Call of Duty: il co-lead di Treyarch si dimette dopo le pesanti accuse di molestie sessuali

Dan Bunting, sviluppatore chiave di Call of Duty, nell'occhio del ciclone.

Il co-lead dello sviluppatore Treyarch di Call of Duty, Dan Bunting, ha lasciato lo studio dopo un'indagine del Wall Street Journal su una denuncia per molestie sessuali contro di lui risalente al 2017. La partenza di Bunting fa parte di una storia più ampia che parte dalle pesanti accuse ad Activision Blizzard.

Bunting è stato oggetto di un'indagine interna nel 2019 per le accuse di aver molestato sessualmente una dipendente nel 2017, secondo il Wall Street Journal. Il risultato di questa indagine raccomandò il licenziamento di Bunting, riporta il Journal, ma Kotick intervenne e a Bunting fu permesso di mantenere la sua posizione.

Un portavoce di Activision ha detto al Journal che "altre misure disciplinari" sono state imposte a Bunting e il Journal riferisce che lo sviluppatore ha lasciato Treyarch dopo che WSJ ha chiesto informazioni sull'accusa e le indagini. Un portavoce di Activision ha confermato la partenza di Bunting in un'e-mail a Polygon.

Bunting era un veterano di Treyarch da 18 anni, avendo lavorato a una mezza dozzina di giochi di Call of Duty e prestando servizio come co-studio head insieme a Mark Gordon. Il gioco più recente di Treyarch, e di Bunting, è stato Call of Duty: Black Ops Cold War del 2020, ma il team con sede a Santa Monica, in California, ha lavorato anche a Call of Duty: Vanguard di quest'anno, sviluppando la modalità Zombies per la produzione guidata da Sledgehammer.

dan_bunting_allegedly_left_treyarch_amid_wsj_sexual_harassment_investigation_feature

Activision Blizzard e i suoi studi continuano a fare i conti con le conseguenze di una causa intentata a luglio dal California Department of Fair Employment and Housing. Questa causa sosteneva che Activision Blizzard avesse promosso la discriminazione basata sul genere e le molestie sessuali presso l'azienda e i suoi studi. Diversi alti dirigenti, tra cui l'ex presidente di Blizzard J. Allen Brack, sono stati chiamati in causa per aver consentito il presunto comportamento. Activision Blizzard ora deve affrontare molteplici cause legali e indagini federali su come ha gestito le richieste di molestie presso l'azienda.

Fonte: Polygon.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pi rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Halo Infinite gi problema cheater e i giocatori console vogliono disabilitare il cross-play

Il problema sta rendendo la vita difficile soprattutto ai giocatori console di Halo Infinite.

Half Life 3 vivo e in sviluppo per un noto insider considerato 'credibile'

Si svegli, Mr. Freeman. Half Life 3 potrebbe arrivare per davvero.

Dying Light 2 open world ma pesa 'pochissimo', le dimensioni su PS5 sono sorprendenti

Il peso di Dying Light 2 svelato da Playstation Game Size.

PS5 vs Xbox Series X/S: Battlefield 2042 analizzato da Digital Foundry

Digital Foundry confronta le tre versioni next-gen di Battlefield 2042 in video.

DOOM pu essere giocato proprio da tutti, anche da un... topo!

S, attraverso la VR un topo pu giocare a DOOM.

Articoli correlati...

Battlefield 2042 lancio da incubo, nella Top 10 dei giochi peggio recensiti su Steam

Le aspettative erano alte, il punteggio di Battlefield 2042 su Steam... non molto.

Provato | Halo Infinite - Un assaggio del ritorno di Master Chief

Vi diciamo le nostre prime sensazioni sulla campagna.

'Call of Duty: Warzone un gioco per bambini di 11 anni'

COD: Warzone non piace pi a Dr. Disrespect.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza