Bloodborne può girare a 60fps su PS5 con l'upscaling in 4K tramite IA? - analisi tecnica

Uno sguardo all'upgrade per console next-gen che tutti desiderano.

Bloodborne è una delle esclusive PS4 più apprezzate e celebrate di sempre ma, in modo analogo a quanto accaduto per l'originale Demon's Souls per PS3, permane la sensazione che la sua popolarità non sia stata sfruttata appieno, nonostante l'enorme successo di critica. Non c'è mai stato un sequel e non è stato nemmeno mai pubblicato un aggiornamento per PlayStation 4 Pro. Allo stato attuale, giocando a Bloodborne su PS5, si ottiene un'esperienza a 1080p e 30 fotogrammi al secondo tutt'altro che stabili: un miglioramento irrisorio rispetto all'originale PS4. Tuttavia, oggi possiamo mostrarvi come il gioco può girare a 60 fps in retrocompatibilità con il contributo aggiuntivo dell'upscaling tramite IA che porta l'azione fino a 4K. In parole povere, non potete perdervelo.

La storia dietro a questa prova è piuttosto divertente. Nel maggio del 2020, il Digital Foundry ha pubblicato un video relativo alla patch non ufficiale che sbloccava il frame-rate di Bloodborne, creata da Lance McDonald. McDonald ha attinto a piene mani dal codice dell'aggiornamento per PS4 Pro di Dark Souls 3 ed lo ha portato in Bloodborne per permettere al gioco di girare a 60fps. Il problema, però, era che il gioco non è mai stato pensato per essere eseguito su PS4 Pro e di conseguenza non riusciva a utilizzare tutta la potenza della macchina: il massimo che si poteva ottenere era una sorta di 'boost mode'. Un rendering a 1080p e 60fps era assolutamente fuori discussione poiché anche la modalità a 720p e 60fps era difficile da sostenere per il sistema (forse perché la rimozione del collo di bottiglia della GPU mostrava il fianco alle limitazioni della CPU). La patch di McDonald è stata rilasciata pubblicamente qualche tempo fa e può essere applicata al gioco solo su hardware PS4 destinato agli sviluppatori oppure su macchine retail modificate.

La patch di sblocco degli fps di Bloodborne può girare in retrocompatibilità su PS5... con il contributo dell'upscaling tramite IA che garantisce una presentazione in 4K!

Qualche settimana fa abbiamo ricevuto delle immagini da qualcuno che asseriva di aver preso la patch di McDonald per Bloodborne e di essere riuscito a farla girare sul devkit di una PlayStation 5. Non abbiamo potuto vedere la console che eseguiva il gioco in tempo reale ma ci sono un paio di indizi che confermerebbero il fatto che si tratta di un software che gira sulla nuova console di Sony. In primo luogo le notifiche dei trofei sono nello stile di quelle per PS5 ma, cosa ancora più significativa, il gioco opera a 60 frame al secondo con una risoluzione di 1080p con solo piccole incertezze occasionali: è qualcosa che non abbiamo mai visto prima. Abbiamo dedotto che si trattava di un'eventualità concreta, era davvero Bloodborne nella sua versione più veloce e fluida che mai. Volevamo saperne di più.

I lettori regolari del Digital Foundry potrebbero aver intuito che siamo davvero entusiasti dell'arrivo delle tecnologie basate sull'IA nel mondo dei videogiochi. Abbiamo utilizzato noi stessi l'upscaling tramite IA per lo sviluppo della nostra colossale retrospettiva su Final Fantasy 7, dunque perché non approfondire anche il caso di Bloodborne? Se riusciamo ad ottenere i 1080p a 60fps, perché non puntare anche al 4K? Per questo motivo abbiamo dato il via ad una settimana di esperimenti con uno strumento chiamato Topaz Video Enhance AI che utilizza svariati modelli di upscaling tramite IA. Il risultato? Molti di loro riescono ad offrire un livello di dettaglio sensibilmente più alto.

4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
La prova più lampante: abbiamo confrontato le immagini upscalate tramite IA con quelle originali a 1080p. I risultati, a volte, sono davvero trasformativi... ed è ancora meglio in movimento!
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
In alcune situazioni, il modello di scaling tramite IA non riesce a determinare come utilizzare i nuovi dettagli e come migliorare la presentazione generale. Alcuni particolari possono addirittura andare perduti nonostante il risultato finale appaia tutto sommato più pulito.
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
Un altro interessante upscaling: curiosamente, gli elementi dell'HUD sembrano quasi nella loro risoluzione nativa dopo questo processo di miglioramento. I dettagli delle texture del terreno, tuttavia, sembrano causare qualche problema all'upscaler.
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
L'IA non sa come comportarsi esattamente con il volto di questo abominio ma è impossibile non notare i passi da gigante compiuti nel rendering del suo pelo.
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
L'upscaling delle texture sul terreno produce risultati altalenanti ma la presentazione finale è decisamente più pulita.
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
Ecco un altro risultato brillante: è interessante notare come l'aberrazione cromatica a sinistra venga corretta nel processo di upscaling.
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
Anche in questo caso l'immagine a sinistra è notevolmente più nitida. I dettagli del terreno, tuttavia, appaiono piuttosto diversi nella media distanza. Il modello dell'IA può confondere o ridurre i dettagli di tanto in tanto ma, in generale, l'impatto visivo rimane superiore.
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
L'upscaling tramite IA può avere problemi a gestire i dettagli sub-pixel a 1080p, gli elementi di trasparenza e le nebbie. Il risultato, però, rimane impressionante.
4K - Upscaling tramite IA1080p - Upscaling in 4K standard
L'immagine a sinistra ha una risoluzione chiaramente più elevata. È affascinante notare, comunque, che i ciottoli sulla strada hanno perso un po' della loro 'profondità' nel processo di upscaling.

Ad ogni modo, queste tecniche di upscaling dell'IA sono servite anche a enfatizzare alcuni dei noti problemi grafici di Bloodborne: uno scarso anti-aliasing con evidenti effetti di shimmering ed alcuni fenomeni di aliasing simili a quelli visti in titoli sviluppati su Unreal Engine 3. Abbiamo optato per un modello che potesse affrontare la maggior parte dei problemi e ridurre gli artefatti derivanti dall'AA ma, in alcune situazioni, si finiva per perdere alcuni piccoli dettagli: la galleria di immagini qui sopra mostra tutti i vantaggi e gli svantaggi di questo processo di upscaling. Il risultato complessivo con questo modello condivide alcune somiglianze con l'anti-aliasing temporale: i pixel grezzi e non trattati sono ben gestiti ma, a volte, sembrano troppo elaborati o addirittura stilizzati. Ciò che abbiamo trovato affascinante è stato che quasi tutti i modelli di upscaling tramite IA che abbiamo testato erano in grado di riconoscere il testo dell'HUD e ridimensionarlo in modo tale da sembrare renderizzato a risoluzione nativa.

L'elaborazione di ciascuna immagine ha richiesto circa 0.5/0.6 secondi per frame utilizzando una RTX 3090: speriamo che in futuro Topaz Labs possa sfruttare al meglio i tensor core delle schede Nvidia per accorciare i tempi. Detto questo, eseguire il video upscalato alla fine di questo lungo processo è stato davvero galvanizzante: è fantastico vedere Bloodborne girare ad una risoluzione così elevata. Una patch ufficiale per il gioco potrebbe offrire risultati differenti da questi ma è una visione interessante di come il titolo potrebbe girare sull'hardware di prossima (o corrente?) generazione.

Ecco come gira la patch di sblocco degli fps di Bloodborne creata da Lance McDonald su PS4 Pro.

Tutto questo ci porta ad una domanda inevitabile: se la community continua a chiedere a gran voce l'arrivo di Bloodborne su PS5, perché Sony non ha ancora pubblicato una patch? Dopo tutto, se Lance McDonald è riuscito ad aggiornare il gioco per ottenere frame-rate più elevati, perché non dovrebbe poterlo fare la stessa Sony? La verità è che ci sono una serie di ostacoli logistici, tecnici e forse anche corporativi da affrontare. Innanzitutto, se la patch di Lance venisse pubblicata come update ufficiale, il frame-rate verrebbe sbloccato su tutti i sistemi, non sono su PlayStation 5. Basandoci sulle nostre esperienze con la patch su PS4 e PS4 Pro, possiamo affermare che ciò peggiorerebbe parecchio l'esperienza finale. Permettere al gioco di riconoscere quando viene eseguito su PS5 per rimuovere la limitazione del frame-rate, invece, richiederebbe sostanziali modifiche al codice: è possibile farlo ma non sarebbe facile per un titolo che ha compiuto sei anni di recente.

Con ogni probabilità, il modo migliore per Sony di rinnovare il franchise sarebbe fare esattamente quello che è stato fatto con Demon's Souls: passare il codice originale e gli asset ad uno studio di sviluppo talentuoso come Bluepoint Games per ricostruire, rimasterizzare o ricreare il gioco specificamente per PlayStation 5. Non è un lavoro semplice, servirebbero anni per portarlo a termine, ma il risultato finale sarebbe sicuramente apprezzato da molti. Al momento dobbiamo accontentarci di ammirare la patch non ufficiale di McDonald su PS5... ma non possiamo evitare di pensare che questa non sia la fine della storia di Bloodborne.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry  |  digitalfoundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

GTA 6 ambientato a...? L'ambientazione forse svelata da un dominio web di Take-Two

Nuovi indizi, decisamente più credibili di diversi presunti insider.

Outriders - recensione

Un agguerrito pretendente all'ambito trono dei loot-shooter a squadre.

Path of Exile 2 si veste da 'Diablo-killer'! A sorpresa nuovo trailer e un lungo video gameplay

Il sequel del capolavoro di Grinding Gear Games torna a mostrarsi.

Articolo | NieR Replicant ver.1.22474487139 - prova

La bugia millenaria continua a vivere in eterno.

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza