Assassin's Creed II • Pagina 6

Il walkthrough del capolavoro targato Ubisoft.

Sequenza 5: Quel che rimane (1478 – 1480)

Parlate con Lorenzo De' Medici e ottenete i nomi dei cospiratori dei Pazzi. Portate il nuovo frammento di codice a Leonardo e a questo punto sbloccherete la possibilità di avvelenare i bersagli tramite la lama celata. Tornate a Monteriggioni e parlate con Mario. Completate l'addestramento apprendendo come disarmare l'avversario. A questo punto muovetevi verso San Gimignano per parlare con gli uomini di Mario e scovare i traditori alleati di Jacopo de' Pazzi.

Non dovete seguire un ordine preciso. Per uccidere Stefano da Bagnone dovrete raggiungere l'Abbazia e infiltrarvi all'interno senza dare nell'occhio. Alcuni dei monaci sono in realtà guardie travestite e potete individuarle facilmente utilizzando l'occhio dell'aquila. Per entrare mimetizzatevi tra i monaci e sfruttate le panchine per avvicinarvi indisturbati. Raggiungete il carro di fieno, nascondendovici dentro per poter assassinare il bersaglio al momento opportuno.

Per eliminare Francesco Salviati dovete entrare all'interno della Villa arrampicandovi sulle mura. Eliminate gli arcieri con i pugnali da lancio e utilizzate i fregi accanto alla porta per arrampicarvi e, una volta dall'altra parte delle mura, attivate l'argano per aprire le sbarre e far entrare i vostri uomini. Francesco continuerà a parlarvi durante il combattimento: se lo doveste perdere di vista sganciatevi dalla lotta e utilizzate l'occhio dell'aquila per individuarlo.

Per eliminare Antonio Maffei dovete arrampicarvi sulle torre più alta di San Gimignano e per farlo dovete appoggiarvi sulle torri circostanti eliminando un po' alla volta gli arcieri di guardia. In questo caso vi tornerà molto utile la tecnica dell'assassinio dalle sporgenze degli edifici. Una volta in cima alla torre fate attenzione a non cadere di sotto se ingaggiate il combattimento con le guardie.

Per uccidere Bernardo Baroncelli dovrete prima individuarlo all'interno della zona cerchiata di verde. Salite sui tetti e utilizzate l'occhio dell'aquila per individuarlo e scegliete il modo che preferite per ucciderlo. Potete avvelenare una delle sue guardie senza farvi notare oppure scatenare un vero e proprio inseguimento con finale spettacolare.

Una volta fatto questo tornate alla piazza centrale di San Gimignano e seguite Jacopo de Pazzi all'incontro con i templari. Inizialmente sfruttate la folla per mimetizzarvi e appena potete muovetevi sui tetti assicurandovi di non perdere mai di vista Jacopo. Se parte il conto alla rovescia avete 25 secondi per recuperare il contatto visivo e dall'alto dei tetti non dovrebbe risultarvi particolarmente difficile.

In caso doveste incontrare delle guardie eliminatele velocemente utilizzando i pugnali da lancio, assicurandovi di non lasciar cadere i cadaveri in strada. Se anche dovesse accadere tenetevi in disparte e aspettate che Jacopo esamini la cosa e si allontani. Quando Jacopo uscirà dalle mura cittadine, arrampicatevi e seguitelo lungo la cinta muraria. Appena trovate un punto dove fare il balzo della fede effettuatelo e seguite Jacopo all'interno dell'anfiteatro.

Assistete alla scena di intermezzo, preparandovi a premere il tasto X (o Quadrato) e ad affrontare un combattimento. Terminato lo scontro finite il vostro bersaglio e completate la sequenza.

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza