EA vuole utilizzare test CAPTCHA contro i bot nei giochi multiplayer

Un brevetto di EA suggerisce test CAPTCHA per scovare i bot.

Electronic Arts ha trovato un modo abbastanza semplice per rilevare i bot nei giochi multiplayer al fine di vietare loro di rovinare il gameplay per i giocatori autentici.

Secondo un nuovo brevetto, EA vuole utilizzare un nuovo tipo di test pubblico completamente automatizzato per impedire ai bot di ottenere ricompense destinate ai giocatori umani.

Il sistema brevettato presenterà ai giocatori enigmi generati casualmente di varia difficoltà non appena accedono a un gioco. Se i giocatori sono in grado di risolvere gli enigmi, il gioco li riconoscerà come umani e concederà loro ricompense in base alla difficoltà degli enigmi che hanno risolto. Se sono bot, verranno eliminati dal CAPTCHA e non riceveranno alcuna ricompensa.

I suddetti puzzle possono essere qualsiasi cosa, ma EA propone di suddividere oggetti di gioco come armi e skin in puzzle sparsi da risolvere. In questo modo, i giocatori saranno in grado di vedere le ricompense che possono avere se vogliono optare per un'opzione di puzzle più difficile.

I bot sono abbastanza comuni da individuare nei giochi multiplayer. Sono programmati per giocare al posto dei giocatori umani per macinare partite e lunghe ore di gioco per ricompense e oggetti.

Untitled_1_4

Un giocatore, ad esempio, può assegnare un bot alla coltivazione di materiali di fabbricazione in World of Warcraft mentre dorme. Un altro giocatore, come altro esempio, può assegnare un bot per giocare partite di League of Legends e coltivare valuta Blue Essence.

Il CAPTCHA è ampiamente utilizzato dai siti Web per autenticare se la persona che tenta di accedere è un essere umano o una macchina. La misura di sicurezza di solito genera una sequenza casuale di lettere, numeri o immagini. È giusto dire che i bot sono diventati piuttosto intelligenti nel corso degli anni e, sebbene il CAPTCHA possa essere ingannato, fa ancora il suo buon lavoro. EA crede che la stessa funzione di sicurezza possa essere incorporata nei giochi, il che sembra che potrebbe effettivamente funzionare.

Fonte: Segmentnext.

Vai ai commenti (0)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Nintendo Direct commentato in diretta dalle 23:45!

Seguite con noi le tante novità che verranno mostrate al Nintendo Direct.

Nintendo Switch OLED nel primo (folle) video unboxing

Uno sguardo in anteprima a Switch OLED.

Steam Deck aggiorna la pagina di FAQ tra tanti dettagli e curiorità

Volete sapere qualcosa in più su Steam Deck? Visitate la pagina di FAQ.

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza