Il meglio della settimana

Dal 05/04 al 11/04. 

Per lavorare nel mondo dei videogiochi, ci vuole il fisico!

Sì, signori, sappiamo che questa frase può sembrare strana per gente che passa la giornata in redazione col pad in mano, eppure è così. Volete un esempio? Beh, il buon Michele Bertocchi, per esempio, che questa settimana ha dato forfeit a causa dell’influenza, e che quindi non ha potuto apparire in video. Un duro colpo per la rubrica, lo sappiamo, ma noi non siamo gente che rinunci tanto facilmente a una sfida (o almeno, quelli di noi che il fisico ce l’hanno!), per cui eccovi come se nulla fosse Il Meglio della Settimana!

Cominciamo allora col solito mattatore di questa rubrica, ovvero Filippo Facchetti. Suoi, infatti, gli articoli di BlazBlue: Calamity Trigger, The Settlers 7 e soprattutto Red Dead Redemption. Quanto al primo, c’è poco da dire: questo mese sarà il più bello dell'anno per gli appassionati di picchiaduro. Mentre tutti aspettano Super Street Fighter IV, infatti, Namco Bandai ha fatto finalmente uscire la versione europea di BlazBlue: Calamity Trigger, titolo realizzato dallo stesso team responsabile dei vari capitoli di Guilty Gear.

1
BlazBlue: Calamity Trigger.

Il nostro malato redazionale di picchiaduro a incontri lo ha quindi spolpato a dovere per scrivere una recensione interamente in 2D e in HD! Ehm... no, quello è il gioco. Se volete far bollire le vostre pupille di fronte a sprite enormi e ben animati e ad ambientazioni 3D ricche di dettagli, fiondatevi su questo gioco, che oltre alla bella facciata potrà offrirvi anche un combat system profondo e versatile. Peccato per il ridotto numero di personaggi, unico grande difetto. Ma perché continuiamo a dirvi tutto noi? Fiondatevi a leggere la nostra recensione!

Passiamo ora a The Settlers 7: appassionati di RTS, unitevi e preparatevi ad assediare Filippo Facchetti sotto casa sua. Già, perché se The Settlers 7 non vi piacerà, potrete prendervela con lui, che ha scritto una recensione piena di belle parole. In effetti il nuovo RTS di Ubisoft si è dimostrato davvero solido e ben fatto, oltre ad essere arricchito da alcune idee interessanti che ne movimentano le sfide in multiplayer. Filippo si è spolpato la campagna single player e si è cimentato in qualche sfida online, in modo da approfondire e giudicare con attenzione ogni singolo elemento del gioco. Il risultato della sua analisi? Leggetelo su Eurogamer.it, dove, almeno lì, il DRM Ubisoft non vi darà alcun problema!

Chiude il trittico “facchettiano” nientemeno che Red Dead Redemption, che ha visto il buon Filippo fare un salto agli studi londinesi di Rockstar. Il motivo del suo viaggio? Fuggire dalla moglie e testare il multiplayer di Red Dead Redemption, l'atteso gioco western della casa di GTA. Sulle pagine di Eurogamer.it potrete leggere il resoconto dettagliato della sua sessione di prova, con la descrizione di ogni singola modalità pensata dai programmatori per arricchire ulteriormente un'esperienza che si preannuncia monumentale. Duelli all'ultima pallottola, frenetiche corse all'oro e cavalcate mozzafiato alla luce di uno splendido tramonto: troverete tutto questo nella Casa della Prateri... ehm... su Eurogamer.it. Come dite? Volete sapere com'è finita tra Filippo e la moglie? Contattatelo su Facebook!

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Eurogamer.it

Eurogamer.it

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza