Diablo II Resurrected ha grossi problemi con i server e la colpa sarebbe dei 'giocatori moderni troppo esperti'

Blizzard discute le cause dei problemi di Diablo II Resurrected.

Diablo II: Resurrected è stato lanciato con grossi problemi di server. Ora, un community manager Blizzard ha offerto alcune informazioni sulla natura del problema e sembra che la causa sia, in parte, del comportamento dei giocatori moderni.

I problemi del server di Resurrected nelle ultime due settimane sembrano peggiorare. Ciò è culminato in diversi casi di inattività nell'ultima settimana, in cui un'interruzione globale è stata causata, afferma Blizzard, da un aumento del traffico.

"Questa era una nuova soglia che i nostri server non avevano affatto sperimentato, nemmeno al momento del lancio", si legge nel post sui forum Blizzard. "Ciò è stato esacerbato da un aggiornamento che avevamo lanciato il giorno precedente inteso a migliorare le prestazioni durante la creazione della partita: questi due fattori combinati hanno sovraccaricato il nostro database globale, causandone il timeout. Abbiamo deciso di ripristinare l'aggiornamento di venerdì che avevamo distribuito in precedenza, sperando che ciò alleviasse il carico sui server fino a domenica, dandoci anche lo spazio per indagare più a fondo sulla causa principale."

Come si è scoperto, il rollback della patch non è stato sufficiente. La domenica ha visto un aumento ancora maggiore del traffico e i server sono crollati di nuovo. E di nuovo lunedì.

In post entra nel dettaglio parlando del comportamento dei giocatori.

"Abbiamo parlato di comportamento dei giocatori moderni perché è una questione interessante su cui riflettere. Nel 2001 non c'erano nemmeno lontanamente così tanti contenuti su internet riguardo al modo 'corretto' in cui giocare a Diablo II. Oggi, tuttavia, un nuovo giocatore può guardare a un vasto numero di fantastici content creator che possono insegnare a come giocare in modi diversi, molti dei quali includono molto sovraccarico sui database a causa della creazione, caricamento e cancellazione di partite in rapida successione. Per quanto avessimo previsto con giocatori che creano nuovi personaggi su nuovi server, lavorando per trovare certi oggetti specifici, abbiamo ampiamente sottovalutato le dimensioni della questione basandoci su quanto visto nelle fasi beta".

Il post termina spiegando cosa sta facendo Blizzard riguardo ai problemi. Ad esempio la limitazione della velocità, che impedirà ai giocatori di creare troppe partite in rapida successione e le code di accesso, in modo che i giocatori non travolgano i server e si allineino come se si unissero a un MMO. La limitazione della velocità sta accadendo ora ed è vista come "mitigazione" piuttosto che una soluzione a lungo termine, mentre le code verranno distribuite "nei prossimi giorni su PC".

Oltre a ciò, Blizzard afferma di aver reclutato persone provenienti da tutta l'azienda, "non solo del team D2R", per aiutare a lavorare sui problemi.

Fonte: Rockpapershotgun.

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pi¨ rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo Ŕ... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrÓ essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening Ŕ vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

SarÓ un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza