Call of Duty: Treyarch afferma che nello studio non c'è 'spazio' per sessismo, razzismo e comportamenti tossici

Lo studio di Call of Duty pubblica una dichiarazione ufficiale dopo le polemiche che hanno investito Activision-Blizzard.

Lo studio Treyarch di Call of Duty ha pubblicato una dichiarazione in cui afferma che nell'azienda "non c'è spazio" per comportamenti sessisti, razzisti e prepotenti dopo mesi di segnalazioni su una cultura tossica presso Activision-Blizzard.

"Il nostro obiettivo come studio è creare giochi fantastici per divertire tutti. Avere il privilegio di perseguire lo sforzo è reso possibile grazie alle persone di Treyarch: siamo uno studio composto da professionisti creativi intelligenti, talentuosi e di livello mondiale che cercano di dare il meglio di sé. La nostra cultura non ha spazio per sessismo, molestie, razzismo, fanatismo, discriminazione o bullismo. Mentre andiamo avanti, fornire un ambiente di lavoro sicuro, diversificato e inclusivo in modo che tutti possano prosperare sarà la nostra massima priorità. Tutti in Treyarch sono attratti dallo sviluppo di giochi perché possediamo un profondo amore per l'arte dei videogiochi".

La dichiarazione arriva mesi dopo la causa iniziale intentata dallo stato della California per le accuse secondo cui Activision-Blizzard aveva una "cultura frat-boy" all'interno dell'azienda. Da allora, sono emerse dozzine di segnalazioni di una cultura tossica e sessista, comprese le accuse secondo cui l'ex capo dello studio Treyarch, Dan Bunting, ha molestato sessualmente un'impiegata nel 2017. Da allora ha lasciato lo studio.

FHJpB2wUUAASdnA

Su Twitter, la produttrice associata di Treyarch Miranda Due ha affermato che la dichiarazione è stata scritta da un gruppo di donne di Treyarch che si sono organizzate per pubblicarla, citando la necessità di elaborare il trauma di ciò che era emerso sulla loro azienda prima che fossero in grado di mettere un dichiarazione insieme. "Siamo quelle che sono state maggiormente colpite da ciò che è successo e stiamo combattendo per un futuro migliore", ha scritto.

Fonte: IGN.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza