Uncharted 2 per PS4 promette molto bene - articolo

Il Digital Foundry presenta le sue prime impressioni sul lavoro di Bluepoint Games.

Anche se la quantità di rimasterizzazioni per le console current-gen sfiora il ridicolo, ci sono ancora titoli dei giorni più gloriosi di PS3 da portare su PlayStation 4. The Last of Us Remastered funziona molto bene la presentazione a 1080p60 di God of War 3 è eccellente, e la Uncharted Nathan Drake Collection, a giudicare dal primo sguardo che le abbimo dato, è carica di promesse. Al momento, dal nostro punto di vista, tutto ciò che manca dalla lineup è una riedizione di Killzone 2/3.

Nei prossimi giorni pubblicheremo un'analisi approfondita di God of War 3 Remastered, ma nel frattempo la nostra attenzione è rivolta alla Nathan Drake Collection e a quel video di gameplay a 1080p60 pubblicato la scorsa settimana. Sony ci ha inviata il video e cinque immagini, curiosamente renderizzate a risoluzione nativa 4K, che non sono indicative dell'immagine finale ma comunque utili in un altro modo. Anche in ultra-HD il dettaglio delle texture sembra reggere, ma prevedibilmente illuminazione e geometrie sono di natura tipicamente last-gen.

È lo spezzone di gameplay a essere eccitante. La sua durata è di meno di 4 minuti, ma il video sembra confermare che Bluepoint Studios possa realizzare una rimasterizzazione almeno di pari livello dell'eccellente riedizione di The Last of Us per PS4, curata internamente da Naughty Dog. La scena è separata in due sezioni, indicative del tipico gameplay di Uncharted: in quella iniziale il frame-rate si sposta raramente dai 60fps, ma è il segmento d'azione successivo, completo di un intenso scontro a fuoco e di una sequenza scriptata, a rivelarsi più duro da gestire per il motore.

In precedenza abbiamo discusso la sfida insita nel portare Uncharted su PS4, basandoci sull'esperienza di Naughty Dog con la rimasterizzazione di The Last of Us. Una semplice conversione non può funzionare. La maggior parte dei motori grafici funziona in maniera lineare: il processore simula la scena e prepara le istruzioni per la GPU, che poi renderizza la scena prima di passarla in uscita video. Naughty Dog non riusciva a raggiungere i 60fps in questo modo, e ha diviso in due il procedimento: la CPU produce la lista dei comandi per la GPU per il fotogramma attuale, lavorando simultaneamente alla simulazione del gioco per il prossimo, massimizzando così le capacità di calcolo parallelo della CPU a otto core di PS4.

Tenendo presente che i vari Uncharted girano sullo stesso motore che è difficile portare integralmente su PS4, crediamoche Bluepoint stia basando la rimasterizzazione sugli stessi principi, mettendo a frutto ciò che ha imparato da Naughty Dog. In base a quanto vediamo nel video vi sono certamente delle cose in comune con la presentazione di The Last of Us Remastered. Nella seconda metà del filmato ci sono dei cali di frame-rate, e sembra che siano le reazioni fisiche e l'ampio utilizzo di texture trasparenti alpha a causare qualche problema.

Ovviamente abbiamo solo un breve spezzone di gameplay da esaminare, ma la sensazione è che i rallentamenti non siano accentuati come in The Last of Us per PS4, forse perché i primi Uncharted non utilizzavano effetti alpha come l'ultimo titolo di Naughty Dog per PS3. Per quanto riguarda l'intera raccolta, sospettiamo che saranno alcune delle sequenze più audaci di Uncharted 3 a dare filo da torcere al motore utilizzato su PS4. Uncharted: Drake's Fortune potrebbe invece rivelarsi molto solido: da un punto di vista tecnologico è meno ambizioso, e buona parte degli effetti usati non comprendeva alpha per risparmiare la banda della GPU.

Questo primo teaser della Nathan Drake Collection fa esattamente ciò che sospettiamo sia stato creato per fare: dimostrare che gli Uncharted per PS3 hanno ancora molto da offrire nell'era PS4. Inoltre, premia anche la decisione di Sony di affidare il lavoro a Bluepoint Games: quest'enorme progetto è chiaramente in buone mani. La cosa più importante di tutte è che il video ha riacceso delle care memorie legate alla last-gen, esperienze che vogliamo risperimentare a 1080p60. In questo senso, il video è tanto frustrante quanto eccitante, visto che vorremmo vedere di più.

Per estensione, siamo ancora più affascinati riguardo al modo in cui Bluepoint Games ha scelto di affrontare il progetto: a questo punto ci sono molte domande ancora senza risposta, e resta principalmente da vedere quanto siano stati migliorati gli elementi di base di ogni titolo (Uncharted 3 vanta degli artwork fenomenali), che aspetto abbia l'illuminazione ritoccata e, forse ancora più importante, come sia stato rivisitato l'originale Uncharted: Drake Fortune. Non appena verrà rivelato dell'altro, torneremo a parlarne.

Vai ai commenti (20)

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Una serie Netflix di God of War? Ecco il sogno di Cory Barlog

Per ora rimane solo una "speranza" per il celebre director.

Kingdom Hearts III - Re: Mind - recensione

Un nuovo punto di vista sulla saga del Dark Seeker.

System Shock in azione in un lungo video gameplay tratto dalla demo pre-alpha

Uno sguardo approfondito all'atteso gioco di Nightdive Studios.

GTA 6 uscirà a fine 2021?

Sarebbe 'il miglior scenario' per la data di uscita, secondo un ex dipendente di Rockstar.

Journey to the Savage Planet - recensione

Uno stralunato viaggio nello spazio che strizza l'occhio a Futurama.

Commenti (20)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza