Forza Horizon 5 testato su ogni console: come gira su Xbox One? - Analisi Comparativa

Abbiamo provato il gioco su quattro console e in sei differenti versioni.

Lo abbiamo definito il capolavoro della Xbox Series X, e non è un'iperbole: Playground Games ha realizzato un gioco fenomenale e un'esperienza audiovisiva sensazionale per la sua console ammiraglia. Ma Forza Horizon 5 è una release cross-generazionale: deve girare anche su console last-gen e soddisfare gli standard qualitativi e le aspettative degli utenti per un titolo first-party. Inizialmente eravamo scettici a riguardo, ma Playground Games è sempre stata ottimistica, e infatti è riuscita a rendere onore al nuovo gioco su ogni hardware, adattandolo bene alle caratteristiche specifiche delle varie macchine su cui deve girare.

Come Playground sarebbe riuscita in questa impresa è sempre stato il nostro dubbio amletico, ed è stato molto soddisfacente far visita al loro studio un paio di settimane fa per vedere come gli sviluppatori hanno lavorato in questo senso. Utilizzando un solo controller ed una rete di console Xbox, siamo stati in grado di vedere il pesante stage introduttivo della giungla girare contemporaneamente e in modo sincronizzato su sei versioni differenti del gioco, con la camera di debug utilizzata per azzerare tutte le tecniche di rendering che lo sviluppatore ha sviluppato per il gioco. In questo modo ci è stato possibile vedere la stessa scena di gameplay su ogni console, bastava muovere lo sguardo da destra a sinistra sui vari schermi affiancati: Xbox Series X in modalità qualità e performance, lo stesso per Series S , e infine la Xbox One base. E Xbox One X? Non c'era in quel test, ma non c'è quasi mai da preoccuparsi con la prima console 4K di Microsoft.

Tutto quello che dovete sapere su Forza Horizon 5, e su come gira su ogni versione Xbox One e Xbox Series.

In pratica, Forza Horizon 5 si basa tutto sulla scalabilità. Le tecnologie sviluppate per il gioco appaiono fenomenali su Xbox Series X, ma quasi tutte sono pure incluse, magari in forma attenuata, sulla Xbox One base. Per esempio, la luce volumetrica è una di queste. Su Series X è implementata ad alta risoluzione, ma è presente anche su Xbox One (con un post-processing aggiunto per eliminare gli artefatti causati dalla riduzione di risoluzione). E il nuovo sistema d'illuminazione? Lo stesso. Probabilmente la differenza più evidente a livello di tecnologia di base è costituita dall'illuminazione del fogliame: Playground ha sviluppato un sistema che simuli il modo in cui la luce s'infiltra tra le chiome di alberi e piante ed è presente su tutti i sistemi, fatta eccezione che su Xbox One.

Un aspetto chiave nell'aspetto grafico di Forza Horizon 5 è rappresentato dagli ampi e densi panorami, un aspetto che per ovvie ragioni la Xbox One non è in grado di riprodurre con la stessa fedeltà. La soluzione adottata dallo studio di sviluppo è interessante. I dettagli di oggetti distanti sono renderizzati a partire da una buona lontananza, e questo costituisce un aspetto predominante della presentazione della scena: deve essere così vista la grandezza del mondo aperto. Il terreno ha molti meno strati rispetto alle altre console e quindi appare un po' piatto se si va a bassa velocità, ma superati i 100 km/h non ci si fa proprio caso. Il livello di dettaglio (LOD) del mondo subisce pure un duro colpo, e il pop-in è più frequente. Inoltre, a volte si ha l'impressione che alcuni oggetti bidimensionali siano immersi in un mondo 3D. Ci si fa caso solo quando si procede lentamente o si sta fermi. In un racing su circuito non costituirebbe un fastidio, ma in un gioco open world fa perdere l'atmosfera di mondo realistico da esplorare, ed è proprio qui che emergono i grossi limiti delle console di vecchia generazione.

Ma comunque sono compromessi che tutto sommato funzionano. Infatti, la nostra prova iniziale si è svolta su Xbox One base, semplicemente perché volevamo vedere come Playground aveva proceduto. Poiché i contenuti ci sono tutti e poiché lo sviluppatore ha ingegnato modi brillanti per nascondere i limiti, il nuovo gioco è un valido capitolo della serie. Un grande aiuto per gli sviluppatori deriva dall'aver mantenuto la risoluzione 1080p con MSAA 4x del prequel. La risoluzione scala dinamicamente fino a 810p. Playground utilizza una tecnica che definisce "DRS Plus", che riduce la fedeltà dei riflessi cube-map e la velocità di aggiornamento delle ombre prima di abbassare la risoluzione. Questo ci porta a un altro aspetto di FH5 su Xbox One che enfatizza la qualità, ovvero il frame-rate target di 30fps.

Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.
Xbox Series X Quality ModeXbox Series X Performance ModeXbox Series S Quality ModeXbox Series S Performance ModeXbox One XXbox One S
Vi mostreremo presto di più sulla scalabilità cross-platform di Forza Horizon 5, ma intanto ecco una galleria comparativa di tutte le sei varianti console.

E su Xbox One X? Riteniamo che i possessori di questa console saranno soddisfatti di questa versione. Come per i precedenti Forza Horizon, l'esperienza è in 4K con MSAA 4x. Questa volta però la risoluzione è dinamica, con un minimo di 1600p, ma il frame-rate è solido a 30fps (niente modalità a 60fps per questa console). C'è voluto molto impegno da parte nostra per incorrere in cali di prestazioni, ma noi siamo andati proprio a cercarli, quindi immaginiamo che l'utente medio non se ne accorgerà completamente durante il gameplay. Rispetto alla Xbox One base non aumenta solo la risoluzione: qualità delle auto e dettagli del mondo sono di un altro livello e c'è anche un bel boost alla qualità dello shading. Il frame-rate è limitato a 30fps, ma abbiamo trovato la qualità visiva spesso in pari con quella della modalità performance della versione next-gen. E sulla carta questo ha senso, visto che la GPU da 12TF della Series X ha una capacità compute doppia rispetto a quella della One X, ma ricordiamoci che per i 60fps e l'aumento dei dettagli anche la CPU di nuova generazione ha un ruolo cruciale.

Tramite i nostri test abbiamo potuto stilare tre gradi di fedeltà grafica su console. Xbox One si trova sul gradino più basso ma nonostante tutto fa un buon lavoro. Poi c'è la Xbox One X con il suo profilo grafico 4K dinamico che è grossomodo equivalente come qualità a quello della modalità performance a 60fps delle console Series, ma ciascuna ha i suoi punti di forza. In alcune aree, la modalità performance di Series X sembra mettere in scena un livello di dettaglio del terreno molto migliore rispetto a quello della versione One X. Ma in altre aree le texture della versione Series S non sembrano così belle come quelle della One X (che ha pure risoluzione dinamica minore 810p-1080p). La modalità performance della Series X eguaglia il profilo DRS Plus 1600p-2160p. Occorre specificare però che i cambiamenti nella risoluzione sono veramente difficili da notare a occhio nudo. Ed è pure impossibile trovare alcun calo di fluidità rispetto al target di 60fps su console Series in modalità performance.

Il gradino più alto della "scalinata della qualità" si ritrova sulle console di nuova generazione con la modalità di rendering qualità, disponibile solo su di esse, che gira a 30fps. Ma grazie a un input lag molto basso e all'ottima implementazione del motion blur, questa modalità a 30fps è la migliore che abbiamo mai visto. Tutto ciò, abbinato a un notevole incremento della fedeltà grafica, restituisce un risultato semplicemente eccezionale: la transizione tra i vari livelli di dettagli di modalità e console è gestita con astuzia, rendendola difficilmente riscontrabile nella maggior parte dei casi. La densità del mondo di gioco è invece un'altra storia, e questo si nota in particolare nelle aree boschive. Mettendo accanto le stesse scene su Xbox One X e su Series X sembra di guardare due giochi diversi. Per quanto riguarda le collisioni con oggetti, queste sono dello stesso livello su tutte le piattaforme per garantire uniformità nel gameplay essendo il gioco cross-platform-play nell'online.

Forza Horizon 5: l'analisi tecnica su Series X da parte del Digital Foundry.

Benché Series S e X condividano il profilo più alto della qualità, la versione Series X gode di ulteriori abbellimenti rispetto alla Series S, che vanno oltre il semplice aumento della risoluzione. La percentuale di ombre in vicinanza costituisce un buon esempio. Le ombre diventano più diffuse: un piccolo upgrade rispetto alla tecnica shadow map ma che aiuta ad aumentare il realismo. E c'è anche una tecnica cone-step mapping in gioco, che aggiunge dettaglio e profondità alle superfici. Ogni volta che fate ingresso in una nuova area vi consigliamo di andare nella modalità fotografica su Xbox Series X in modalità qualità. John Linneman nel video allegato dimostra l'incredibile livello di fedeltà grafica di Forza Horizon 5, a prescindere che siate in modalità fotografica o che sfrecciate a 300 all'ora per il Messico. Ed è proprio qui che le nuove API DirectStorage vengono in aiuto. Sono impiegate per streammare i dati di gioco in maniera veloce e fluida, così da riuscire a implementare tutta questa qualità a quelle incredibili velocità di movimento. La Series X ha inoltre più memoria della Series S, e questo ha una conseguenza nella qualità delle texture, che su Series X sono di maggior qualità.

C'è parità invece nel ray tracing accelerato in hardware. Sia che siate dentro al garage o nella vostra casa in modalità Forza Vista, Series S e X offrono questa feature ma solamente in modalità qualità. In questi scenari, i già ottimi riflessi in tempo reale dei veicoli vengono potenziati con 'self-reflections'. Si tratta di una piccola aggiunta e ci piacerebbe se fosse estesa al mondo di gioco su PC (su console non è tecnicamente sostenibile).

Ma ci sono ulteriori vantaggi nel giocare Forza Horizon 5 su console next-gen piuttosto che su last o mid-gen, che vanno oltre la grafica e il frame-rate. Installare il gioco su un SSD con API dedicate permette di godere di un'esperienza reattiva, fluida e veloce, e questo si nota già dall'inizio. La guida di avvio è un marchio di fabbrica dei giochi di Playground, ci offre un antipasto di tutta l'azione che ci attende nel gioco. Su Series S e X tutto viene proposto fluidamente, senza alcun caricamento. Su Xbox One X invece ci sono delle pause di 25-30 secondi tra una sezione di gara e l'altra. Queste transizioni sono istantanee su next-gen, ma c'è comunque un caricamento iniziale all'avvio del gioco, benché molto più veloce rispetto all'equivalente sulle console last-gen. Dai nostri test, il tempo si riduce infatti di 1/3 su next-gen.

Tirando le somme, Playground ha realizzato un gioco eccellente per tutti i sistemi Xbox. Ci ha sorpreso particolarmente la versione Xbox One X, con il suo ottimo livello di dettaglio e un frame-rate a 30fps prevalentemente bloccato. Paga con pop-in più frequente e tempi di caricamento lunghi, ma forse si notano solo dopo aver assaporato le eccezionali versioni Series. Lo Scorpio Engine continua a stupirci con le sue capacità di offrire immagini adeguate a uno schermo 4K. E su Xbox One? Tenendo conto dei limiti della piattaforma, siamo di fronte a un sequel adeguato. Il fatto che mantenga la combo qualitativa 1080p e MSAA 4x, che è marchio di fabbrica della serie, e che il frame-rate target di 30fps sia mantenuto con buona costanza, aiuta immensamente nel garantire un'esperienza abbastanza fluida e quindi godibile. Su Series S, infine, la modalità qualità risulta eccellente, e la modalità performance offre 60fps bloccati per chi gioca su schermi 1080p (se impostate output 4K non è disponibile). Difficile farle degli appunti.

Comunque, Forza Horizon 5 è di tutt'altro livello su Xbox Series X ed è uno di quei pochi giochi che preferiamo giocare in modalità qualità a 30fps rispetto a performance a 60fps. L'incremento alla fedeltà grafica, i LOD che si aggiornano più progressivamente e le opzioni grafiche potenziate fanno una bella differenza qualitativa rispetto alla modalità performance. Certo, non ci sono i 60fps, ma il motion blur è il migliore che abbiamo mai visto nel mitigare questa differenza. Nulla vi viete comunque di preferire la modalità a 60fps che offre un mix di preset grafici high e ultra, ed è qui che la versione PC s'inserisce nell'equazione. Riporteremo a breve ulteriori risultati dei nostri test. Stay tuned!

Vai ai commenti (26)

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry  |  digitalfoundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (26)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza