Dopo il leak relativo a PlayStation 4K 'Neo', ci sono molte domande che necessitano di risposta, e siamo intenzionati a dirvi più che possiamo del nuovo hardware, specialmente le implicazioni che porta per chi già possiede una PS4.

In quest'articolo presenteremo le linee guida che Sony ha fornito agli studi che sviluppano per PlayStation 4. Anche se potrebbero cambiare, il quadro che dipingono è chiaro e privo di ambiguità. Come detto esplicitamente, PS4 e Neo 'coesisteranno sul mercato': una è semplicemente una versione tecnologicamente più avanzata dell'altra, ma vi sono alcuni punti chiave tra le informazioni che vorremmo sottolineare:

Il Dual Shock 4 resterà il controller principale: Sony non ha piani per il lancio di un nuovo joypad per l'hardware Neo. Il Dual Shock 4 resta immutato, e Sony ha imposto il supporto di tutte le periferiche esistenti senza differenze tra PS4 e Neo.

1080p è la risoluzione minima obbligatoria: Sony vuole spingere gli sviluppatori a impiegare risoluzioni più alte, e il super-sampling da valori superiori al full HD è un'opzione, ma i 1080p sono il pixel-count più basso permesso.

Nessuna divisione online tra le due console: Se un titolo PlayStation supporta funzioni online, esse devono risultare a disposizione di entrambe i sistemi. Gli sviluppatori non possono avere server Neo-only. Crediamo che questo possa generare squilibri nel caso, ad esempio, che la versione Neo di un gioco giri a 60fps mentre quella PS4 sia limitata a 30fps.

Salvataggi cross-platform: Il sistema operativo di PS4 e Neo è lo stesso. Tutti i dati (salvataggi, backup, etc.) sono intercambiabili tra i due sistemi. Sembra che Sony stia lasciando agil sviluppatori il compito di assicurarsi che i salvataggi di una console funzionino sull'altra e viceversa.

Le patch per la compatibilità saranno solo per i giochi già usciti: Sony vuole supporto per Neo su tutti i giochi a partire da ottobre. Anche se i titoli già disponibili possono essere patchati con delle funzioni per Neo, non sarà possibile farlo successivamente con i nuovi titoli.

Rich propone nuove informazioni su PlayStation Neo, e spiega come il sistema vivrà a fianco della prima PS4.

Queste sono le linee guida, ma di seguito vediamo quella che crediamo sia la lista completa di regole comunicata agli sviluppatori. La situazione potrebbe cambiare, ma per ora offre un'intrigante visuale sulla strategia di Sony per far coesistere due PlayStation nello stesso ecosistema.

Funzioni di sistema di PS4/Neo

L'interfaccia PS4 offre un'esperienza identica, sia che ci si trovi su Neo o su una PS4 originale. Il PlayStation Store sarà esattamente lo stesso, ma Sony sta considerando l'idea di offrire funzioni multimediali migliorate, ad esempio streaming e registrazione di gameplay a 1080p. L'accesso a contenuti 4K con requisiti HDCP 2.2 non viene coperto nella documentazione di Sony. In termini di giochi, però, le spiegazioni sono molto chiare:

  • Uno stesso PSN ID può essere utilizzato per accedere agli stessi contenuti su più console Ps4 e Neo.
  • Solo un dispositivo, però, può essere la Console Principale.
  • Uno stesso PSN ID non può essere loggato simultaneamente su più di una PS4, Neo, o una combinazione delle due (probabilmente, però, la Console Principale può riprodurre contenuti digitali offline, come ora).
  • I salvataggi dovrebbero essere intercambiabili tra PS4 e Neo (tramite USB o cloud). Sony sta lasciando agli sviluppatori il compito di assicurarsi che il sistema funzioni.
  • I dati di backup sono intercambiabili tra Neo e PS4, vale a dire che si può effettuare e ripristinare il backup su uno qualsiasi dei due modelli senza problemi.
  • Temi e avatar funzionano su entrambi i sistemi.
  • Gli sviluppatori non possono separare gli utenti di Neo e PS4 sul PlayStation Network. Le modalità di gioco online devono offrire le stesse funzioni.
  • Trofei e regole di sblocco devono essere totalmente identiche.
  • Le pagine del PlayStation Store e le confezioni fisiche dei giochi devono elencare le funzioni specifiche per Neo.
  • Non vi sono piani per dare priorità a contenuti PS4 o Neo nell'utilizzo del sistema di 'avvio veloce' PlayGo.
trophy
Secondo le linee guida di Sony, i trofei devono essere gli stessi tra le modalità PS4 e Neo. Non vi saranno trofei esclusivi per Neo o varianti nel modo in cui verranno sbloccati.

Compatibilità PlayStation 4/Neo

Sony vuole che gli sviluppatori supportino simultaneamente entrambi i sistemi, e sta motivando gli sviluppatori per assicurarsi che tutti i titoli PS4 in uscita a partire dall'ultimo trimestre dell'anno supportino Neo. È anche inamovibile sull'unificazione delle piattaforme, con pochissime eccezioni:

  • Non sono consentiti titoli solo per Neo o solo per PS4 (ricordiamo che Neo può far girare i titoli non migliorati: agli sviluppatori non è semplicemente consentito escludere una delle due utenze).
  • Tutti i giochi acquistati, su disco o da PlayStation Store, dovrebbero offrire funzioni PS4 e Neo senza costi aggiuntivi per girare su una delle due console.
  • Tutti i nuovi titoli con supporto Neo utilizzano pacchetti unificati che girano su entrambe le piattaforme. Il pacchetto della CPU è identico, e in quello della GPU ne sono contenuti tre (condiviso, specifico per PS4 e specifico per Neo).
  • Tutti i DLC e i contenuti aggiuntivi sono interamente cross-platform. Dei download unificati sono utilizzati sia per questi contenuti che per le patch.
  • Il supporto per Neo sarà possibile sui vecchi giochi tramite una patch di 'forward compatibility', ma questo non sarà permesso per i nuovi titoli.
  • Gli sviluppatori non possono offrire funzioni di gameplay esclusive ai possessori di Neo. Se il gioco ha una modalità split-screen, essa deve essere disponibile su entrambi i sistemi. Le modalità possono però essere migliorate, quindi una modalità split-screen a due giocatori su PS4 può essere espansa in una variante a quattro giocatori su Neo.
  • Gli sviluppatori non possono aggiungere contenuti esclusivi per PS4 o Neo.
  • Se c'è un bug specifico nel codice per Neo, agli sviluppatori non è permesso dirottare gli utenti Neo al codice PS4. Il gioco va corretto.
store
Sony afferma che l'interfaccia principale e il PlayStation Store saranno identici su PS4 e Neo, ma le funzioni specifiche per quest'ultima saranno elencate nelle pagine dei prodotti.

Supporto per le periferiche

Sony non apporterà cambiamenti drammatici da questo punto di vista. Possiamo supporre che Neo usi le stesse interfacce primarie di PS4: UBS 3.0, Bluetooth e interfaccia per la fotocamera.

  • Il Dual Shock 4 attuale è confermato come l'interfaccia principale per Neo. Non ci sarà alcun nuovo controller. I DS4 potranno essere utilizzati e abbinati alle diverse console.
  • Qualsiasi periferica compatibile con PS4 dovrebbe funzionare in maniera identica su Neo.
  • Non dovranno esserci differenze nel supporto delle periferiche tra PS4 e Neo.

Linee guida per il rendering

Abbiamo già descritto come Sony intenda offrire il supporto per risoluzioni più alte e schermi 4K con l'hardware Neo, e come incoraggi frame-rate superiori e più stabili, nonché una fedeltà grafica maggiore. È un argomento sul quale torneremo a tempo debito dopo essere entrati in possesso di nuove informazioni. In termini di linee guida tecniche brevi per il rendering su Neo, ecco ciò che dice Sony:

  • I giochi che girano in modalità Neo devono operare a una risoluzione nativa di 1920x1080 (1080p) o superiore.
  • Il frame-rate di un gioco deve eguagliare o superare il livello di prestazioni equivalente che ha sulla PlayStation 4 di base.

Sembra che non vi siano nuove linee guida per assicurare uno standard di rendering o prestazioni per la PlayStation 4 attuale. Una preoccupazione è che l'enfasi possa spostarsi su Neo, con un peggioramento delle performance sull'hardware più vecchio. Speriamo che l'ampia base d'utenza assicuri che la 'PS4 di base' continui a ottenere l'attenzione che merita.

battlefront
Star Wars Battlefront gira a 900p su PlayStation 4: secondo le nuove linee guida di Sony, questo titolo dovrebbe operare almeno a 1080p nativi sull'hardware Neo.

Le conclusioni

Sony è molto conservativa su ciò che è permesso o meno a chi sviluppa per il nuovo hardware PlayStation. Chiaramente, la priorità è non alienare la base d'utenza esistente. C'è anche il desiderio di rafforzare l'ecosistema esistente invece di permetterne la frammentazione. Ciò si estende alle linee guida che parlano di come le funzioni esclusive per Neo devono essere mostrate su PlayStation Store. Sony è lieta che gil sviluppatori le elenchino, ma afferma esplicitamente che gli sviluppatori non hanno alcun obbligo di promuovere Neo presso i possessori della PS4 originale.

Sony sembra aver pensato a tutto: sta creando una versione 'Elite' della console, assicurandosi allo stesso tempo di definire delle regole precise volte a non lasciare indietro la base d'utenza di PS4. Resta da vedere fino a che punto gli sviluppatori potranno abbassare gli standard sul vecchio hardware, e per estensione se e quanto saranno limitati nell'utilizzo di quello nuovo dall'esigenza di sviluppare anche per quello esistente.

Ovviamente, c'è l'elefante nella stanza: fino a che punto i 4K sono importanti al momento o anche nel medio termine per i giocatori? Lo sviluppo per Neo si concentrerà invece su un'esperienza a 1080p più ricca? Ci occuperemo di questi argomenti, e delle opzioni a disposizione degli sviluppatori, in un prossimo articolo.

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.