Diablo Immortal lancia oggi la closed beta. Trailer e dettagli

Data, ora e molto altro per tutti coloro che vogliono provare Diablo Immortal.

Tramite un comunicato stampa, il team di Diablo Immortal ha annunciato che la prossima fase di test, la closed beta, ha inizio oggi proprio oggi. Come per i precedenti test pubblici di Diablo Immortal, la closed beta sarà disponibile solo per i dispositivi Android e in regioni specifiche, da cui potrà partecipare un numero limitato di giocatori.

Gli avventurieri più fortunati che saranno invitati alla beta riceveranno presto una notifica da Google Play coi dettagli su come collegarsi e gettarsi nell'azione. A partire dalle 02:00 di domani, i server della closed beta saranno aperti anche in Canada, dove i giocatori locali potranno provare Diablo Immortal per la prima volta, e in Australia. La closed beta porta anche un sacco di nuovi contenuti, eccoli di seguito nel dettaglio.

  • Una nuova classe, il Negromante: ampiamente acclamato dai fan, il Negromante si unisce al gruppo di classi giocabili assieme al Barbaro, al Crociato, al Cacciatore di Demoni, al Monaco e al Mago. Rianimate i cadaveri per creare un esercito di morti mentre infliggi maledizioni e pestilenze sui nemici di Sanctuarium.
  • Sfida dell'Immortale: questa nuova modalità PvP è stata aggiunta al Ciclo del Conflitto, l'eterna guerra tra gli Immortali e le Ombre. Dopo la vittoria delle Ombre contro gli Immortali nel Rituale dell'Esilio, esse dovranno affrontare il miglior giocatore tra gli Immortali in una battaglia 30 (Ombre) contro 1 (Immortale): l'epica battaglia finale per la supremazia. Il giocatore Immortale otterrà una serie di poteri spettacolari, diventando sostanzialmente un boss d'incursione che le Ombre dovranno abbattere facendo squadra.
  • Classifiche del Campo di Battaglia: verranno aggiunte le classifiche al sistema PvP del Campo di Battaglia 8v8, dove i giocatori combattono per il primo posto misurando le proprie abilità gli uni contro gli altri. Sono previsti anche diversi cambi al bilanciamento delle classi e altri elementi d'impatto da aggiungere al Campo di Battaglia PvP.
  • Oggetti di set e bonus di set: verrà aggiunto un nuovo sistema di equipaggiamento di fine gioco, ovvero gli oggetti di set per gli slot equipaggiamento secondari (mani, piedi, collo, fianchi e i due anelli). I giocatori potranno ottenere oggetti di set che forniranno bonus unici equipaggiandone tre e/o sei pezzi, permettendo una maggiore personalizzazione che si adatti a qualsiasi stile di gioco.
  • L'Inferiquiario: ora si potranno affrontare i boss d'incursione dell'Inferiquiario in gruppi fino a otto giocatori, aggiungendo ancora più distruzione e coordinazione a questi combattimenti, nonché maggiori ricompense per coloro che ne usciranno vincitori. Supporto per i controller: i giocatori potranno sperimentare in anteprima il supporto per i controller in Diablo Immortal. La funzionalità dei controller sarà limitata allo spostamento del personaggio e al combattimento, mentre tutti i menu dell'interfaccia saranno controllati toccando lo schermo. In questo modo, i giocatori potranno avere un assaggio di come sarà giocare coi controller in Immortal, prima dell'uscita del gioco.
  • Acquisti in gioco opzionali: saranno disponibili per la prima volta gli acquisti in gioco opzionali, per sperimentarne la funzionalità e ottenere preziosi feedback dalla community. I giocatori della beta potranno acquistare il Pass Battaglia potenziato, Globi Eterni e pacchetti promozionali. Gli acquisti in gioco opzionali non sono necessari per la progressione. Inoltre, gli acquisti effettuati durante la closed beta saranno poi convertiti in credito di gioco utilizzabile all'uscita del gioco.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo ... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovr essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

Sar un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza