Paradox Interactive, la CEO Ebba Ljungerud si dimette per 'opinioni diverse sulla strategia dell'azienda'

Fredrik Wester sarà di nuovo il CEO di Paradox Interactive.

La CEO di Paradox Interactive Ebba Ljungerud si è dimessa "a causa delle diverse opinioni sulla strategia aziendale futura". Le dimissioni di Ljungerud avranno effetto immediato, sebbene abbia accettato di rimanere per un periodo non specificato "per garantire un buon passaggio di consegne".

"Ebba ha svolto un lavoro fantastico come CEO di Paradox Interactive", ha affermato il presidente del consiglio di amministrazione Håkan Sjunnesson. "Durante la sua guida, l'organizzazione, il numero di giocatori e i nostri progetti sono stati rafforzati, il che fornisce all'azienda una solida base per la crescita futura. Ci dispiace che abbia deciso di dimettersi, ma le auguriamo tutto il meglio per gli sforzi futuri". Ljungerud sarà sostituita dall'ex CEO Fredrik Wester, che si è dimesso all'inizio del 2018.

"Ebba ha una lunga storia con Paradox: è nel nostro consiglio da quattro anni ormai, e io e lei abbiamo lavorato a stretto contatto in quel periodo su molti progetti e argomenti diversi", ha detto Wester. "È stata anche la CCO di Kindred Group negli ultimi anni, quindi la sua capacità di gestire un'azienda in crescita delle dimensioni di Paradox è una scommessa sicura".

paradox

Ora resta da vedere se i progetti in cantiere, Vampire the Masquerade: Bloodlines II ad esempio, che ha avuto già una serie di problemi interni, subiranno una battuta d'arresto.

Fonte: Rock Paper Shotgun

Contenuti correlati o recenti

Xbox starebbe preparando un'altra grande acquisizione come quella di Bethesda

Alcune indiscrezioni suggeriscono una grande acquisizione in casa Xbox.

PS5 il nuovo modello CFI-1100 testato da Digital Foundry: è peggiore e scalda di più?

Finalmente abbiamo il verdetto sul nuovo modello di PlayStation 5.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza