Demon's Souls - Guida Completa • Pagina 11

La soluzione completa di Demon's Souls si aggiorna per PS5.

Torre di Latria 2

Fare attenzione a ogni passo è normale in Demon's Souls, tuttavia in questa sezione è bene stare ancora più attenti del solito perché è piena di infidi Gargoyle. Questi nemici, oltre a poter volare e quindi piombarvi addosso dall'alto, hanno il brutto vizio di tendervi gli agguati, restando nell'ombra o fingendosi statue. State molto attenti all'ambiente circostante, poiché fortunatamente i loro occhi diventeranno rossi poco prima di attaccarvi. Il mio consiglio è di girare sempre con lo scudo alzato.

Dopo aver eliminato il primo boss proseguite oltre, eliminate Dregling per prendere la chiave che libera Lord Rydell, nella sezione precedente. Lo potrete trovare al secondo piano della torre, chiuso nella sua cella nell'ala Est. Se lo libererete vi donerà un anello che aumenterà la potenza dei vostri attacchi quando la vostra energia è sotto il 30% del totale. Attenti perché nel caso di una tendenza al nero comparirà in forma di fantasma e vi attaccherà: se lo eliminerete potrete trovare fra i suoi resti un'ottima staffa per maghi.

Proseguendo sulla piattaforma poco più in basso troverete Yurt l'Assassino. Se lo libererete comincerà a uccidere alcuni NPC nel Nexus, meglio quindi sbarazzarsene per recuperare la sua armatura resistente al veleno, probabilmente l'equipaggiamento migliore per questa parte del gioco.

Più avanti farete la conoscenza del Millepiedi umano, un nemico non difficile da affrontare ma dotato di un attacco molto efficace. Cercherà innanzitutto di rompere la vostra guardia con una serie di attacchi corpo a corpo e poi proverà ad avvelenarvi con il suo pungiglione. Nella zona in cui incontrerete il primo cercate bene, anche nei cunicoli a destra e sinistra, in quanto sono nascosti l'Anello Fragrante (che aiuta il recupero di mana) e l'anello di resistenza alle malattie.

Proseguite lungo il corridoio per eliminare altri tre Millepiedi e un tostissimo Mind Flayer in versione fantasma. Attenti perché anche se è un fantasma ha sempre a portata di mano la magia paralizzante in grado di uccidervi in un attimo: rimanete a distanza e nascondetevi usando le colonne sparse in giro, se vi prende siete morti.

Avanzate facendo attenzione ai Gargoyle con l'arco, che sono impossibili da eliminare se non avete attacchi a distanza; eliminate i Dregling e scendete lungo la torre in cui si trovavano. I Millepiedi più avanti hanno con sé l'Anello dell'avarizia che aumenta i punti anima ottenuti per ogni nemico e la Maschera d'Oro, che vi tornerà utile più avanti, e il fioretto di Epee, un'ottima arma che può attaccare anche con lo scudo alzato.

Tornate indietro e, prima di iniziare lo scontro col boss, eliminate il Fantasma Nero che sorveglia la zona, così da prendere tutte le spezie nelle casse senza rischiare e ricaricare gli oggetti magici prima della prossima battaglia.

Il boss che di questa sezione è il Mangiauomini, una specie di Gargoyle con coda di serpente che, ovviamente, può anche volare. I suoi attacchi fisici sono molto potenti e ancora peggiore è il suo urlo, in grado di togliervi quasi tutta l'energia. E tanto per farvi felici, quando lo avrete quasi ucciso apparirà un secondo Mangiauomini.

La tattica per eliminarlo è piuttosto semplice, ma vi servirà una discreta dose di riflessi. Fulcro di tutto è il braciere al centro della stanza: sarà questo il vostro principale riparo e ogni volta che il Mangiauomini cercherà di attaccarvi, voi dovrete ripararvi qua dietro e spuntare fuori solo per un rapido attacco a distanza (ma anche col corpo a corpo ce la dovreste fare). Se proverà ad aggirarlo non dovrete fare altro che muovervi di conseguenza e mantenere il braciere tra voi e l'avversario. Sappiate inoltre che questo boss è abbastanza debole ai danni magici, quindi regolatevi di conseguenza se avete delle magie rapide e dannose nel vostro arsenale.

Vai ai commenti (34)

Riguardo l'autore

Lorenzo Mancosu

Lorenzo Mancosu

Redattore

Cresciuto a pane, cultura nerd e videogiochi, i suoi primi ricordi d'infanzia sono tutti legati al Super Nintendo. Dopo aver lavorato dentro e fuori dall'industry, è finalmente riuscito ad allontanarsi dalle scartoffie legali e mettere la sua penna al servizio di Eurogamer.it.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (34)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza