Gamasutra cambia nome e diventa Game Developer. Il riferimento sessuale non è più gradito

Colpo di scena in casa dell'"ei fu" Gamasutra.

Non è un periodo facile per fare ironia su certe tematiche: il mondo cambia e ciò che andava bene vent'anni fa, in cui ce la si cavava con un sorriso, oggi è un po' più complicato passarla liscia. Gamasutra, storico portale dedicato al mondo dei videogame dal lontano 1997, dal 26 agosto cambierà nome in Game Developer, forse passando da un estremo all'altro.

L'insediamento della nuova capo-redattrice Alissa McAloon ha portato a questo cambiamento, sia per una pura e semplice questione di reputazione sia perché il nome Gamasutra è figlio di un mondo in cui il sessismo era una pratica abbastanza comune. Oltre a questo, verranno riassegnate alcune posizioni all'interno della testata, segno di netti cambiamenti editoriali.

Ultimamente l'industria videoludica è stata protagonista di questioni molto gravi e il cambiamento passa anche dal "semplice" cambio di nome di una testata.

Fonte: gamesindustry.biz

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Marcello Ribuffo

Marcello Ribuffo

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza