Medal of Honor

Il soldato che fissava le capre.

Con il suo nuovo Medal of Honor, EA intende mostrarci una nuova sfaccettatura della guerra moderna, e la sfaccettatura in questione... comprende anche le capre! Non sarà tuttavia possibile utilizzare questi simpatici animali come mezzi di locomozione, né tantomeno come coperture; ci saranno e basta, aggirandosi per il territorio afgano brucando l'erba e osservando i soldati mentre si massacrano l'un l'altro, semplicemente perché, nel mondo reale, l'Afganistan è caratterizzato dalla loro presenza e gli sviluppatori hanno intenzione di creare un'esperienza all'insegna del massimo realismo.

Tale realismo non sarà però soltanto frutto delle conoscenze degli sviluppatori ma anche della consulenza di alcuni misteriosi figuri dell'esercito USA. Immaginatevi la macchina da guerra Americana come se fosse una piramide: l'esercito è composto da oltre due milioni di uomini e donne e, tra questi, 50,000 appartengono alle forze speciali, mentre solo 200 sono definiti "Tier One", ovvero di primo grado. Si tratta di un gruppo di elite, utilizzato solo ed esclusivamente nelle situazioni più urgenti o pericolose. Il nostro compito? Ma è ovvio, dovremo combattere al loro fianco!

1
Il breve trailer mostrato è sufficiente per comprendere l’atmosfera del gioco.

A quanto pare EA ha lavorato a stretto contatto con questi misteriosi individui, utilizzando le informazioni ottenute per permettere la tanto attesa rinascita del franchise di Medal of Honor. Cosa ci riserva dunque questa nuova esperienza? La possibilità di vestire i panni d’indomiti super-soldati in grado di condurre irruzioni solitarie in edifici pieni di nemici?

Se questo è ciò che pensate, siete purtroppo fuori strada. I componenti del Tier One agiscono infatti nell'ombra, lontani da occhi indiscreti (spesso anche protetti da una folta barba), pronti a colpire con letale precisione nei momenti più inaspettati. Il mix tra capre e barba potrà certo sembrarvi strano ma nonostante ciò Medal of Honor si prospetta davvero emozionante.

Al di là di tutto è però necessario fare una doverosa premessa. A differenza di altri esponenti della categoria, Modern Warfare in primis, il titolo di Electronic Arts non proporrà un'avventura votata alla spettacolarità più estrema ma, al contrario, cercherà di garantire la massima autenticità in ogni situazione, proponendo così un vero e proprio spaccato di guerra moderna.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Davide Persiani

Davide Persiani

Redattore

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza