The Division - analisi delle prestazioni

Dividi e conquista?

Lanciato dopo due beta test, The Division apre completamente la sua incredibilmente dettagliata ricostruzione di New York City al pubblico. A parte alcuni problemi, il gioco sembra reggere bene. La nostra connessione è stata stabile e a livello di prestazioni ci sono poche differenze con il solido codice beta che abbiamo provato poco tempo fa. Ubisoft ha realizzato un altro titolo tecnicamente solido su console, ed entrambe le piattaforme offrono un gameplay fluido e visuali impressionanti di Manhattan che immergono veramente il giocatore nelle strade e negli edifici abbandonati della zona.

In termini di risoluzione siamo in territorio noto: PS4 vanta una presentazione nativa a 1080p, mentre Xbox One utilizza una risoluzione dinamica. Nelle aree indoor e nelle scene meno complesse il gioco gira a 1080p nativi anche su Xbox One ma nelle aree all'aperto e nelle zone più dettagliate la densità di pixel diminuisce leggermente, con framebuffer di 1792x1008 e 1728x972. Cartelli stradali e dettagli più piccoli appaiono di conseguenza leggermente meno definiti sulla console di Microsoft, ma è un inconveniente minore e per la maggior parte del tempo le due versioni appaiono estremamente simili durante il gameplay. La differenza tra le due si avverte maggiormente quando si disabilita il filtro dell'aberrazione cromatica, a causa dell'incremento di nitidezza che questo comporta.

Ubisoft ha fatto un buon lavoro nel mantenere la parità tra le console dove più importa. L'anti-aliasing sembra SMAA, con una componente temporale che fornisce un livello di copertura aggiuntivo alla presentazione; l'immagine resta quindi pulita e quasi sempre priva di sporcature. Anche gli elementi di base sono gli stessi. Lo streaming dei dati è un'area che può presentare delle differenze, con Xbox One che risulta a volte più lenta di una frazione di secondo nel caricare gli elementi di qualità superiore. Durante il gameplay, però, nessuna delle due piattaforme ha un vantaggio visibile per periodi di tempo estesi, e le due si alternano nel visualizzare un po' più velocemente le transizioni tra oggetti di diversa qualità. Durante l'attraversamento delle dettagliate strade cittadine è visibile del pop-up di texture e ombre.

Come abbiamo visto nella beta, la versione finale di The Division offre frame-rate spesso solidi su entrambe le console, con leggero tearing e alcuni fotogrammi occasionalmente perduti su Xbox One.

Dal punto di vista delle prestazioni non vi sono sorprese, con un livello di stabilità simile a quello della beta per entrambe le versioni. A parte il raro fotogramma saltato, PS4 offre un'esperienza stabile per tutta la durata del gioco, con sparatorie che restano sempre fluide e stabili. L'uso di motion blur per oggetto e inquadratura in combinazione con la profondità di campo aiuta, permettendo all'aggiornamento a 30fps di apparire un po' più fluido di quanto sia in effetti su entrambe le console. Ad esempio, gli scatti che si verificano durante gli spostamenti dell'inquadratura sono meno percettibili di quelli di Far Cry 4, e questo conferisce all'esperienza un aspetto fluido e cinematografico.

Passando a Xbox One, la macchina di Microsoft si produce in risultati simili a quelli di PS4. Combattimenti e spostamenti non influenzano praticamente mai il frame-rate. Occasionalmente un singolo fotogramma viene saltato e uno o due appaiono incompleti, ma nulla che risalti troppo durante il gioco. Curiosamente, a volte il motore fatica brevemente a tenere il passo con il rendering. Le sequenze animate mettono in mostra degli scatti, così come le sequenze in cui si passa da una zona interna a una esterna. Sospettiamo che la risoluzione possa giocare un ruolo in queste esitazioni. Xbox One mantiene i 1080p nelle aree indoor, ed è possibile che siano i pixel supplementari a influenzare le prestazioni in queste scene.

PlayStation 4Xbox One
In termini di risoluzione, PS4 offre una presentazione nativa a 1080p, mentre su Xbox One viene utilizzato uno scaling dinamico. Qui vediamo un framebuffer di 1792x1008 su Xbox One, che conduce a un leggero incremento della sfocatura dei dettagli più minuti.
PlayStation 4Xbox One
Nelle aree interne o in quelle meno complesse, entrambe le console renderizzano a 1080p nativi con livelli di dettaglio identici.
PlayStation 4Xbox One
L'anti-aliasing è fornito da quello che sembra essere un SMAA su entrambe le console, in combinazione con una componente temporale. I bordi vengono smussati a dovere, e l'aspetto del gioco risulta complessivamente pulito.
PlayStation 4Xbox One
Lo streaming del LOD è leggermente più veloce su PS4. Date un'occhiata alle borse sulla scrivania a sinistra, e notate come le pieghe del materiale siano assenti su Xbox One a causa di geometrie e normal map più semplici.
PlayStation 4Xbox One
Da vicino possiamo vedere come la qualità delle texture e il dettaglio delle normal map siano identici sulle due console.
PlayStation 4Xbox One
La qualità delle ombre è identica sulle due console. Le ombre vengono renderizzate a risoluzione abbastanza bassa ma vengono filtrate molto bene, e questo conferisce loro un aspetto morbido privo di bordi grezzi.

Guardando al quadro generale, questi rallentamenti non sono una preoccupazione su Xbox One, anche se implicano che la presentazione è meno rifinita di quella offerta da PS4. Nel complesso, dalle nostre prime ore passate sulla versione di lancio del gioco, risulta chiaro che Ubisoft stia offrendo un'esperienza ottimizzata su entrambe le console. PS4 offre un tocco di rifinitura in più con risoluzione 1080p e frame-rate stabili in tutte le scene ma la versione Xbox One è praticamente identica nelle caratteristiche che contano e le differenze grafiche sono abbastanza piccole da passare inosservate. I problemi di prestazioni sembrano limitati a scene sporadiche, e in generale entrambe le console offrono un gameplay solido e fluido.

A livello tecnico, su console non c'è nulla di drammaticamente differente rispetto alle beta. Le sparatorie sono appaganti, e la riproduzione di Manhattan offre numerose aree interessanti da esplorare. È la versione PC a offrire i maggiori motivi d'interesse. Dopo il downgrade apportato dalla presentazione iniziale, siamo ansiosi di verificare come la versione PC maxata risulti in confronto alla demo tecnica originale, e ovviamente vogliamo anche verificare quali upgrade siano presenti rispetto alle console puntando a 1080p60. Ci stiamo lavorando, e vi proporremo un'analisi comparativa completa non appena possibile.

Contenuti correlati o recenti

Starfield tra pirati spaziali e fanatici nello spazio profondo con un trailer su colonie e fazioni

Ecco con chi inizierà il nostro viaggio in Starfield tra esploratori e pirati spaziali.

Cyberpunk 2077 e The Witcher 3: le versioni next-gen PS5 e Xbox Series X/S rinviate al 2022!

Niente 'fine 2021' per Cyberpunk 2077 e The Witcher 3 next-gen.

Cyberpunk 2077 per PS5 e Xbox Series X/S, l'upgrade next-gen rischia di slittare al 2022

I giocatori di Cyberpunk 2077 su PS5 e Xbox Series X/S dovranno attendere ancora?

New World si aggiorna alla versione 1.0.3 con il trasferimento tra i server e non solo

La richiesta più attesa dai giocatori di New World è ora qui.

Articoli correlati...

Dragon Age 4 uscirà solo su PC, PS5 e Xbox Series X/S. Niente cross-gen per l'RPG di BioWare

Dragon Age 4 su PS5 e Xbox Series X/S, nessuna versione PS4 e Xbox One.

Diablo II Resurrected - recensione

Le fiamme di Diablo incendiano una nuova generazione.

Articolo | Perché Skyrim ha avuto tanto successo?

Storia di un videogioco immortale lanciato 15 volte su 10 sistemi diversi.

'The Elder Scrolls VI sarà un'esclusiva Xbox, niente PS5'

Jeff Grubb è sicuro che The Elder Scrolls VI approderà solo su Xbox (e PC).

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza