PC Gaming tegola prezzi: le RAM DDR5 saranno più costose del 60% rispetto alle DDR4

Spunta anche il primo benchmark per le nuove RAM.

La 12sima generazione dei processori Intel (nome in codice Alder Lake) sta per essere lanciata sul mercato e, insieme a questa, potremmo finalmente vedere l'esordio anche delle nuove RAM DDR5, oltre che delle nuove schede madri della serie 600.

In un post recente, MSI ha svelato che, purtroppo, il prezzo iniziale dei memory kit DDR5 sarà più costoso fino del 60% rispetto ai kit DDR4. La previsione però è che gradualmente il costo diminuirà e si stabilizzerà in circa un paio d'anni, con l'aumento della produzione.

La data ipotizzata per il rilascio dei primi kit DDR5 e dei nuovi processori Intel è il 4 novembre, ma ancora non ci sono informazioni ufficiali, nonostante siano già comparsi nei listini di alcuni rivenditori anche con la possibilità di acquistarli.

Le RAM DDR5 segneranno un interessante passo avanti nel mondo PC: oltre ad essere più veloci e ad offrire maggiore densità, implementeranno alcune feature 'intelligenti' pensate per migliorare sempre di più l'esperienza dell'utente e portare verso la nuova generazione del PC. Inoltre richiederanno leggermente meno potenza, passando da 1.2V (DDR4) a 1.1V (DDR5).

Ancora non sono disponibili benchmark dettagliati riguardanti le nuove prestazioni, ma un leak ne ha svelato uno in particolare da Galaxy Gamer. Il kit DDR5 da 32GB (16+16) è stato testato proprio su uno dei nuovi processori Intel, con un risultato di una velocità di lettura di 69365 MB/s e 68413 MB/s in scrittura, insieme ad una latenza riportata di 86.3 ns.

1

I nuovi processori Intel e le nuove schede madri manterranno comunque il supporto alle RAM DDR4, permettendo un graduale passaggio, anche nell'attesa di una stabilizzazione dei prezzi che avverrà quindi presumibilmente intorno al 2023, quando i kit DDR5 saranno ormai lo standard.

Fonte: wccftech

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Maddalena Golia

Maddalena Golia

Redattore

Contenuti correlati o recenti

PlayStation sempre più mobile gaming e smartphone? Un brevetto per un controller dedicato

Sony sta pensando di espandersi verso il mobile gaming? A vedere un brevetto, si direbbe proprio di sì!

Rockstar Games: il cofondatore Jamie King spiega perché ha lasciato la compagnia

Una figura chiave di Rockstar Games ha lasciato: perché?

Xbox Series X/S e l'FPS Boost: Digital Foundry loda i risultati

Nuovi giochi hanno ricevuto l'FPS Boost su Xbox Series X/S e Digital Foundry ha solo belle parole.

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza