Digital Foundry vs. Trine 2

1080p60, 3D stereoscopico e risoluzione a 4K. Solo il cielo è il limite per i Frozenbyte su PS4!

Gira a 1080p nativi a 60 frame al secondo ma è solo uno dei suoi pregi; l'ottimo Trine 2 di Frozenbyte è uno dei pochi titoli indipendenti a essere stato portato su PlayStation 4 in modo splendido, visto che non solo combina molto bene risoluzione e frame rate, ma è anche l'unico gioco a proporre il 3D stereoscopico mantenendo i 60 frame al secondo. In realtà, stando a quanto dicono gli sviluppatori, Trine 2 potrebbe anche raggiungere i 4K a 30fps se Sony volesse sbloccare l'output della PS4 per supportare la risoluzione ultra-HD.

Al momento Trine 2 si unisce alla schiera di titoli indipendenti per PS4 con la “Complete Edition” del gioco, una versione che propone anche l'espansione Goblin Menace e il livello Dwarven Caverns, in precedenza presenti solo su Wii U in un unico delizioso pacchetto disegnato per essere la versione definitiva di questo puzzle platform sulle nuove console. E siccome Frozenbyte ha perso buona parte del suo tempo per migliorare il gioco intorno ai pregi della versione Nintendo, in aggiunta alla realizzazione del supporto 3D stereoscopico e alla risoluzione da 1080p60 c'è anche l'integrazione del touchpad del Dual Shock 4 per alcune delle meccaniche di gameplay di base di Trine 2.

L'entusiasmo dello sviluppatore nel personalizzare l'esperienza intorno alle caratteristiche esclusive offerte dalle diverse piattaforme hardware è degno di nota, mentre l'aggiornamento grafico pone la build PS4 saldamente in linea con la versione PC, ovvero quella tecnicamente migliore. Questo è dimostrato dal nostro video testa a testa qui sotto tra PC e PS4, dove possiamo vedere come la presentazione 1080p nativa sia nitida e chiara, e riveli un livello di dettaglio inaspettato degli artwork che in precedenza avevamo visto meno definiti sui sistemi current-gen. In questo senso, l'aumento della risoluzione si nota chiaramente fin dai primi istanti di gioco.

La qualità dell'immagine della versione PS4 è generalmente eccellente: Trine 2 mette in mostra una correzione antialias FXAA ad alta precisione, che restituisce immagini sorprendentemente pulite e prive di scalettature ad eccezione di qualche pixel sparso, che appare attorno ai personaggi e nei dettagli meno significativi delle ambientazioni. Il risultato è una qualità dell'immagine che rivaleggia tranquillamente con quella PC, a sua volta impostata per girare con l'FXAA attivo e soprattutto il super-sampling a 4X. Veramente notevole per essere una soluzione post processo. La mancanza di sub-pixel aiuta molto nel restituire un'immagine pulita, e solo alcuni inconvenienti con le geometrie causano qualche problema.

"Trine 2 su PlayStation 4 è l'unico gioco PS4 a supportare il 3D stereoscopico"

Trine 2 in una comparazione diretta tra PS4 e PC al massimo livello di dettaglio. Solo l'inclusione del super-sampling su PC riesce a mettere in evidenza il gap qualitativo. Usate l'impostazione a 1080p per la migliore performance del video.

Invece, la differenza principale tra i due formati si riduce nel leggero blur della versione PS4, che perde alcuni dettagli ad alta frequenza rispetto alla versione PC, dove il processo di campionamento ad una risoluzione superiore a 1080p preserva maggiori informazioni nelle texture, offrendo allo stesso tempo una migliore copertura anti-aliasing su tutta la scena. Ma questo è un problema minore: gli artwork e gli effetti di rendering sono identici tra versioni PC e PS4, rendendo il confronto molto serrato grazie all'uso di più fonti di luce, che interagiscono con la nebbia e una fisica di alto livello in grado di caratterizzare ancora meglio la presentazione.

L'inclusione di un vero 3D stereoscopico in Trine 2 è un bel tocco, con la naturale separazione degli strati a creare un senso di profondità molto realistico, senza scadere nell'effetto diorama cartonato che spesso si verifica in titoli in grado di supportare il 3D. In Trine 2, il 3D stereo è veramente immersivo, confermando questa caratteristica in gran parte dimenticata come un'utile aggiunta, se accuratamente implementata. In questo momento l'unico inconveniente è che in questa modalità il gioco è bloccato a 720p sulla PS4, in modo da ottenere due fotogrammi distinti da 720p a 60fps che possano dare le visione stereoscopica. In compenso, la presentazione stereoscopica completa a 1080p è disponibile su PC.

PlayStation 4PC
Il framebuffer nativo di Trine 2 a 1080p è nitido e definito sia su PC, sia su PS4. Lo stile dell'artwork permette un uso intensivo della correzione antialias FXAA sulla console di Sony e arriva a riprodurre quasi alla perfezione la qualità dell'immagine presente nella versione PC del gioco, che aggiunge a questa soluzione il supersampling 4x.
PlayStation 4PC
L'artwork di Trine 2 è lussureggiante e sontuoso: a parte l'FXAA su PS4 che causa una leggera sfocatura delle texture invece assente su PC, le due build sono praticamente identiche.
PlayStation 4PC
Una moltitudine di effetti di luce, fumo, particelle ed oggetti legati alla fisica, contribuiscono a creare una presentazione eccezionalmente rifinita tra le versioni PS4 e PC. La varietà degli scenari di Trine 2 è semplicemente meravigliosa.
PlayStation 4PlayStation 4 3D
Trine 2 viene upscalato molto bene a 1080p quando si gioca in 3D sulla PS4 in concomitanza con l'uso combinato del downsampling e l'FXAA, che portano la risoluzione a 720p. Il risultato è un'immagine definita e priva di artefatti come non vedevamo da parecchio tempo su console.
PlayStation 4PlayStation 4 3D
I Frozenbyte ci hanno spiegato che Trine 2 presenta numerose differenze nella gestione di ombre, effetti post-processo e l'implementazione dinamica del filtro anisotropico tra quando gira in 3D o nella visualizzazione standard. Tuttavia, le differenze sono difficili da notare in movimento gioco.

Il supporto 3D nativo a 1080p60 di Trine 2 e teoricamente possibile, ma Sony dovrebbe aggiornare il firmware della PS4 per permettere questa modalità. Il beneficio dell'attuale impostazione a 720p è che l'anti-aliasing FXAA di un'immagine a 1080p downscalata permette di ottenere un risultato molto pulito una volta che questo arriva a schermo. Il fatto che la risoluzione interna del gioco in 3D sia di 1080p apre la strada ad altre possibilità, come quella di renderizzare l'immagine nativamente a 4K. Purtroppo, questo si verifica nonostante qualche problemino che ci ha ben illustrato Juha Hiekkamäki, Senior Graphic Programmer di FrozenByte:

"Non ci sono limitazioni tecniche per un eventuale supporto a 3840x2160 e 30 fps con una qualità di rendering stereo. Aumentare la risoluzione e diminuendo la frequenza di aggiornamento alla fine permette di equilibrare il numero di pixel che vengono renderizzati, ma il 4K è una storia completamente diversa. Attualmente, renderizziamo a 1080p sia in stereo sia in modalità normale, ma per quanto molto vicini, non sono perfettamente identici dal punto di vista qualitativo. Le differenze si notano nell'uso dell'FXAA e di alcuni effetti post-processo ma anche nella correzione anisotropica delle texture. L'effetto è ottimo, ma durante il gameplay non è possibile garantire perfettamente i 60 fps e questo nel sistema di controllo si percepisce."

Ovviamente, visto che il firmware di Sony non supporta i 4K, siamo sempre nell'ambito della teoria ma considerate questo dato: 30fps è lo stesso frame-rate delle versioni old-gen di Trine 2, ma le nuove console possono gestire risoluzioni nove volte superiori. Impressionante.

Trine 2: analisi della performance

Quindi, la versione PS4 di Trine 2 sale in cattedra con una spettacolare presentazione a 60 frame al secondo a 1080p che surclassa i 720p delle versioni console attuali. Non solo: la qualità dell'immagine si accompagna anche a una solida accelerazione nel frame rate, letteralmente il doppio di quanto accade su Wii U, PS3 e Xbox 360.

Un'analisi del nostro video comparativo triplo mostra che tutte e tre le console della vecchia generazione raggiungono una solida esperienza di gioco a 30 fps: le versioni Xbox 360 e PS3 modificano dinamicamente la risoluzione per mantenere il frame rate immutato mentre su Wii U l'esperienza è solidamente bloccata a 30 frame a 720p e si conferma la piattaforma più stabile delle tre.

"Il formato HDMI 1.4 in 3D si limita alla risoluzione da 720p ma Trine 2 renderizza internamente a 1080p e 60fps"

La PS4 gestisce senza alcuno sforzo l'engine di Trine 2 giocando normalmente o in stereoscopia: entrambe le modalità sono ottimamente gestite a 60 frame al secondo.

Come abbiamo anticipato, Trine 2, gira splendidamente restando costantemente ancorato ai 60fps a 1080p e anche il gioco in 3D conferma questi ottimi risultati velocistici nonostante il fatto che i pixel interni da elaborare siano raddoppiati: una riprova dell'eccezionale riserva di potenza grafica di questa console. La fluidità delle animazioni e reattività del controller rendono Trine 2 ancora più divertente da prendere in mano, per quanto sia difficile non rimanere affascinati dalla bellezza degli effetti, della fisica e dell'illuminazione più in generale. Si tratta di miglioramenti cui i giocatori PC sono abituati da tempo, ma chi preferisce le console, non potrà fare a meno di apprezzare il netto salto qualitativo rispetto alla vecchia generazione.

Anche l'uso del nuovo pad di Sony pare ben implementato, sopratutto per quanto riguarda il touchpad che poco successo a riscosso finora. Oltre al controllo del protagonista è possibile usare il tocco per manipolare oggetti o lanciare incantesimi nei panni del mago, respingere attacchi in quelli del cavaliere o scagliare frecce in quelli della ladra. Il sistema è veramente ben implementato e migliora in modo consistente le meccaniche di risoluzione degli enigmi e delle sequenze platform replicando molto bene la velocità e precisione di un mouse o di uno schermo capacitivo.

"Oltre al controllo del protagonista, è possibile usare il tocco per manipolare oggetti o lanciare incantesimi"

Un anno fa comparavamo le versioni PS3, Xbox 360 e Wii U di Trine 2: quella di Nintendo si avvicinava maggiormente al top rappresentato dallo standard PC, ma era comunque limitata a 720p e 30 fps. Un abisso dal teorico 1080p120 che la PlayStation 4 riesce a gestire in modalità 3D.

Trine 2: The Complete Story PS4: il verdetto del Digital Foundry

Ci siamo veramente divertiti un anno fa con il bellissimo puzzle-platform di Frozenbyte quando era apparso su Wii U, grazie alle sue interessanti meccaniche di gioco legate alla fisica e a un'impressionante tecnologia di rendering capace d'immergere il giocatore in un mondo coloratissimo e vibrante. Con la build PS4, i Frozenbyte hanno realizzato la versione definitiva del gioco grazie a una risoluzione da 1080p, al supporto 3D e un gameplay liscio come la seta a 60fps come raramente ci è capitato di vedere su console negli ultimi tempi.

Certo, da un punto di vista prettamente tecnico il PC può arrivare tranquillamente oltre ma a parte il rendering 4K a 60fps, le differenze sono assolutamente minime, al punto da risultare trascurabili: si tratta di due build visivamente impressionanti che condividono una sostanziale identità qualitativa dell'immagine e nella reattività del gameplay, che sulle vecchie console non era semplicemente possibile. Nel confronto con la versione PC, non ci sono dubbi, quella PS4 è assolutamente all'altezza.

La compiutezza tecnica di Trine 2 è la conferma di come in futuro sempre più sviluppatori indipendenti giocheranno un ruolo importante nella prossima generazione di giochi, grazie anche alla maggiore potenza a disposizione delle nuove console di Sony e Microsoft. Titoli come Hyper Light Drifter, Galak-Z: The Dimensional e Transistor promettono grandi soddisfazioni senza per forza essere completamente legati ai soldi pesanti delle megaproduzioni, che in questa prima fase di lancio hanno dominato il mercato di PS4 e Xbox One. Anche senza un budget colossale, i giochi indipendenti hanno tutte le carte in regola per competere con i pesi massimi dal punto di vista tecnico: averne la conferma a poche settimane dal lancio delle due nuove piattaforme, non è cosa da poco.

Traduzione a cura di Matteo “Elvin” Lorenzetti

Contenuti correlati o recenti

ArticoloThe Surge 2 - prova

Le vie di Jericho City svelano un sequel promettente e avvincente

Death Stranding: Hideo Kojima e Nicolas Winding Refn svelano qualche dettaglio sul personaggio di Heartman

Al Comic-Con di San Diego emergono interessanti informazioni su uno dei personaggi principali dell'atteso gioco.

Articoli correlati...

Nella serie The Witcher di Netflix potrebbero comparire anche gli amati personaggi di Vesemir e Eskel

Lo suggerisce la showrunner Lauren S. Hissrich, che intanto conferma la presenza di Kaer Morhen.

Death Stranding potrebbe essere un'esclusiva PS4 temporale

Nella recente box art mostrata manca la dicitura "Only on PlayStation".

Il remake di Red Dead Redemption è in sviluppo?

Nuovi rumor parlano anche di un DLC per Red Dead Redemption 2.

Commenti (11)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza