Il celeberrimo avvocato americano Jack Thompson, conosciuto dai più quale strenuo oppositore di tutto ciò che è intrattenimento videoludico, è stato radiato in via permanente dalla Corte Suprema statunitense. Al momento, Thompson ha soltanto 30 giorni di tempo per ricorrere in appello prima che la sentenza assuma valore effettivo.

Thompson, assecondando l'iraconda indole che lo contraddistingue, ha comunque già rigettato la decisione del Giudice dichiarando pubblicamente che tale radiazione non è altro che una mera "ritorsione" a causa di un libro da lui scritto, rivelatosi particolarmente aspro nei confronti della Corte Suprema della Florida e dell'industria videoludica in generale.

Ricordiamo che Jack Thompson aveva già in passato visto revocare la sua licenza per comportamenti eticamente scorretti nei confronti degli avversari. Ma il problma adesso è: di cosa scriveremo (e rideremo) qualora il tenace avvocato non riesca a riavere il suo posto in seno alla professione legale?

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti