multiplayer e dungeon-master", ha continuato Fedor. "E vedere cosa ha fatto CD Projekt Red con il motore di NWN in The Witcher è stato davvero stimolante. DAO sarebbe uscito prima? Avrebbe supportato il multiplayer? Avremmo potuto rielaborare il rendering nel motore di NWN? È facile fare queste domande ora, in retrospettiva. Ma sono sicuro che all'epoca erano decisioni davvero difficili da prendere".

Nonostante queste caratteristiche mancanti, Dragon Age: Origins è stato un successo quando è stato lanciato nel 2009 e ha generato un franchise che è attualmente pronto per ottenere il suo quarto capitolo.

Fonte: IGN.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Suicide Squad: Kill the Justice League, svelata la key art ufficiale

Nuovi dettagli su Suicide Squad: Kill the Justice League verranno svelati prossimamente.

'New World sarà un successo e mostrerà cosa Amazon Games può fare'

Christoph Hartmann di Amazon Games ha piena fiducia in New World.

Star Wars: Knights of the Old Republic è in arrivo su Switch...non il remake

Il classico Star Wars: Knights of the Old Republic sbarcherà sull'ibrida

Articoli correlati...

Xbox Series X/S: Project Cobalt potrebbe essere il nuovo RPG di InXile, primi dettagli

Nuovi dettagli sul misterioso Project Cobalt esclusiva Xbox.

Raccomandato | Tales of Arise - recensione

Un gioco di ruolo che riesce a fare contenti tutti.

Articolo | Perché Skyrim ha avuto tanto successo?

Storia di un videogioco immortale lanciato 15 volte su 10 sistemi diversi.

'The Elder Scrolls VI sarà un'esclusiva Xbox, niente PS5'

Jeff Grubb è sicuro che The Elder Scrolls VI approderà solo su Xbox (e PC).

'Dragon's Dogma 2 esiste ed è sviluppato con il RE Engine'

Una nuova generazione di Arisen per il rumor di un noto insider.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza