Dragon Age: Origins

Si avvicina l’era del drago.

Come testimoniano molti dei suoi prodotti, BioWare ha sempre dimostrato di essere una software house particolarmente ambiziosa e Dragon Age ne è solo la più recente dimostrazione .

Il nuovo RPG della casa si avvicina infatti alla sua release ufficiale e il nostro ultimo hands-on con la versione PC non ha fatto altro che confermare le ottime premesse della vigilia. Un nuovo capolavoro in arrivo? Noi siamo pronti a scommetterci!

L’aspetto più impressionante di Dragon Age è senz’altro legato alle sue dimensioni, ampiamente superiori a qualsiasi altro gioco di ruolo realizzato da BioWare fino ad oggi.

Si tratta di un gioco immenso e questo non solo alla luce della vastità territoriale del suo mondo ma soprattutto per il tempo necessario per portare a termine l’avventura. Stando alle dichiarazioni della compagnia si parla infatti di un’esperienza che oscillerà dalle 50 alle 100 ore, ore destinate a salire vertiginosamente nel caso in cui si voglia approfondire i suoi diversi filoni narrativi e finali.

1
Morrigan è solo uno dei personaggi che potranno unirsi all'avventura del nostro alterego.

Il tutto senza contare che BioWare ha già assicurato un costante rilascio di DLC per incrementare ulteriormente la durata complessiva dell’esperienza. Insomma, preparatevi a dire addio alla vostra vita sociale.

La creazione del proprio alterego sarà ovviamente la prima cosa da fare prima di potersi immergere nella realtà di gioco (e vista la quantità di variabili a disposizione, chiunque abbia scaricato il character creator per PC si sarà senz'altro già fatto un'idea del tempo necessario per completare questo passaggio).

La scelta della classe, fortunatamente, non richiederà particolari valutazioni vista la presenza di soli tre archetipi (guerriero, mago o ladro), ma le cose si faranno molto più complicate non appena si raggiungeranno il settimo ed il quattordicesimo livello, due momenti in cui si dovrà a selezionare una specializzazione, delineando così, in maniera definitiva, lo stile del proprio personaggio.

2
È molto strano che BioWare abbia deciso di divulgare questa immagine visto che non possiamo raccontarvi cosa sta succedendo.

Saranno presenti un gran numero di varianti e ogni combinazione permetterà ovviamente di accedere a specifiche abilità e skills.

Acquisire una specializzazione non sarà però sempre cosa facile: alcune potranno infatti essere ottenute attraverso gli insegnamenti di specifici personaggi del proprio party, altre mediante l'utilizzo di manuali comprati da determinati venditori, mentre il resto... beh, BioWare non si è ancora sbilanciata in merito a questo punto ma sembra che dipenderà dalle decisioni prese nel corso di alcune missioni.

Al di là di tutto la personalizzazione del proprio personaggio non rappresenterà mai un problema: dopo ogni level-up si otterranno infatti alcuni punti abilità che, come nel più classico dei giochi di ruolo, potranno poi essere spesi negli appositi alberi di sviluppo.

Vai ai commenti (18)

Riguardo l'autore

Davide Persiani

Davide Persiani

Redattore

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Prey giocato in diretta alle 14:30! Alla riscoperta di un capolavoro ingiustamente bistrattato

Il figlio di System Shock 2 e fratellastro di BioShock in una live imperdibile.

Da PS4 a PS1: le box art nostalgiche create da un fan sono splendide

Bloodborne su PSX? No, però è abbastanza convincente.

Commenti (18)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza