Demon's Souls

Lasciate ogni speranza voi che entrate…

Lo abbiamo atteso e bramato per molto, moltissimo tempo e ora, dopo un lungo quanto inspiegabile periodo di “confino” nelle terre del Sol Levante, Demon’s Souls è finalmente sbarcato anche in Europa. I veri appassionati della categoria avranno senz’altro avuto modo di provarlo (se non addirittura di finirlo) nella sua versione originale ma, se non foste fra questi, il nostro articolo vi sarà senz’altro utile per capire se possa fare al caso vostro.

Prima di addentrarci nell’universo sviluppato da From Software, una precisazione è d’obbligo: Demon’s Souls è un action RPG molto difficile (per non dire proibitivo) in cui la vostre abilità e soprattutto la vostra pazienza verranno messe a dura prova sin dai primissimi minuti di gioco.

Si tratta indubbiamente di una caratteristica discutibile, ma se da un lato molti videogiocatori potrebbero andare incontro a rabbia e frustrazione, dall’altro i veri appassionati della categoria si ritroveranno di fronte a un’esperienza più stimolante e gratificante di quanto possano immaginare.

1
Nel Nexus avrete la possibilità di interagire con diversi NPC.

A dispetto delle previsioni di alcuni, la versione europea del prodotto non propone alcuna novità rispetto all’edizione nipponica, ciononostante gli appassionati del genere avranno senz’altro più di un motivo per iniziare la propria personalissima avventura.

La storyline proposta, incentrata sul risveglio dell’Antico, una potente e spietata forza malvagia, e sulla conseguente invasione del regno di Boletaria da parte di un’orda di demoni, non brilla per profondità, ma questo non si dimostra un vero e proprio ostacolo ai fini della completa fruizione del prodotto. Anzi.

Alla luce della sua particolare natura, fatta di incessanti scontri, innumerevoli sconfitte e tanta, tantissima azione, una narrazione marginale risulta tutto sommato adeguata alla realtà di gioco, contribuendo a focalizzare l’attenzione dei giocatori su ciò che realmente conta: restare vivi.

In questa realtà vestirete i panni di un misterioso guerriero, il cui compito sarà ovviamente quello di ristabilire l’ordine, combattendo contro costanti ondate di nemici assetati di sangue… o forse dovremmo dire anime. Le anime sono per l’appunto l’elemento più importante dell’universo di Demon’s Souls, poiché non solo permettono di incrementare le proprie statistiche ma anche di migliorare il proprio equipaggiamento o comprarne di nuovo. Ogni nemico ucciso lascerà cadere dietro di sé un determinato quantitativo di anime e il vostro compito sarà quello di difenderle con le unghie e con i denti, a qualsiasi costo.

2
L’avventura si snoda attraverso cinque ‘mondi’ ognuno con le sue peculiarità.

Dopo un breve quanto intenso prologo in cui, dopo aver familiarizzato con le azioni base, andrete incontro a una morte assolutamente inevitabile, vi ritroverete all’interno del Nexus, privi del vostro corpo fisico. Qui avrà inizio il vostro vero viaggio… un viaggio terribilmente difficile ma ricco di soddisfazioni per chiunque riesca a dimostrarsi abbastanza forte da meritarle.

Per ciò che concerne il gameplay, Demon’s Souls propone una realizzazione apparentemente molto accessibile, che nasconde però una profondità a tratti inaspettata. Sin dai primissimi minuti di gioco, dove vi ritroverete a combattere contro nemici di basso livello, vi accorgerete infatti di quanto possa essere difficile e padroneggiare le meccaniche di gioco.

Tutto ruota intorno ai trigger: R1 e R2 sono utilizzati per attacchi normali e potenti, mentre L1 ed L2 sono legati rispettivamente alla parata e al contrattacco. Il resto delle azioni sono invece gestite con i pulsanti frontali: cerchio per rotolare o schivare con un salto all’indietro, quadrato per utilizzare un oggetto e X per interagire con persone o oggetti.

Semplice? Come detto poc’anzi, nient’affatto. Sebbene a un primo sguardo questo schema di comandi possa ricordare il più classico degli hack ‘n slash, i primi scontri vi saranno sufficienti per capire la reale complessità del viaggio che vi attende; ognuno dei nemici che incontrerete non richiederà infatti la semplice, frenetica pressione dei tasti di attacco, bensì una tattica ben studiata che implicherà determinati movimenti e armi da utilizzare.

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (22)

Riguardo l'autore

Davide Persiani

Davide Persiani

Redattore

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloJim Ryan di Sony: abbiamo dovuto fare cambiamenti per realizzare il nostro sogno PlayStation 5 - articolo

Il CEO di PlayStation ci parla della glogalizzazione di Sony Interactive Entertainment

ArticoloGoogle Stadia - prova

Connessione, risoluzione, FPS e input lag: tutto quello che c'è da sapere.

ArticoloBattere il bullismo - articolo

Mike Skupa, creatore di Bully, parla del genio e della follia di Rockstar, della chiusura dello studio di Sleeping Dogs, e di come il dolore che ha vissuto stia influenzando il suo nuovo gioco horror.

Articoli correlati...

"Google Stadia sembra già un flop monumentale"

Lo afferma il noto giornalista Jason Schreier, che parla anche di pre-order al di sotto delle aspettative.

Black Friday 2019: ecco le offerte di Unieuro per console, smartphone e TV

Uno sguardo alle promozioni disponibili tra pochi giorni.

ArticoloJim Ryan di Sony: abbiamo dovuto fare cambiamenti per realizzare il nostro sogno PlayStation 5 - articolo

Il CEO di PlayStation ci parla della glogalizzazione di Sony Interactive Entertainment

Commenti (22)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza