Destiny: analisi tecnica della beta Xbox One

Il Digital Foundry esamina la beta a 900p sulla console di Microsoft, e il codice aggiornato per PS4.

Nonostante una chiara differenza tra le build beta di Destiny per PlayStation 3 e PlayStation 4 , entrambe le versioni sono del tutto rispettabili. Un frame-rate stabile a 30fps è l'obiettivo per ogni piattaforma, regola a cui non fa eccezione questa versione per Xbox One disponibile da mercoledì. Visto che la risoluzione è però di 900p, con un obiettivo finale di 1080p, saranno stati fatti dei sacrifici per adattare il gioco alle specifiche della console?

La scalabilità è il cardine di questo nuovo motore realizzato da Bungie, ma la buona notizia è che sembra non siano state fatte alterazioni rispetto alla versione PS4 per far girare il gioco sulla console di Microsoft. A parte la riduzione della risoluzione a 900p, la beta per Xbox One gestisce illuminazione, rendering delle ombre e anche scaling del livello di dettaglio con la stessa qualità della controparte di Sony. Le uniche differenze notate nelle scene introduttive all'esterno delle mura di Antica Russia e nei panorami delle Steppe sta in qualche cambiamento nel ciclo giorno-notte.

Ovviamente la differenza tra l'attuale risoluzione di 1600x900 e i 1920x1080 di PS4 è percepibile, anche dopo l'applicazione del forte anti-aliasing post-process FXAA. Quando si guarda uno dei vasti panorami di Destiny, la nitidezza si riduce tanto più lontano si guarda. Ciò non influenza mai il gameplay, i nemici restano sempre visibili all'orizzonte. La differenza si nota però nella vegetazione e nel normal mapping oltre una certa distanza, che soffrono dell'upscaling aggiuntivo. La versione Xbox One risulta leggermente più sfocata in questi elementi, anche se la qualità di texture e filtering è identica tra le due versioni.

Prima di proseguire, c'è una questione molto importante da considerare. Il confronto tra le due beta è rilevante ora come ora, visto che Bungie ha già dichiarato di voler portare la versione Xbox One a 1080p prima del lancio? L'incremento di risoluzione verrà a scapito di qualcos'altro? Anche se il 10% di risorse destinate prima a Kinect è il benvenuto, non basta a dare alla GPU sufficiente potenza da colmare il gap di rendering tra 900p e 1080p.

Xbox One 900pXbox One 1080pPlayStation 4
La risoluzione 1600x900 sull'attuale build beta per Xbox One causa un effetto di interpolazione tra alcuni alberi in lontananza. PS4 gestisce più dettaglio a lunga distanza, ma dobbiamo tenere presente che la nostra fonte a 1080p viene in questo caso da un video compresso, mentre le acquisizioni a 900p e PS4 da una fonte senza perdite.
Xbox One 900pXbox One 1080pPlayStation 4
A corta distanza, il bump-mapping è equivalente su Xbox one e PS4, così come l'effetto di vignettatura intorno ai bordi dello schermo.
Xbox One 900pXbox One 1080pPlayStation 4
Il design dell'HUD è alterato su PS4 e aggiunge una curva tridimensionale agli indicatori di energia e munizioni, oltre a un effetto di aberrazione cromatica. Il dettaglio della montagna in lontananza sembra migliore su PS4 anche in confronto all'immagine di Xbox One a 1080p. Ricordiamo però che quest'ultima è presa da un video compresso.
Xbox One 900pXbox One 1080pPlayStation 4
Anche la qualità delle ombre è identica tra le console, con tanto di effetti come lens flare e bloom.
Xbox One 900pXbox One 1080pPlayStation 4
Anche in beta, Destiny è uno spettacolo da vedere su PS4 e Xbox One. Questo scatto di Mothyards non mette in mostra differenze quanto a illuminazione o distanza di visualizzazione.

L'upgrade di Destiny a 1080p potrà non essere nel codice beta ma in realtà già esiste, e IGN ha recentemente postato un breve video che lo mostra in azione. Confrontando delle immagini prese da questo materiale, vediamo il gap con la versione PS4 quasi del tutto eliminato: il dettaglio degli alberi, in particolare, ora appare nitido e non interpolato. Alcuni dettagli complessi in lontananza non sono altrettanto definiti, ma la cosa potrebbe dipendere dalla provenienza delle immagini da un video compresso. Abbiamo scelto scatti che fossero più statici possibile per ridurre l'influenza della compressione, ma solo delle acquisizioni integre possono mostrare l'immagine senza alterazioni.

Se Bungie riuscisse a gestire l'incremento di risoluzione senza compromessi rispetto alla beta lanciata questa settimana, avremmo una perfetta parità tra Xbox One e PlayStation 4. In termini di design del mondo di gioco tutto resta perfettamente identico, dai bellissimi skybox a piena risoluzione di Bungie alle bandiere strappate gestite dal motore fisico. Anche l'approccio alle ombre è identico, con cascade e dithering sulle silhouette illuminate dietro ai personaggi.

Anche nella build a 1080p di Xbox One c'è però una piccolo modifica che riguarda l'HUD. Su PS4 abbiamo un display curvo a tre dimensioni per munizioni ed energia, supportato da un effetto di aberrazione cromatica. Su Xbox One il design è invece piatto senza gli effetti aggiuntivi: è ovviamente un minuscolo dettaglio nel quadro complessivo e la preferenza tra i due dipende dai gusti personali.

Le missioni della campagna nella beta di Destiny mettono in mostra un frame-rate solido a 30fps con sincronia verticale sia su PS4 che su Xbox One. Anche nel frenetico multiplayer, come si vede alla fine del video, il motore gira perfettamente.

Anche se un'analisi delle prestazioni del gioco a 1080p su Xbox One è attualmente fuori portata, possiamo almeno vedere come il motore gestisca i 30fps girando a 900p. Dalla sequenza di apertura alla missione Last Array, raramente assistiamo a qualche calo, e questo vale anche per i test multiplayer su PS4 e Xbox One, con una partita 6 contro 6 nello scenario Shores of Time che non manca un colpo.

Per quanto riguarda la campagna, la versione Xbox One scatta solo una volta e fugacemente in una sparatoria nella missione Restoration. In linea con la versione PS4, abbiamo però altrimenti un gioco a 30fps con v-sync anche durante tutte le altre battaglie. L'unico altro calo si verifica brevemente durante uno spostamento rapido su uno Sparrow. Nei nostri test abbiamo rilevato un singhiozzo nello streaming tra le aree delle Steppe e Mothyards, che curiosamente si presenta nelle versioni PS3 e PS4 nello stesso identico punto.

Nel frattempo, il lancio della beta per Xbox One coincide con delle buone notizie per gli utenti PS4. Come riportato nella nostra precedente prova, la beta PS4 girava con un problema di distribuzione dei fotogrammi che comprometteva la fluidità del gioco in movimento. Un gioco che giri perfettamente a 30fps mostra un fotogramma ogni 33ms, ma nel codice precedente questo valore variava tra i 16 e i 50 millisecondi, causando alcuni scatti e la sensazione che il frame-rate fosse inferiore. Entrambe le versioni hanno però ricevuto una patch attiva da mercoledì che corregge il problema. I programmatori di Bungie hanno forzato il motore a generare un fotogramma unico seguito da un duplicato, producendo un'esperienza omogenea a 30fps senza irregolarità.

Successo! Ecco la versione PS4 prima e dopo la patch 1.02, che resolve il problema della distribuzione dei fotogrammi e gli scatti che ne risultavano. Le variazioni sopra e sotto alla linea dei 30fps sono chiaramente visibili nel vecchio filmato, mentre dal gioco aggiornato abbiamo una lettura perfetta a 30fps.

Natasha Tatarchuk, programmatrice di Bungie, ci ha gentilmente inviato una dichiarazione in merito. “Il problema era noto, e siamo felici di averlo corretto in tempo per il resto della beta e prima del lancio. Il gioco ora gestisce dinamicamente la velocità con cui il fotogramma arriva alla visualizzazione per ottenere sempre un frame-rate fluido con latenze ottimali. In altre parole, è liscio come l'olio".

Avendo giocato a fondo prima e dopo la patch, posso dire che il movimento è migliorato in maniera percepibile. Anche se le beta di PS3 e Xbox 360 mancano ancora del codice aggiornato, la comparsa di quest'ultimo su PS4 e Xbox One suggerisce che un fix per le console last-gen possa arrivare in tempo per il lancio ufficiale di Destiny.

Lo scenario è tutto sommato molto incoraggiante. Entrambe le versioni next-gen girano allo stesso livello di dettaglio in questa build, con Xbox One e PS4 pari anche nel frame-rate stabile. L'unica differenza sta nella risoluzione, che permette a PS4 di beneficiare di un'immagine più nitida. Basandoci sul materiale della build Xbox One a 1080p mostrato finora, sembra però che la differenza verrà colmata senza alcun sacrificio dal punto di vista grafico. Per quanto riguarda le prestazioni, dovremo verificare prima del lancio se i 1080p saranno raggiunti senza impattare fluidità e solidità del frame-rate.

Vai ai commenti (59)

Riguardo l'autore

Thomas Morgan

Thomas Morgan

Senior Staff Writer, Digital Foundry

32-bit era nostalgic and gadget enthusiast Tom has been writing for Eurogamer and Digital Foundry since 2011. His favourite games include Gitaroo Man, F-Zero GX and StarCraft 2.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (59)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza