GTA 6? GTA come James Bond per il CEO di Take-Two

Strauss Zelnick intervistato su GTA e non solo.

Quando si parla di Grand Theft Auto, o di GTA per chi ama gli acronimi, si parla di una delle serie di più successo al mondo, sempre sulla cresta dell'onda, indipendentemente dal tempo, dalla console, dalle location o protagonisti. Ma per quando potrebbe andare avanti il franchise? Non c'è il pericolo che prima o poi il pubblico si disaffezioni ma mano che si vada avanti? A queste domande e molte altre, ha risposto il CEO di Take-Two Strauss Zelnick, intervenuto alla Jefferies Virtual Global Interactive Entertainment Conference.

"Sarebbe davvero, davvero fantastico, continuerà ad andare avanti. Non so se l'hai visto, ho appena visto il nuovo film di Bond, è stato fantastico. E vorrei che ogni franchise fosse [come] James Bond. Ci sono pochissimi franchise di intrattenimento di qualsiasi tipo che rientrano in quella categoria, ma esistono. E penso che GTA sia uno di questi, penso che Red Dead sia uno di loro, l'NBA è ovviamente uno di loro perché il gioco [di basket] continuerà a esistere".

Anche Borderlands, BioShock e Civilization potrebbero entrare in questo contesto, come ha affermato il CEO, ma dipende in senso stretto dalla qualità dei prodotti:

"Ho sempre detto che l'annualizzazione dei titoli non sportivi corre il rischio di bruciare la proprietà intellettuale anche se è buona, quindi ci prendiamo il tempo per fare qualcosa che pensiamo sia incredibilmente fenomenale e facciamo riposare i titoli anche intenzionalmente in modo da aumentare la domanda per quel titolo e per farne un evento speciale. Vado a vedere un film di Bond perché non ce n'è un altro in due mesi ─ vedrò tutti i film di Bond".

"Detto questo, non scommettiamo su questo, motivo per cui stiamo lanciando nuove proprietà intellettuali, ed è per questo che nel nostro programma di rilascio nei prossimi tre anni, il 56% è nuova proprietà intellettuale. È super rischioso, ma dobbiamo farlo perché i nostri franchise non sono permanenti."

La questione "mettere in stand-by un franchise" è molto interessante: come viene presa questa decisione? Anche qui, Zelnick, ci ha detto tutto:

"Prima di tutto, nessuno viene da me perché siamo in un dialogo costante come azienda. E in secondo luogo, le persone intelligenti che hanno lo stesso obiettivo generalmente arrivano alla stessa conclusione. Puoi non essere d'accordo sulla tattica, ma generalmente non sei in disaccordo sulla strategia. Siamo allineati da queste parti, siamo allineati culturalmente e siamo allineati economicamente. Abbiamo un allineamento economico con tutti coloro che possono spostare il quadrante premiando le persone in base al nostro successo effettivo su base annuale, e questo compreso il profilo dei costi."

"Pertanto, siamo tutti allineati economicamente, il che attira le persone in modo molto magnetico in una direzione particolare, e quindi la cultura è coerente con quella attrazione magnetica. E ora ci stiamo solo dicendo l'un l'altro, 'ok, beh, come facciamo a raggiungere questo obiettivo?' Indubbiamente, potremmo avere disaccordi o dibattiti su quale sia il modo migliore per raggiungere questo obiettivo, ma penso molto all'idea di creare l'aspettativa al consumatore ─ per me è una specie di gioco da ragazzi".

Fonte: videogameschronicle.com

Contenuti correlati o recenti

Mortal Kombat Trilogy Remaster in 4K? Uno studio indie lancia la petizione per convincere Warner Bros

Eyeballistic vuole realizzare l'edizione remaster di Mortal Kombat Trilogy.

Cyberpunk 2077? No, il vero problema di CD Projekt GOG e le perdite sono impressionanti

Ancora problemi per CD Projekt con GOG dopo Cyberpunk 2077.

Metroid Dread solo l'inizio: MercurySteam lavora al nuovo action RPG 'Project Iron'

Emergono i primi dettagli sul nuovo gioco degli sviluppatori di Metroid Dread.

Aliens: Fireteam Elite in arrivo su Xbox Game Pass

La data di uscita di Aliens: Fireteam Elite sul servizio di Microsoft.

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza