Creative Soundblaster Tactic 3D Omega Wireless - recensione

La mobilità costa. Tanto.

Dopo anni di relativa tranquillità, Creative è tornata ad aggredire il mercato delle cuffie di fascia alta con una certa insistenza. Ricorderete infatti la recensione delle Creative Soundblaster Tactic 3D Alpha di qualche mese fa; forti di un eccellente rapporto qualità prezzo, si erano guadagnate un altisonante 9 tra queste stesse pagine.

Quest'oggi è la volta di un'ulteriore evoluzione della specie che ha fatto arrivare tra le nostre manine capaci le Creative Soundblaster Tactic 3D Omega Wireless, una versione senza filo delle cuffie di fascia più alta rispetto alle Alpha che non avevamo avuto modo di recensire in quell'occasione, le Omega. Oltre alle feature wireless che andremo a spiegare nel dettaglio tra poco, sono caratterizzate da magneti al neodimio di dimensioni maggiori e da un'intelaiatura in metallo della parte interna del passante che dovrebbe garantire un migliore durata nel tempo delle sorelline minori, comunque molto solide.

Già la prima fase di unboxing ci conferma che siamo alle prese con un prodotto ad alto tasso di contenuti visto che nella confezione, oltre a cuffie e microfono staccabile, troviamo un abbondante set di cavi per tutte le esigenze, uno stand per sospenderle che aiuterà a rendere la scrivania un posto ancora più tecnologico e una docking station mobile ma alloggiabile nella base del supporto stesso usata per la ricarica e per fare da tramite con tutti i dispositivi cui potrete collegarle.

0
La forma piuttosto classica non impedisce alla Tactic 3D Omega Wireless di risultare esteticamente gradevoli: i led azzurri pulsanti sono suggestivi al buio.

Queste Tactic 3D Omega sono infatti cuffie multipiattaforma a tutti gli effetti, visto che possono essere collegate a qualsiasi dispositivo di gioco attualmente presente sul mercato ad eccezione della Nintendo Wii: PC, Mac, Xbox360 e Playstation 3 possono essere tutte connesse attraverso la docking station e i cavi di cui sopra. Tutta la suite software è dedicata tuttavia al pubblico Windows/Mac mentre con le console si tratta di vero e proprio Plug & Play.

La prova che abbiamo effettuato si è concentrata sul PC e le due console: in quest'ultimo caso le prestazioni audio sono state pressoché identiche. È chiaro tuttavia che, grazie alle possibilità di personalizzazione derivanti dall'installazione dei driver, il meglio di questo dispositivo lo si ricava su home computer visto, che tramite la suite dedicata è possibile configurare il suono a piacimento giocando con volumi ed equalizzazione di cuffie e voce.

L'installazione completa comprende una suite quasi identica a quella delle Alpha con la possibilità di creare profili personalizzati per i controlli delle volume di cuffie e microfono, equalizzazione, attivazioni dei filtri ed enfatizzatori del suono made in Creative (il Cristallizer), nonché una divertente feature di distorsori per la voce che torna molto utile per fare qualche scherzo agli amici quando si chiacchiera via Skype o se avete intenzione di intraprendere la carriera di telefonisti nei sequestri di persona.

Una volta tolte dalla confezione, montato lo stand e caricate le batterie interne per circa otto ore, è possibile iniziare nell'utilizzo: le cuffie si presentano molto bene e il look è quello classico della serie Tactic 3D cui si aggiunge un bel tocco di classe del pulsare azzurro dei padiglioni nella loro parte esterna.

Vista la loro natura crossplatform, abbiamo subito voluto testarle su console e abbiamo scoperto qualche difetto di connettività su cui è bene riflettere prima di procedere all'acquisto a seconda della vostra configurazione video. Chi si connette tramite un cavo composito da entrambe le piattaforme non avrà infatti nessun problema mentre il discorso è diverso se il vostro segnale video passa attraverso un cavo HDMI.

Su PS3 non ci sono problemi visto che c'è sufficiente spazio per connetterli simultaneamente al retro della console, ma sull'Xbox 360 Slim è praticamente impossibile utilizzarli entrambi e chi usa l'HDMI sarà costretto a un downgrade dell'immagine sui cui vi consigliamo attentamente di ragionare prima di procedere all'investimento.

Nella confezione è presente un cavo dedicato per connettere le cuffie al jack posteriore del pad per Xbox360 che aggira parzialmente il problema e permette di usare il microfono, ma sicuramente la qualità audio ne risente leggermente soprattutto in termini di portata del trasmettitore, oltre a introdurre un cavo da gestire in più che finisce per snaturare la caratteristica di base di questo prodotto che è, per l'appunto, quello di essere wireless.

La prova "su strada" si è svolta con la consueta selezione di film, album musicali di diverso genere e ovviamente videogiochi, caratterizzati da diverse impostazioni audio in relazione ai canali utilizzati. L'ascolto stereo è ottimo e, come accennato in precedenza, l'enfatizzazione dei driver Creative permette di personalizzare in vari modi la qualità della risposta audio che sotto molti punti di vista è simile a quella delle Alpha. Le maggiori dimensioni dei magneti in neodimio garantiscono maggiore potenza per chi ama le sparatorie di una certa importanza o i bassi musicali esplosivi. Anche agli alti e medi le cuffie si comportano molto bene, come testimonia la feature del volume dinamico che enfatizza il range sonoro di musica e filmati.

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Matteo Lorenzetti

Matteo Lorenzetti

Redattore

Dopo dieci anni di The Games Machine, approda finalmente alla redazione di Eurogamer.it. Onnivoro per quanto riguarda i generi, predilige sparatutto, giochi di guida ed RTS.

Contenuti correlati o recenti

Marvel's Guardians of the Galaxy sta avendo un debutto peggiore di Marvel's Avengers

Marvel's Guardians of the Galaxy per la serie "la qualità ci fa schifo".

Project Belfry è una nuova e misteriosa esclusiva Xbox. Parla Jeff Grub

Project Belfry arricchisce il potenziale parco titoli di Xbox.

Little Devil Inside è un'avventura nell'inaspettato nel nuovo trailer gameplay

Come promesso Little Devil Inside è protagonista allo State of Play di PlayStation.

Articoli correlati...

Little Devil Inside è un'avventura nell'inaspettato nel nuovo trailer gameplay

Come promesso Little Devil Inside è protagonista allo State of Play di PlayStation.

Deathverse - Let it Die è lo spietato 'survival action multiplayer' sequel di Let it Die

Deathverse - Let it Die apre lo State of Play di PlayStation.

Commenti (7)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza