F1 2021: lo stato dell'arte delle performance su PS5 e Xbox Series X - analisi tecnica

Ray Tracing, 120Hz e prestazioni solidissime su tutte le piattaforme!

Era da un po' di tempo che volevamo dare un'occhiata a F1 2021 di Codemasters. È il primo titolo della serie a puntare specificamente sulla nuova generazione di console (ed è stato anche oggetto di alcuni curiosi cambiamenti su PlayStation 5). Il Ray Tracing e l'audio 3D erano parte del mix finché, all'improvviso, sono stati rimossi. Varie patch hanno aggiunto e rimosso queste feature ma, con l'arrivo del recente aggiornamento del titolo 1.07, sembra che tutti questi elementi del gioco siano pienamente presenti e funzionanti. Riuscirà F1 2021 ad offrire tutto questo continuando a mostrare una risoluzione in 4K a 60 fotogrammi al secondo? Beh, la risposta è sì... e no.

Parlando di specifiche grafiche grezze, c'è poco che possa differenziare le versioni Xbox Series X e PlayStation 5 del gioco. Entrambe puntano alla risoluzione 4K nativa, senza segni evidenti della soluzione di checkerboarding che Codemasters ha usato in passato. Lo scaling dinamico della risoluzione, come sempre, non può essere escluso ma tutti i nostri test hanno restituito una piena risoluzione 4K (un aggiornamento significativo rispetto ai 1800p di PS4 Pro dello scorso anno). Che dire, invece, di Xbox Series S? Ovviamente, Codemasters punta ai 1080p per la piccola di casa Microsoft.

Ad aggiungere un po' di pepe è l'inclusione del supporto alla frequenza di aggiornamento a 120Hz. Purtroppo, questa non è una caratteristica presente sulla Series S ma, per Series X e PS5, è un'eccellente aggiunta. La risoluzione viene riportata a 1440p per ottenerla e il raddoppio del frame-rate migliora notevolmente l'esperienza. I giochi a scorrimento laterale, gli sparatutto in prima persona e i giochi di corse beneficiano parecchio dell'aumento delle prestazioni ed è senza dubbio una caratteristica eccellente da avere a disposizione.

La nostra analisi video di F1 2021. Solo una nota veloce: a partire dalla patch 1.07, l'audio 3D è tornato per gli utenti PlayStation 5.

Chi è alla ricerca di differenze visive apparenti tra le console più performanti rimarrà probabilmente deluso: a giudicare dai dati che abbiamo raccolto, il gioco è essenzialmente identico su PS5 e Series X. Abbiamo notato una maggiore distanza di rendering delle ombre su PS5 in una delle panoramiche della pista ma, a parte questo, le due versioni sono identiche. Il gioco sembra anche molto simile all'esperienza su PS4 Pro, risoluzione a parte. Tuttavia, nelle cinematiche pre-gara a 30fps, si possono notare ombre e riflessi in ray tracing che, naturalmente, non si trovano sulle macchine della scorsa generazione (e sì, anche la Series S ha queste caratteristiche). Tuttavia, una volta che siamo nel gameplay a 60fps, queste caratteristiche scompaiono.

In termini di prestazioni complessive, c'è poco da commentare (il che è quasi sempre una buona cosa in un'analisi del Digital Foundry). Nella sua modalità a 60fps, F1 2021 raggiunge sempre il frame-rate prefissato, anche nel nostro scenario di stress test preferito: il circuito di Monaco con pioggia battente e 19 auto AI direttamente davanti a noi. Anche le modalità a 120Hz funzionano magnificamente, anche in questo caso con prestazioni quasi sempre bloccate. Qui, abbiamo notato un rarissimo screen-tearing su Xbox Series X, ma solo nel nostro scenario di stress test. In generale, le prestazioni di F1 2021 sono davvero eccellenti. Anche la Series S, dal canto suo, raggiunge l'obiettivo dei 1080p a 60fps splendidamente.

C'è un'anomalia interessante, però, con la modalità replay del gioco. Curiosamente, questa viene eseguita con un frame-rate sbloccato e con V-Sync disabilitato, trasformando il gioco in una sorta di benchmark se si è così inclini a guardarlo. Il nostro sospetto è che dovrebbe bloccarsi a 30fps come le altre cinematiche del gioco ma, invece, otteniamo prestazioni che scendono fino a 30 e 40 frame al secondo. Le modalità di riproduzione spesso introducono risorse di qualità superiore ed effetti migliorati con un calo delle prestazioni (in fondo sia Gran Turismo che Forza Motorsport lo fanno) e questo è quasi certamente ciò che sta accadendo anche in F1 2021.

Ci è stato chiesto di dare un'occhiata a F1 2021 da utenti che erano un po' preoccupati dalle varie patch che cambiavano le caratteristiche ma la nostra esperienza con il gioco è stata davvero molto positiva. Sembra che le caratteristiche grafiche next-gen siano state usate con parsimonia ma il risultato finale è notevolmente solido e la modalità di corsa a 120Hz riesce a produrre una presentazione sorprendente. Per quanto riguarda PS5, infine, il feedback aptico e i grilletti del DualSense possono rappresentare un valore aggiunto ma, in definitiva, la grande notizia è che F1 2021 si gioca estremamente bene su ogni console che abbiamo testato.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Thomas Morgan

Thomas Morgan

Senior Staff Writer, Digital Foundry  |  cataferal

32-bit era nostalgic and gadget enthusiast Tom has been writing for Eurogamer and Digital Foundry since 2011. His favourite games include Gitaroo Man, F-Zero GX and StarCraft 2.

Contenuti correlati o recenti

Forza Horizon 5 banna un giocatore per 8.000 anni a causa di una livrea

Una livrea è costata cara a un giocatore di Forza Horizon 5.

Lamborghini eSports annuncia i vincitori di The Real Race 2021

La seconda edizione di The Real Race volge al termine.

Recensione | MXGP 2021 - L'ultimo anno di Tony Cairoli

Fango, gas, sudore e videogiochi a cadenza annuale.

Digital Foundry | Forza Horizon 5 su PC, una mod aggiunge il Ray Tracing: ecco come migliora la grafica

Il realismo aumenta enormemente, ma quanto peggiorano le performance? E potrebbe essere esteso alla Series X?

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza