Facebook si scusa per il down che ha bloccato la VR di Oculus e altri giochi

Anche Oculus e gli accessi ai giochi colpiti dall'interruzione di Facebook. 

Il boss di Facebook, Mark Zuckerberg, si è scusato per il lungo periodo di inattività della scorsa notte che ha colpito il social network e tutti i suoi servizi connessi.

I giochi e le app di Oculus non sono stati disponibili per l'accesso, mentre sono stati colpiti anche i giochi che utilizzano Facebook come metodo di accesso (come Pokémon Go).

"Siamo consapevoli che alcune persone hanno problemi ad accedere alle nostre app e ai nostri prodotti", ha scritto Oculus su Twitter la scorsa notte, un messaggio preconfezionato condiviso da molti servizi di Facebook. "Stiamo lavorando per riportare le cose alla normalità il più rapidamente possibile e ci scusiamo per gli eventuali disagi".

Oculus, così come Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp, è rimasto non disponibile per circa sei ore.

I report dall'interno del quartier generale di Facebook hanno dipinto una scena caotica con i dipendenti incapaci di accedere ai sistemi di sicurezza interni e alla posta elettronica.

"Ci scusiamo per l'interruzione di oggi", ha scritto Zuckerberg su Facebook, quando i numerosi servizi della sua azienda hanno iniziato a tornare online. "So quanto vi affidate ai nostri servizi per rimanere in contatto con le persone a cui tenete."

Quindi, cosa ha causato il problema? Nonostante le voci su una sorta di massiccio tentativo di attacco DDOS, tutti i segnali hanno indicato un aggiornamento di routine all'interno di Facebook che è andato fuori controllo accidentalmente.

Fonte: Eurogamer.net.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza