Masahiro Sakurai torna come ospite a Harada's Bar per discutere dell'industria videoludica

Sakurai torna nel bar di Harada.

Nella giornata di ieri, è stato pubblicato un nuovo episodio del talk show Harada's Bar, un piccolo spazio dove Katsuhiro Harada, storico producer di Tekken, intervista i membri eccelsi del mondo videoludico.

L'ultima puntata ha visto il ritorno di Masahiro Sakurai, il creatore di Kirby e della serie Super Smash Bros.: i due pezzi grossi dell'industria videoludica hanno discusso di diversi argomenti, alcuni molto semplici e leggeri, altri decisamente più importanti e profondi, come il ritiro.

Il video, disponibile qui di seguito, dura mezz'ora circa e vi invitiamo a seguirlo tutto: in questo modo potete ammirare e comprendere una personalità che, altrimenti, vedreste solo durante i direct di Super Smash Bros. Ultimate.

Durante l'intervista, Sakurai ha discusso dei videogiochi che crea, sostenendo che, in linea generale, lui preferisce realizzare giochi "per sé stesso", ovvero titoli che lui trova divertenti e che lui stesso vorrebbe giocare.

Nonostante questa preferenza, il papà di Kirby gioca regolarmente a titoli di genere diverso, in modo da studiarli, apprendere cosa li rende divertenti agli occhi delle altre persone e usare questa conoscenza nei suoi lavori.

Nella fase Q&A si è parlato anche dello stato di salute di Sakurai, un argomento molto sentito dalla sua fanbase: lo sviluppatore ha affermato di sentirsi bene, nonostante soffra di una leggera rigidezza di spalle, dovuta ad una tendinosi calcifica di qualche anno fa.

L'ultima domanda dell'intera intervista riguardava il "destino" dell'industria videoludica e la direzione che potrebbe intraprendere in futuro: per Sakurai, il percorso dell'industria sarà sempre dettato degli sviluppatori, ovvero gli individui che plasmano il percorso con le loro opere.

Ovviamente, come fa notare, se tutti gli sviluppatori fossero liberi di realizzare quello che volessero, si arriverebbe ad un punto di super saturazione del mercato, dato che, inevitabilmente, molti opterebbero per seguire i generi più popolari del momento.

Per questo motivo, Sakurai spera di vedere in futuro sempre più titoli che osino rischiare, senza andare dietro ai trend famosi.

Fonte: Siliconera

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche pi¨ innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non Ŕ ancora uscito e giÓ iniziano le polemiche sterili.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza