Benvenuti alla guida 2015 del Digital Foundry all'upgrade della scheda grafica! È un articolo estensivo che tenta di considerare tutti gli elementi dell'upgrade più importante che si possa fare al proprio PC da gioco: quello della GPU, o Graphics Processing Unit. Il nostro obiettivo è di coprire tutto il dovuto, a partire dalle basi come la procedura pratica di aggiornamento e l'importanza degli altri componenti del computer, fino all'analisi estremamente approfondita delle prestazioni di ogni scheda grafica.

L'argomento è vasto e richiede alcune semplificazioni, quindi abbiamo diviso l'hardware grafico in tre segmenti: entry-level (fascia bassa), enthusiast (fascia media) e fascia alta, andando dalle schede più economiche a quelle da parecchie centinaia di euro. Vi proporremo benchmark effettuati sugli ultimi giochi DirectX 11 e suggerimenti per migliorare i frame-rate con impatto minimo sulla qualità dell'immagine, in modo da ottenere un'esperienza di gameplay pari o superiore a quella offerta da PlayStation 4 o Xbox One.

Secondo il sondaggio di Steam sull'hardware, i monitor 1080p sono la maggioranza utilizzata con i PC da gioco, quindi il full HD ha ricevuto parecchia attenzione da noi, ma siamo anche coscienti degli schermi a 2.5K operanti a 2560x1440, mentre per le schede di fascia alta abbiamo coperto anche il gioco a 4K.

Il nostro scopo è realizzare una guida in evoluzione ai migliori aggiornamenti grafici a disposizione di ogni budget, aggiornandola con una nuova analisi ogni volta che un nuovo prodotto arriverà sul mercato, coprendo non solo le specifiche e i benchmark ma anche i fattori limitanti delle vostre macchine che potrebbero influenzare un eventuale acquisto, ad esempio CPU e alimentatore.

Per passare direttamente ai test, eccovi dei comodi link:

Ma intanto cominciamo dalle basi.

Sostituire una scheda grafica è, nella pratica, un'operazione molto semplice. Assicuratevi che il PC sia spento e scollegato dalla presa elettrica, svitate e rimuovetene la paratia laterale, individuate la scheda video, svitatela dal retro del case ed estraetela. Assicuratevi inoltre di scollegare tutti i cavi di alimentazione collegati ad essa. Da qui, attaccate i cavi di alimentazione alla nuova scheda, inseritela nello stesso slot, avvitate la placca posteriore ed ecco fatto.

Sembra semplice? Beh, solitamente lo è. Ci sono solo un paio di cose da tenere a mente:

  • L'alimentatore può fornire la potenza necessaria a sostenere la nuova GPU?
  • È dotato dei cavi necessari da collegare alla nuova scheda?

Le schede grafiche prendono della corrente dalla scheda madre, ma la maggior parte di essa direttamente dall'alimentatore. Viene usata una combinazione di una o due connessione a sei od otto pin, definita solitamente 'PCI Express'. Accertatevi della configurazione utilizzata dalla vostra potenziale nuova scheda prima di effettuare l'acquisto, e controllate che l'alimentatore sia fornito dei cavi appropriati. In caso contrario, vengono spesso forniti degli adattatori per permettere ai cavi di alimentazione degli hard drive di sostenere la scheda video. Nel caso delle schede entry-level e di fascia intermedia, questi ultimi dovrebbero funzionare adeguatamente e risparmiarvi un aggiornamento dell'alimentatore. Per le schede più potenti, però, consigliamo di utilizzare i normali collegamenti con l'alimentatore.

Come vedrete dalle tabelle relative al consumo, la potenza effettivamente assorbita dall'alimentatore sarà molto più bassa della sua capacità massima. In molti casi, il wattaggio è molto meno importante della quantità di corrente fornita alle uscite chiave, e in generale le unità da 400W vanno bene per le schede entry-level, quelle da 450W per le schede di fascia intermedia, e 500W per le schede di fascia alta.

Il secondo componente fondamentale da tenere presente è la CPU. È importante mantenere il giusto equlibrio: una CPU carente limita le prestazioni di una GPU potente, facendovi in pratica sprecare i vostri soldi. Per le schede grafiche di livello più alto consigliamo processori Intel quad-core delle serie Core i5 e Core i7. La situazione è però molto meno chiara per le schede entry-level e di fascia intermedia: assicuratevi di leggere le sezioni individuali di ogni classe di hardware grafico per fare la scelta migliore.

E ora, cominciamo con i nostri consigli per le GPU e la loro ottimizzazione.

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.